Reggio Emilia la spunta su Venezia all'over time

07.03.2016 22:51 di Marco Garbin  articolo letto 4280 volte
Reggio Emilia la spunta su Venezia all'over time

Le motivazioni abbondano questa sera al PalaBigi di Reggio Emilia, anche se per ragioni sostanzialmente diverse fra le due squadre in campo in questo posticipo di campionato.

La Grissin Bon deve conquistare i 2 punti per non perdere la vetta della classifica a favore di Milano.

Venezia deve espugnare il PalaBigi ancora inviolato quest'anno per non rischiare di cadere nei bassifondi della classifica e aprire un capitolo chiamato crisi.

E questa stasera Reggio Emilia e Venezia, dopo un iniziale studio prolungato, danno vita ad una lotta senza quartiere che si risolve a vantaggio della Grissin Bon ma solo dopo un tempo supplementare.

Partita giocata a ritmi intensissimi e che riserva emozioni enormi. Sotto i fari della ribalta le prestazioni eccezionali di Aradori e Kaukenas da una parte, Green e Goss dall'altra. A far la differenza la maggior costanza degli emiliani, ma si tratta di una differenza davvera minima in quanto Venezia non avrebbe assolutamente demeritato in caso di vittoria.

In un PalaBigi affollato e caldo Reggio Emilia parte forte con Golubovic, a cui Owens risponde con un bell'alley-oop. Reggio Emilia costruisce ma il pressing veneziano è asfissiante e Bramos ne approfitta per portare Venezia sul 5-2. Allunga ancora Venezia con Green mentre Reggio Emilia sembra costruire in modo confuso. 7:2 dopo 3 minuti di gioco. Ancora Owens per Venezia per un vantaggio che ariva a +7. Venezia sembra prendere bene le misure a Reggio che con la schiacciata di Polonara in contropiede e i 2 punti di Kaukenas appena entrato cerca di suonare la carica. 6-9 a metà parziale. Reggio si rifà sotto con Aradori dalla lunetta e con i successivi 3 punti dell'italiano perviene al pareggio. 13 pari a 3 minuti dal termine del primo quarto. Alla festa decide di partecipare anche Bramos con la sua specialità: bomba dall'angolo destro e 13:16 per Venezia. Reggio non molla e grazie al 2/2 dalla lunetta di Della Valle torna a -1, a cui risponde il triestino Ruzzier per il 15:18 con cui si arriva al 4 di gioco. Il 3/4 dalla lunetta di Kaukenas vale il pareggio a 38'' dal termine del primo quarto. Lo splendido affondo di De Nicolao regala il vantaggio a Reggio e il primo quarto si chiude sul 20:18. Primo quarto contraddistinto dai molti errori al tiro da parte di entrambe le formazioni.

Il primo minuto del secondo quarto scorre a retine inviolate e per vedere i primi 3 punti bisogna aspettare 2:30 minuti quando Kaukenas finta e piazza la bomba. E' come aver "stappato" la partita e arrivano in rapidissima successione i punti di Green, Silins, Viggiano, Jackson e Owens per il 25:28 a vantaggio di Venezia. Partita che sale d'intensità, con Green da una parte e Della Valle dall'altra a darsi anima e corpo. Per Venezia sugli scudi anche Ortner, presentissimo in attacco ed in difesa. Suoi i 2 punti che, a metà del secondo parziale, portano Venezia sul + 7. 27:34 a 4 minuti dalla sirena lunga. Dilaga Venezia grazie alla bomba di Bramos, ma Kaukenas risponde con la stessa moneta dall'angolo sinistro. 30:37 a 3:30 dall'intervallo. Ancora da 3 ma dall'altro angolo Aradori con Reggio che preme il piede sull'acceleratore per riacciuffare la Reyer. Ancora Aradori mattatore, che con 2 bombe fulminee dà il pareggio alla Grissin Bon e a meno di 2 minuti dall'intervallo le squadre sono sul 39 pari. Schemi saltati e punti che fioccano (così come i nervi per Polonara, fuori per fallo tecnico) e a segno vanno Aradori, Savovic e Green, e a 30 secondi dalla sirena lunga Reggio Emilia è sul +1, 44:43. Esaltante la schiacciata di Golubovic su assist di Aradori che vale il +3 della Grissin Bon, 46:43 e time out per Venezia. Il tempo si chiude 46:45 grazie a Green che in posizione impossibile piazza 2 punti che definire motivanti sarebbe poco. Partita che, dopo la scossa inferta da un Kaukenas fra i migliori in campo, è diventata spettacolo puro. Aradori bestia nera per la Reyer con i suoi 19 punti. A tenere vive le speranze orogranata Green e Bramos rispettivamente autori di 12 e 9 punti. 

