Sassari di "prepotenza" su Cantù. Roma in crescita contro una grintosa Reggio

Il quadro delle gare-5 dei playoff di Serie A 2012-2013
 di Matteo Marrello  articolo letto 650 volte
Drake Diener
Drake Diener

Si torna in Sardegna e Sassari torna a dettare legge in casa. Lo fa con l’eloquente punteggio di 81-58 contro una Cantù che prova a stare attaccata alla partita con Ragland (10 pt), Aradori (12) e Tyus (13). Sassari trova in Drake Diener (18pt) , Gordon (13), Becirovic (11) e capitan Vanuzzo (13) i propri gladiatori. Dopo il +9 del 20’, cinque minuti più tardi i ragazzi di coach Meo Sacchetti allungano a +16 con un rotondo 50-34. Al 33’ un fallo antisportivo fischiato a Leunen peggiora le cose per la Lenovo, che si vede così costretta a spostare tutte le energie rimanenti in gara-6 in programma domani in brianza. La Dinamo ora torna al comando della serie per 3-2 e il colpo del ko dopo essere inciampata alla NGC Arena per due volte di seguito. Si porta per la prima volta al comando della propria serie playoff l’Acea Roma. Al PalaTiziano la squadra di Calvani sovrasta a rimbalzo la Trenkwalder e sfodera, per la prima volta in stagione, un determinato e determinante Bobby Jones (16 pt), che insieme a Phil Goss e Gigi Datome , ha preso per mano la squadra giallorossa nelle fasi cruciali della gara. La Trenkwalder di Menetti, pur tradita da Donell  Taylor (10 pt con un misero 4/16 dal campo), rimane aggrappata alla gara per 28 minuti grazie al feeling tra Cinciarini e Brunner (12 punti a testa , all’esperienza di capitan Slanina e a qualche buona iniziativa di Troy Bell. Roma tenta poi la fuga ma Reggio recupera. Tante le palle perse dai padroni di casa (19) Filloy e Jeremic nel finale fanno tremare il PalaTiziano, a sigillare la vittoria però ci pensa capitan Datome. Domani gara-6 in Emilia. Questa sera invece a Desio andrà in scena la quinta super sfida tra Milano e Siena. Due vittorie casalinghe per parte, tra la regina del campionato e la grande rivale da sempre vogliosa di strapparle la corona. Serie quest’anno più che mai aperta e imprevedibile. Al PalaWhirpool invece la Cimberio di coach Vitucci cercherà la vittoria numero 4 in una serie che appare nettamente favorita. Venezia tenterà di fare uno sgarrò al suo conterraneo seduto sulla panchina biancorossa. Ci riuscirà? La risposta, come sempre, la darà il campo.