Prima sconfitta in campionato per Pistoia al Forum di Milano

EA7 Milano 89 - Giorgio Tesi Group Pistoia 71
01.11.2015 20:18 di Alessandro Palandri  articolo letto 1070 volte
Prima sconfitta in campionato per Pistoia al Forum di Milano

Quinta giornata di campionato per la capolista Pistoia che si presenta al Mediolanun Forum di Milano, per affrontare una squadra completamente diversa da quella EA7 di Coach Banchi, che incuteva timore solo a leggere i nomi sulle maglie. 
Come da copione, la squadra sarà seguita e supportata da gran parte del popolo Biancorosso, che si sposterà nella città Lombarda in circa 400. Numeri che ancora una volta confermano l' amore per questo sport, e per questa maglia, degli appassionati di Pistoia. 
Tre stagioni fa, la squadra Toscana, al suo primo anno da matricola del campionato, regaló spettacolo mettendo a dura prova Milano nella serie playoff: i ragazzi di Coach Moretti portarono a gara 5 la
EA7 al primo turno, per poi uscire di scena proprio al Forum, in una partita dai mille ricordi. Chissà se questa volta, a classifiche invertite, il risultato finale sarà diverso.
Pistoia si è allenata bene in settimana, con ancora nei suoi ranghi il polacco Czyz: giocatore tenuto per questa partita, per poi fare spazio al rientrante Thornton. 
Milano invece, deve fare i conti con l' infortunio di Cinciarini (operato al naso, out per due settimane), McLean (dolorante alla schiena) e Gentile (crampi diffusi): neanche a dirlo che un semplice dolore gli impedirà di giocare una partita importante anche oggi. Milano arriva a questa sfida dopo una sconfitta pesante in Eurolega contro l' Olympiacos Piraeus: venerdì sera Coach Repesa e i suoi hanno trovato difficoltà nel gestire le situazioni difensive, finendo per perdere una partita faticosa e dura. La squadra ha avuto solo un giorno per preparare la partita conto Pistoia in palestra, cercando anche di far smaltire l' alto dispendio di energie spese sue giorni prima.
Da tenere sott' occhio il duello sotto canestro tra Kirk e Lawal: due lunghi molto mobili, con una verticale molto rara, ma anche un buon tiro dalla media. 