I primi punti della terza frazione arrivano dopo 1 minuto di gioco e sono firmati Goss, che dall'arco ne piazza 3. L'americano fa il bis e dopo 2 minuti di gioco Venezia è di nuovo avanti. A rincarare la dose e obbligare Reggio al time-out ci pensano Bramos e ancora Goss. 46:55 per Venezia. La Grissin Bon non riesce a predominare sotto canestro e si affida sulla precisione di Aradori che da metà area viola la retina orogranata con un canestro piazzato. 48:55 dopo 4 minuti di gioco del terzo quarto. Ma fra le file di Reggio c'è un certo Kaukenas che quando c'è da suonare la carica è sempre pronto e con un'incursione alla Curry piazza un 2+1 che infiamma il PalaBigi. 51-55 per gli orogranata. Ancora il lituano in contropiede per il -2 reggiano a metà parziale. La situazione si complica per Reggio Emilia che esaurisce il bonus quando mancano ancora 4 minuti abbondanti alla fine del parziale. Le difese si aprono e Kaukenas piazza i 2 punti del pareggio, 56:56 quando mancano 3 minuti al termine del terzo quarto. La Grissin Bon ritrova tutta la fiducia che Venezia le aveva sottratto e costruisce gioco con ben più efficacia rispetto alle prime due frazioni di gioco, e con Veremeenko che schiaccia prepotentemente a canestro passa avanti. 58:57 ad un minuto dalla sirena. Ciliegina sulla torta i 3 punti di De Nicolao per il +4 reggiano. Dall'altra parte Venezia subisce il colpo psicologico ma con uno spettacolare colpo di coda firmato da Viggiano e Green da 3 Venezia perviene al pareggio, chiudendo il parziale sul 62 pari. Frazione nettamente a favore dei padroni di casa ma ospiti capaci di reagire nel momento di massima difficoltà.

Ultimi 10 minuti che iniziano con i 4 punti di Polonara e Veremeenko per il tentativo di fuga reggiano. 66:62 e Venezia che subisce ancora a causa di Aradori, che prende il posto di un Kaukenas uscito dolorante dal parquet. Venezia pressa e rende comunque la vita dura ai biancorossi, ben conscia del rischio che un break reggiano significherebbe a 7 minuti dal termine, e con Green reagisce piazzando la tripla del 68:67. Ancora Polonara però porta Reggio sul +3, ma Vigginao da 3 ristabilisce la parità: 70 pari a 6:44 dal termine. La Reyer cerca di approfittare dell'assenza dal campo di Kaukenas e Aradori ma è Reggio ad ingranare la quarta con Silis preciso dall'angolo sinistro: 73:70 per la Grissin Bon a 5:42 dal finale. Rientra in campo Kaukenas, fortunatamente nulla di grave per lui. Owens e Green da 2 riportano avanti Venezia di 1 e parte l'alternanza: Silis prima, Jackson poi, Kaukenas e 77:76 a 3:37 dal termine. Cerca l'affondo la Reyer con Green da 3, dopo uno splendido passaggio di Owens da centro area ma risposta pronta di Polonara prima in tap-in e poi da 2 su assist di Aradori per l'82:79 a 2 minuti dal termine. Ma Green è un incubo per Reggio e piazza il 26esimo punto personale per l'82 pari a 1:16 dal termine. A una manciata di secondi dal termine 2 punti importanti per De Nicolao dalla lunetta, che ha giusto il tempo di esultare prima ri prendere gli ennesimi 2 punti da Goss, i successivi possessi palla Grissin Bon e Reyer vnno alle ortiche e nell'ultimo contrattacco possibile Kaukenas non piazza la tripla: 84 pari al termine dei tempi regolamentari e si va all'over time.

Primi punti del supplementari targati Jackson, a cui risponde De Nicolao con 1/2 dalla lunetta. Squadre ancora vitalissime e Kauenas e Green continuano la loro sfida personale a suon di canestri: 87:88 a 2:30 dal termine. Ancora pareggio con l'1/2 di Della Valle dalla lunetta, a cui risponde Green con 2/2 nel balletto dei falli che vede poi al tiro Veremeenko su fallo di Bramos: 2/2 per lui e ennesimo pareggio 90 pari. Micidiale la tripla di Kaukenas a 1 minuto dal termine per il 93:90 e potrebbe essere la chiave di volta della gara perchè nel frattempo Polonara ne mette 1 su 2 dalla lunetta, dall'altra parte Goss piazza la tripla. 94:93 per Reggio a 9 secondi dal termine e fallo di Ress su Veremeenko che ne piazza 2 su 2 e ipoteca la vittoria reggiana: 96:93 per i padroni di casa. Unica speranza una tripla per gli orogranata, ci prova Goss ma il tentativo finisce sul ferro e la partita si chiude con i liberi di Aradori: 2/2 e 98:93. La tripla di Goss da distanza siderale serve solo per il tabellino. Vince Reggio 98:96 una partita spettacolare e combattutissima.

Grissin Bon Reggio Emilia - Umana Reyer Venezia 98:96 (20:18) (46:45) (62:62) (84:84)

Reggio Emilia: Aradori 25; Silins 8; Della Valle 5; Kaukenas 24; Strautins 0; Golubovic 6; De Nicolao 8; Polonara 12; Veremeenko 10.

Venezia: Jackson 8; Bramos 12; Green 28; Savovic; Viggiano 10; Goss 21; Ruzzier 2; Ortner 6; Owens 8; Tonut 0; Ress 0; Savovic 1.