Rosa Radom duro da piegare: ancora una vittoria all'over-time per la Reyer

 di Marco Garbin  articolo letto 1475 volte
Rosa Radom duro da piegare: ancora una vittoria all'over-time per la Reyer

Contro il fanalino di coda del Gruppo C i Campioni d'Italia questa sera sono tenuti a prestare la massima attenzione. I polacchi infatti devono categoricamente espugnare il Taliercio per non veder tramontare ogni speranza di proseguire il proprio cammino in Europa. Gia' all'andata gli orogranata ebbero un'assaggio dell'insidiosita' dei biancoblu, riuscendo a vincere in rimonta dopo un primo parziale da incubo.
E anche questa volta i polacchi si rivelano oltre modo ostici per i veneziani, costringendoli ad una rimonta nel finale che si traduce in un over-time in cui Watt cambia l'inerzia della gara.
La Reyer soffre da morire il predominio a rimbalzo ospite nei primi tre quarti gara e viene punita dall'esuberanza degli americani Punter (31p) e Harrow (22p). Per gli orogranata le cose migliorano nel finale, con Watt e Haynes che iniziano ad aggiustare la mira e a risollevare le percentuali al tiro. L'over-time e' laguna ormai per la Reyer, che con un perentorio 16:7 fa suo un tiratissimo match.

La cronaca
I primi punti gara arrivano da Harrow e Punter per un Rosa Radom ben schierato in difesa. Prova dalla distanza allora Orelik e sfonda, trovando poi il corridoio giusto per il primo vantaggio Reyer. I veneziani aumentato la velocita' in attacco per non dar modo alla difesa ospite di schierarsi e incamerano ancora punti preziosi con Watt. Gli orogranata prendono le misure degli avversari e imbastiscono una difesa efficace, lasciando a digiuno gli ospiti per 3' abbondanti. A meta' parziale il punteggio e' di 13:8 per la Reyer. Il Rosa Radom concentra le azioni sugli americani Punter e Harrow guadagnando incisivita' e ritorna avanti grazie a Sokolowski e Harrow. 15:19 il punteggio a 3'30'' dalla fine del primo parziale. La Reyer in difesa si sfalda e gli ospiti, nettamente superiori al rimbalzo offensivo, dilagano fino ad accumulare un vantaggio di 9 punti, mitigato sulla sirena da Green. 21:28 il punteggio alla fine del primo parziale.

Il secondo parziale parte con un rush dei polacchi che ne infilano 4 in meno di 30", costringendo De Raffaele al primo time-out del match. La pezza ce la mettono Cerella e Johnson con due tripla dalla sinistra. L'italo-argentino e' tutto cuore e quasi s'incastra nei tabelloni pubblicitari recuperando una palla vagante che innesca il contropiede di Johnson per il -3 orogranata. Fra gli ospiti Harrow trova tutti i varchi possibili e immaginabili e mette a referto il tredicesimo punto personale. Per i padroni di casa Peric insacca la tripla prima di uscire per terzo fallo ma i suoi punti si perdono fra quelli dei biancoblu che continuano a spingere fino ad ottenere un rassicurante +11. Nei 3' che separano dalla sirena lunga e' ancora show dei polacchi che con Zaytsev e Punter portano il vantaggio sul +12. La reazione orogranata passa dalle mani di Orelik che lotta in attacco come un leone e, pur con qualche imprecisione di troppo dalla lunetta, mette nel paniere punticini importanti. Le squadre rientrano negli spogliatoi sul 41:52, passivo inaspettato per i veneziani e maturato grazie al predominio dei polacchi a rimbalzo (25 a 18) e alle mani vellutate di Harrow (15p) e Punter (16p). Per i Campioni d'Italia tanti assist (12) vanificati pero' dalla scarsa precisione in fase di realizzazione (43% da 2 e solo il 26% da 3).

La Reyer nel terzo parziale e' determinata ad invertire le sorti del match e si carica ulteriormente grazie alla tripla di Peric e alla schiacciata in contropiede di Dominique Johnson. Watt e Haynes rincarano la dose mentre il Rosa Radom trova conforto in Harrow che ruba palla e realizza in contropiede. Dopo la bomba di Orelik che riporta i veneziani a -5 coach Kaminski e' costretto a chiamare time-out. Gli ospiti sono bravi a soffocare il fuoco orogranata raddoppiando e spesso triplicando sul portatore di palla e sfruttando le incursioni dei velocissimi Harrow e Punter riescono a mantenere un vantaggio di 8 punti. Il parziale finisce sul 63:71 mentre Peric esce per quinto fallo.

L'ultimo e parziale inizia con il gioco da 2+1 realizzato da Haynes, ma i 3000 del Taliercio e' piu' impegnato a contestare i falli fischiati dall'arbitro a Cerella e Biligha. Ad addolcirli ancora il play americano che piazza le due triple che valgono il sorpasso. 72:71 con 7'34" sul cronometro. E' ancora Punter, questa volta della lunetta, a riportre i suoi davanti. A meta' parziale la tripla di Cerella rimette i piatti della bilancia in equilibrio e quella di Johnson vale il +3. Zaytsev dalla lunetta fa meta' del lavoro ma dall'arco 30" dopo non sbaglia: a 3'38" dal termine polacchi di nuovo avanti di 1.
De Nicolao prende il punto del pareggio dalla lunetta e Watt prova a suonare la carica con un gioco da 2+1 portando gli orogranata avanti di 3 punti, ma i soliti Punter (dalla lunetta) e Harrow (in contropiede) annullano il vantaggio e riportano avanti gli ospiti. A 45" dal termine Venezia ritrova la speranza con Orelik che in alley-oop pareggia il conto. Per portare a casa la vittoria ci sono ancora 32": De Nicolao serve Cerella che dall'arco tira corto; la difesa orogranata su Harrow in attacco e' efficace e gli ultimi 4" saranno giocati da Venezia in attacco; De Nicolao serve Haynes che cade nell'area avversaria e il punteggio di 86 pari apre le porte del supplementare.

Zaytsev apre l'over-time con una tripla. Gli risponde Watt che subisce anche fallo antisportivo da Szymkiewicz. Haynes dal limite dell'area riporta avanti la Reyer ma ancora Zaytsev (questa volta dalla lunetta) tira la linea e per Venezia tutto e' da rifare. Lo stesso Zaytsev spende il quinto fallo su Watt e prende posto sulla panca ospite. Il numero 50 orogranata non fa sconti e Venezia rimette il naso avanti. Punter risponde ma Watt in attacco e' micidiale: ancora azione da 2+1 e Piechowicz in panca per quinto fallo. La Reyer prova a dilagare con Haynes che si produce in un no-look che vale il +4 a 1' dal termine. E' fatta: Watt corregge il tentativo di Haynes e fa +6, Harrow in contrattacco sbaglia e lascia spazio a De Nicolao di insaccare la tripla che fissa il punteggio sul 102:93.

Umana Reyer Venezia - Rosa Radom 102:93 (21:28) (20:24) (22:19) (23:15) (16:7)

Le squadre
Venezia
Haynes 18, Peric 8, Johnson 11, Green 2, Tonut 4, De Nicolao 6, Orelik 18, Bolpin ne, Ress 0, Biligha 4, Cerella 6, Watt 25

Rosa Radom
Punter 31, Auda 7, Piechowicz 3, Witka 0, Zegzula 0, Trojan 0, Szymanski 0, Zaytsev 20, Szymkiewicz 4, Sokolowski 6, Harrow 22