PRIMO QUARTO: Primo possesso della gara per Pistoia che segna subito da tre punti con Moore, ma dall' altra parte McLean va a canestro come un treno in corsa, vincendo il primo duello contro Kirk. Bella partenza delle due squadre, con Milano in buona forma fisica che però non sembra intimorire Pistoia nei ritmi. Primi tre minuti di gioco determinati da schemi offensivi ben calibrati per padroni di casa, che trovano buone soluzioni di tiro portandosi sul 8-7. Il ritmo della EA7 è davvero spumeggiante e la Tesi Group Pistoia non ha soluzioni semplici in attacco: Kirk deve fare i conti con un McLean in forte pressione, che gli dà poco spazio di movimento. In un amen, Pistoia si trova sotto 18-7 quando mancano ancora ben 4 minuti. Ennesimo primo quarto sottotono per i ragazzi di Esposito, che, costretto a chiamare ben 2 timeout, inizia a pensare come sviluppare in attacco qualcosa di più, magari con qualche cambio di ruolo per sfruttare i miss-match che si creano. Si presenta al Forum anche Knowles, che segna una tripla da otto metri alla fine dei 24 secondi, dopo un azione molto confusa di Pistoia. Blackshear con la sua mano di velluto accorcia dalla lunetta le distanze e riporta i Toscani sul 18-12. Czyz dalla lunga segna una tripla che dà ossigeno ai suoi, riuscendo a smuovere la retina ma sopratutto facendo capire a Milano, che la difesa dovrà aprirsi per evitare ulteriori canestri andando a sacrificare qualche centimetro in più nel pitturato. Orgoglio Pistoiese, che nel giro di 3 minuti rientra letteralmente in partita grazie ad un ottima difesa forte e Blackshear che ne segna già 8 fra piazzati, schiacciate e tiri liberi: 24-23. 
SECONDO QUARTO: Stanko Barac fa la voce grossa e segna il suo secondo piazzato della gara, aprendo così lo score del secondo quarto. Si mette in moto Antonutti che segna la tripla del pareggio su assist di Lombardi: 26-26 dopo due minuti di gioco. Gli uomini di Coach Repesa non ci mettono molto a far vedere di voler restare una delle forze del campionato, riportandosi sul più 5 in pochi istanti per poi però subire la reazione di Preston Knowles che ne mette cinque nei due attacchi successivi: finta, passo d' incrocio e canestro nella prima azione, tripla dalla punta esterna con mano in faccia e canestro, nella seconda. Pistoia si fa prendere speso dalla frenesia, sprecando azioni fondamentali con tiri forzati creati esclusivamente dal palleggio. Rotazione in panchina molto veloce per Coach Esposito, che vuole sfruttare al massimo l' agonismo di tutti tenendoli caldi e pronti ad essere chiamati in causa. McLean spesso sulla linea della carità, grazie ai molti rimbalzi che la squadra di Milano recupera in attacco: spesso i lunghi di casa, fanno valere i propri centimetri sugli esterni di Pistoia che inspiegabilmente si trovano lì. Primo canestro dall' arco dei 6,75 in serie A per Eric Lombardi che segna su scarico di Moore. Ultimo minuto di gioco e Milano si trova sul 41-35. Ultima azione del primo tempo con McLean che segna appoggiando al vetro, per andare così sul 43-40.
TERZO QUARTO: La EA7 Milano rientra dalla pausa lunga con un piglio molto presente, imponendo il proprio ritmo di gioco che sta mettendo in serie difficoltà la difesa Biancorossa. Apre le danze Robbie Hummel che segna ben tre triple consecutive, dimostrando con quale grinta Milano è tornata in campo, mentre Pistoia dall' altra parte si stampa sulla, difesa forte.  Pistoia letteralmente tramortita da tutto ciò, si trova sul 54-42 dopo due minuti e mezzo di gioco, dovendo riniziare da capo il "lavoro ai fianchi" dei milanesi per recuperare il gap  prima possibile. Parziale molto importante di 13-4 per Milano, che però sembra dare qualche cenno di mancanza di concentrazione dovuta a qualche palla gestita con leggerezza. È infatti prima Knowles, poi Blackshear e infine Kirk a segnare da tre punti riportando la Tesi Group Pistoia a meno 6 con 5 minuti di gioco ancora: segnali molto buoni per tenere il morale alto, in vista della rincorsa finale nell' ultimo quarto. La potenza offensiva di Gentile è qualcosa di magnifico da vedere, riuscendo a fai vedere sempre giocate di potenza condite da una classe davvero rara. Milano non trema davanti alle bombe di Pistoia e segnando a suo ritmo, tiene sempre il vantaggio chiudendo il quarto con solo nove punti di vantaggio. Missione dunque compiuta per Pistoia, che voleva arrivare a giocarsi tutto nell' ultima frazione di gioco con uno scarto minore di dieci punti. 66-57
ULTIMO QUARTO: Sono ancora i padroni di casa a segnare il canestro dell' avvio dell quarto con Macvan, che mette due punti  con un pregiato gioco spalle a canestro. Pistoia sembra un po' sulle gambe in difesa, concedendo qualche rimbalzo di troppo dentro l' area, non andando a chiudere le linee di passaggio. Bella la schiacciata al volo di Czyz su tap in, e notevole la tripla di Preston Knowles allo scadere dei 24 secondi. Pistoia segna con molta continuità, ma Milano non sbaglia niente e mantiene il vantaggio accumulato fin qui: risultato, ancora 74-64 dopo 4 minuti di gioco con Pistoia che sta facendo una fatica immane a restare incollato alla partita. 
Partita che non sembra essere morta, perché il tempo per rimontare c'è e la voglia sembra non manca: vero é però che Milano è molto cinica e spreca davvero poco, lasciando a Pistoia lontane speranze per rientrare. Finalmente Capitan Ariel Filloy, mette la sua prima tripla della partita siglando il meno 10 con tre minuti sul cronometro. Due canestri di Milano mettono la parola fine alla partita a un minuto e mezzo dalla fine, visto il largo margine di vantaggio di 16 punti e il troppo divario nel saper gestire situazioni simili con mente lucida. Affidata per tutta la partita al tiro da tre punti, Pistoia ha visto calare le proprie percentuali proprio nel momento del bisogno. Milano ha approfittato di questo momento di confusione per imporre il proprio dominio fisico-tecnico, con i soliti Gentile e Barac. 89-71

Milano è Milano. La Tesi Group Pistoia, non si è certo presentata al Forum con la coda fra le gambe, ma sicuramente nei minuti decisivi della partita qualche scompenso emotivo si è visto: in alcune situazioni è sembrata mancare la lucidità ai Biancorossi, che sembravano leggermente spaesati di fronte alla corazzata Milano, forse troppo cinica e fisica per la giovane Pistoia di oggi. Situazioni di gioco da tenere come esempio per il futuro, che hanno fatto sì che Pistoia incappasse nella sua prima sconfitta di questo campionato, vedendosi spodestata dal quel podio, che si faceva sognare, ma dava sicuramente molta pressione emotiva. 
 

MVP: Stanko Barac con 20 punti, 10/13 da due punti, 5 rimbalzi per una valutazione finale di 20. 
 

PARZIALI: 24-23, 19-17, 23-17, 23-14.
 

EA7 Milano: McLean 11, Lafayette 11, Gentile 10, Amato , Cerella 4, Macvan 4, Jenkins , Hummel 18, Barac 20, Simon 11.  Coach Jasmin Repesa
Giorgio Tesi Group Pistoia: Knowles 11, Mastellari , Antonutti 5, Lombardi 5, Filloy 3, Severini , Czyz 13, Blackshear 14, Moore 5, Kirk 15.  Coach Vincenzo Esposito