Roma non fa la stupida a mezzogiorno. Primo ko stagionale per Varese

02.12.2012 15:13 di Matteo Marrello   Vedi letture
Gani Lawal
Gani Lawal

C'è sempre una prima volta, ed ecco che la prima volta arriva anche per la capolista Cimberio Varese. 11 incontri di pre-campionato e 9 di stagione regolare senza mai conoscere la parola sconfitta. È l'Acea Roma di Marco Calvani ad infliggere il primo dispiacere a Dunston e soci dopo una gara avvincente, giocata a ritmi alti e ricca di emozioni. Sarà forse la vicinanza all'ora di pranzo, ma Roma fa capire fin dall'inizio la sua fame di vittoria e la volontà di forgiarsi del titolo di castiga-capolista. Pronti, via ed è subito 11-2 costruito sull'asse Taylor-Lawal: L'intesa play-pivot porterà 7 punti e 6 assist al primo e 23 punti con il 100% al lungo nigeriano.Varese risponde dal canto suo con Ebi Ere e ricuce lo strappo chiudendo il primo quarto sotto di sei lunghezze (25-19).

Phil Goss, ex della partita entra dalla panchina e continua a guidare la cavalcata capitolina verso un successo che profuma di fiducia e prestigio   41-27 è il risultato al 17' frutto della velocità e del basket champagne giocato dai giallorossi che trovano il modo di esaltarsi, per poi tirare il fiato e andare all'intervallo lungo in vantaggio sul 49-41.

Si torna sul parquet ed è ancora Goss a consegnare un vantaggio di 15 punti ai suoi (59-44). Varese appare in affanno e continua a perdere palloni su palloni, ma non è capolista per caso: Mike Green ed Adrian Banks spingono sull'acceleratore e firmano un parziale di 9-0 che rimette tutto in discussione. Al 30' la formazione di coach Calvani è avanti 65-61.

Roma non vuole fare la stupida ne la sera né tantomeno a mezzogiorno e non molla. Varese ritrova la fiducia e inizia a martellare da oltre l'arco con Ere, De Nicolao e Polonara e trova il addirittura il vantaggio con l'estone Talts al 34' sul 70-72. Datome Taylor e Lawal non ci stanno. Banks fa e disfa, perchè prima riporta avanti i suoi con 7 punti filati, poi perde palla in attacco ad un minuto dal termine permettendo a Datome di siglare l'86-83 in favore dei giallorossi, fino alla tripla dall'angolo di Lorenzo D'Ercole che pone fine alle ostilità con 31” ancora da giocare. I falli ed i viaggi in lunetta non cambiano l'esito di una partita che si chiude sul 91-87 per i padroni di casa. Se Roma gioisce, Varese di certo non piange e può uscire dal palaTiziano con la consapevolezza di avere commesso errori, ma al tempo stesso di avere giocato nel complesso una grande gara...da prima della classe. 

Acea Roma-Cimberio Varese 91-87 (25-19; 49-41; 65-61)
ACEA ROMA: Goss 17, Jones 4, Tambone, Tonolli, Gorrieri, D’Ercole 6, Datome 14, Di Giacomo, Taylor 17, Lawal 23, Czyz 10, Lorant. Coach: Calvani
CIMBERIO VARESE: Sakota, Banks 19, Rush, Talts 4, De Nicolao 5, Green 20, Ambrosini, Balanzoni, Bertoglio, Ere 20, Polonara 10, Dunston 9. Coach: Vitucci