Reggio fa fuori Cantù, Varese e Sassari vittorie da NBA, Siena rischia, vittorie nei derby per Avellino e Pesaro in trasferta, Brindisi per Roma

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 899 volte
Reggio fa fuori Cantù, Varese e Sassari vittorie da NBA, Siena rischia, vittorie nei derby per Avellino e Pesaro in trasferta, Brindisi per Roma

Al PalaBigi di Reggio, 10 vittoria casalinga per la Trenkwalder che negli ultimi minuti si scolla di dosso Cantù in un incontro punto a punto dove s'incrociavano la seconda e terza miglior difesa del campionato. Per i reggiani arriva la quarta vittoria consecutiva (71-65). In doppia cifra finiscono Bell 18, Cinciarini 11. Per Cantù Mazzarino e Aradori 15, Mancinelli 14. Il capitano della nazionale rinasce nell'ultimo quarto, nel finale sbaglia un canestro facile, ma a far male è una tripla (l'unica) di Filloy che stacca il punteggio della sfida. Cantù perde nel finale prima Smith e poi Tabu. Trinchieri lascia fuori Aradori per il gran finale e non se ne capisce il vero motivo, lo ripresenta negli ultimi secondi a giochi fatti. MVP Taylor ( 8 punti). Cantù mantiene la differenza canestri e mentre i biancorossi emiliani esultano, il suo pensiero si rivolge alla sfida casalinga contro i biancorossi milanesi dell' EA7 Milano al Pianella di domenica prossima. 71-65 il risultato finale. Varese superstar (Banks 23, Green 19, Dunston 16, Ere 15) riesce a passare sul non facile campo di Cremona dove la Vanoli (Vitali 22 MVP, Jackson 25, Peric 18) sette bellezze si dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, una bella realtà firmata dal suo coach che finalmente si toglie più di un sassolino dopo qualche delusione passata già ai tempi della Legadue. Peric finisce in doppia doppia con un 11 rimbalzi, meglio di lui solo il varesino Dunston fermatosi a 13. La gara finisce 88-92 tra gli applausi dei vincitori e vinti. Bologna (Pullen 38 MVP, Andusic 14, Poeta 14, Rocca 12, Gigli 12) si sveglia nella gara più difficile affrontando a testa bassa i coriacei sardi della Dinamo Sassari (Thornton 30, Diener T. 26, Diener D. 24, Gordon 19, Ignerski 13) cadendo solo dopo un tempo supplementare dopo aver concluso i tempi regolamentari in perfetta parità dopo aver segnato oltre cento punti (102-102). Nell' overtime lascia il passo alla truppa di Meo Sacchetti che di dolori in passato più d'una volta gliene ha suonate. Finisce 110-120 con Gordon in doppia doppia con 11 rimbalzi. Milano ( Melli 13, Haiston 13, Radosevic 11, Gentile 10) allena il suo roster al Mediolanum Forum contro un' Angelico Biella (Jurak 14 MVP, Renzi 11, Rochestie 10, Johnson 10) che ha fatto quello che poteva, mentre in casa Armani Mensah-Bonsu si è fermato a 7 punti, ma con 9 rimbalzi a suo favore (2 in attacco e 7 in difesa) 85-67 il tabellone finale. Torna bella Roma (Lawal 19 MVP,Datome 18, D' Ercole 14, Goss 12, Taylor 12) superando 88-82 una buona Enel Brindisi (Gibson 22, Viggiano 13, Robinson 13, Simmons 10, Reynolds 10). Lawal torna a fare disastri in campo e finisce in doppia doppia con 10 rimbalzi. Siena in casa vince ai punti 83-81 contro la Reyer Venezia (Clark 24, Szewczyk 16, Diawara 15, Rosselli 13). Per la Montepaschi ( Brown 22 MVP, Moss 16, Eze 15, Kangur 10) i lagunari sono stati una spina nel fianco, Mazzon aveva chiesto una prova d'autorità e alla fine è stato accontentato anche se non sono arrivati due punti importanti per la scia dei playoff. Nei derby di giornata oltre a quello lombardo, si sono giocati i return match campani e marchigiani. Caserta (Jelovac 24 MVP, Gentile 16, Michelori 10) e Avellino (Lakovic 26, Ivanov 20, Dean 11, Johnson 10) han dato vita alla solita disfida di sempre.Hanno vinto gl'irpini per 75-85 rifacendosi della sconfitta subita in casa all'andata, la prima volta che la Juve vinceva ad Avellino. Ivanov con 20 punti e 12 rimbalzi, ha pareggiato i conti, mentre non è andata bene alla Sutor Montegranaro (Burns 25, Cinciarini 18, Di Bella 15, Amoroso 14, Slay 10) il ritorno al PalaSavelli dove la Scavolini Pesaro ( Barbour 27, Crosariol 22 MVP,Mack 20, cavaliero 11, Stipcevic 10, Thomas 10) ha vinto 94-108 mandando in doppia cifra ben 6 giocatori trovando in Crosariol l'uomo partita (13 rimbalzi) e proprio i rimbalzi 35 a 43 hanno favorito il quintetto di Markowski. (rb)

(c) Riproduzione riservata