PLAYOFF GARA 4 - Orgoglio e passione: la Virtus Roma allunga la serie vincendo gara 4

06.06.2014 22:51 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 978 volte
PLAYOFF GARA 4 - Orgoglio e passione: la Virtus Roma allunga la serie vincendo gara 4

Gara di cuore per la Virtus che non vuole abbandonare la serie senza quel sussulto d'orgoglio che completa una stagione ottima davanti al proprio pubblico. Domenica 8 giugno alle 18.30 si ritorna a Siena per giocare gara 5 sul punteggio 3-1 in favore della Mens Sana.

Avvio favorevole alla Montepaschi (2-7), ma sis egna poco e Roma recupera terreno passando avanti 3’40” per 10-9. Kanacevic e Baron allungano dall’arco per il +7 , e ancora Jimmy Baron, un disastro nelle prime tre gare di questo playoff,  piazza due liberi a 2’10” 18-9. Siena chiude il break risposndendo con la tripla di Janning ed il lay up di Hunter, ma l'Acea non molla l'iniziativa con Jones dalla lunetta; alla prima sirena quattro lunghezze per i padroni di casa 20-16.

Viggiano apre la seconda frazione di gioco e guida il lento recupero della Mens Sana che, nonostante Mbakwe e una tripla di Baron, trovano anche i punti di Nelson per riportare Siena a contatto 26-24 al 14’. La squadra capitolina però non si smarrisce, Hosley tocca a canestro per il 30-27 a 3’30”. Volata finale verso l'intervallo, Carter e Hunter firmano il sorpasso, ma Jones allo scadere manda le squadre negli spogliatoi sul 34-34.

Affiora qua e là la stanchezza, per cui le difese la fanno da padrona. Carter realizza il canestro del vantaggio senese in apertura, Jones e Goss mettono la freccia e controsorpassano 41-37 al 23’. La squadra di Dalmonte costruisce momenti interessanti, portando il vantaggio prima con Goss a +5 44-39 al 25', poi con la tripla di Lorenzo D’Ercole +6. La spinta però si esaurisce sulle risposte di Nelson , che segna anche l'ultimo canestro del periodo 51-47.

Roma rientra in campo vedendo l'impresa a portata di mano e vola sul +13 al 34’ (60-47), stringendo bene la difesa e capitalizzando la pessima serata di Haynes e Green. Controbreak senese, quando tutto sembrava finito, quattro triple consecutive le prime due di Janning, le altre di Carter che rimettono Siena a -1 (60-59) mentre la Virtus Roma perde Mbakwe per una distorsione alla caviglia. Ma la voglia di meritarsi un'altra trasferta in Toscana è più forte di ogni guaio; Baron completa la sua giornata bellissima allungando sul +4; Jones piazza i liberi del +6 a 25” al termine (65-59). Si ricorre al fallo sistematico ma Roma non molla la testa dell’incontro, vince gara 5 71-65 ed allunga la serie (Siena 3-1).

ACEA ROMA-MONTEPASCHI SIENA 71-65 (20-16; 34-34; 51-47)

ACEA ROMA: Goss 11, Jones 18, Reali ne, Tonolli ne, Righetti ne, D’Ercole 3, Hosley 2, Mayo 4, Baron 24, Moraschini, Mbakwe 2, Kanacevic 7. All. Dalmonte

MONTEPASCHI SIENA: Viggiano 6, Hunter 8, Cournooh, Haynes, Carter 23, Janning 14, Ress, Ortner 2, Nelson 8, Udom ne, Batori ne, Green 4. All. Crespi