Pistoia allunga la serie Playoff, vincendo una partita epica contro Milano

Giorgio Tesi Group Pistoia 82 - EA7 Emporio Armani Milano 71
24.05.2014 02:18 di Alessandro Palandri  articolo letto 2108 volte
Pistoia allunga la serie Playoff, vincendo una partita epica contro Milano

Pronostico per ora rispettato in pieno, con Milano che arriva a Pistoia a seguito di due vittorie casalinghe: nella prima gara ambedue le squadre non erano in serata al tiro per cui quello che ha prevalso, è stato solo il divario tecnico, mentre nella seconda Pistoia ha avuto buone percentuali da lontano e Milano ne ha fatto la sua arma vincente, tirando con un ottimo 59% totale al tiro da tre punti. Coach Moretti si è detto positivo, in quanto per ben 30 minuti Pistoia ha fatto soffrire la squadra di Luca Banchi arrivando anche ad un vantaggio di 11 lunghezze: l' approccio dei Toscani è stato buono per tre quarti, dimostrando tenacia in difesa e giocando bene in attacco. Niente da fare purtroppo però, quando la squadra di casa trova 6 triple su 7 nell' ultimo quarto e scompiglia l' attacco di Pistoia che si deve appigliare alle sole lunghe leve di Johnson che segna ben 8 dei suoi 14 finali. La serie arriva a Pistoia, dove i tagliandi sono terminati già nel primo giorno di prevendita, con i Biancorossi che cercheranno di allungare la serie vincendo una partita che rimarrebbe nella storia: la Tesi Group Pistoia ieri ha effettuato un leggero allenamento nella sessione pomeridiana, cercando di recuperare le energie che serviranno ad imporsi contro la squadra di Coach Banchi. Milano dalla sua, ha ovviamente il vantaggio sulla serie, e si sente convinta nel poter chiudere più velocemente possibile la questione Pistoia: questo perchè recuperare le forze ed avere qualche giorno in più di riposo in vista delle prossime gare, risulterà determinante. I giocatori di Pistoia, lo staff tecnico, e tutti i tifosi, sono uniti e pronti a sostenere la propria squadra in questa che potrebbe essere l' ultima gara stagionale, convinti del fatto che è stata un annata stupenda che ha riavvicinato al basket migliaia di persone e che ad ogni trasferta si è presentata come curva caldissima, che ha sempre meritato gli applausi di tutti. Ad oggi l' entusiasmo è alle stelle, e la speranza in una vittoria epica contro la corazzata Milanese sarà protagonista fino all' ultimo secondo dell' ultimo quarto di gioco: in occasione di questa gara ci sarà anche la premiazione a Coach Paolo Moretti, da parte del Presidente di Lega Valentino Renzi, come miglior allenatore dell' anno. Motivo in più per essere maggiormente orgogliosi dei propri colori, che quest' anno hanno dato del filo da torcere a quasi tutte le big del campionato. Coach Moretti ha sicuramente meritato il premio, in quanto è riuscito ad imporre le proprie strategie di gioco al pacchetto di americani sul quale la società ha fondato il suo mercato estivo: giocatori che non avevano mai messo piede in campo italiano, al di fuori di Wanamaker visto già con Teramo. Il play di ruolo Bradley Wanamaker, è stato il trascinatore di questa squadra riuscendo a segnare molto e distribuendo assist ai suoi compagni, trovando così diverse soluzioni offensive incentrate sulle doti dei singoli: giocatore che non sarà facile trattenere in terra Pistoiese il prossimo anno, proprio per le qualità dimostrate in questa stagione e alle tante richieste già pervenute in società per accaparrarsi il giocatore di Philadelphia. Sacrificio economico che tutto il popolo Biancorosso spera possa essere fatto, ma che sicuramente sarà ben sostituito in caso di partenza del proprio mvp di questa stagione, grazie ai suoi talent scout già alla ricerca di papabili talenti.

PRIMO QUARTO: Pistoia parte forte trovando nel supporto del PalaCarrara, stracolmo, la spinta in più. Parzialone per i padroni di casa che si portano sul 5-0, grazie ad un ottimo Gibson e Washington. E' però Milano, grazie ai suoi uomini migliori, a rientrare subito in partita e riequilibrare il match. Partita dai ritmi veloci che però rimane piacevole agli occhi di tutti.. Gibson ispiratissimo e ancora Daniel che fa la voce grossa sotto canestro, regalano giocate interessanti che mettono in difficoltà la difesa di Coach Banchi. Equilibrio in questo primo quarto con le squadre che si alternano il vantaggio sempre a pochi punti di distanza.

SECONDO QUARTO: Partenza razzo per i padroni di casa che riescono ad uscire dalle grinfie della difesa press di Milano, che nelle partite in territorio Lombardo aveva creato intoppi nella costruzione del gioco della squadra di coach Moretti. Bellissimo ingresso in campo di Capitan Gek Galanda che si presenta con una tripla dalla sua mattonella per poi ribattere, sempre dall' arco dei 6,75. Un ottima difesa di Gibson e Washington su Hackett e Langford ne limitano i canestri anche se il talento viene fuori e Milano passa in vantaggio riuscendo a chiudere il primo tempo sopra di ben 10 punti.

TERZO QUARTO: Coach Moretti ha strigliato a dovere i suoi, visto che lo sguardo a fine primo tempo era di quelli che la dicono lunga: Pistoia non vuole far finire qui la serie e riuscire a giocare un altra volta in casa. Terzo quarto in mano dei padroni di casa che si impongono sugli ospiti grazie alle percentuali ottime al tiro. Gli ospiti, che mettono una serie di triple, cercano di affondare Pistoia nel punteggio, e in parte ci riescono, ma non negli animi. I Biancorossi sono ancora vivi dentro e una reazione d orgoglio è quella che tutti si aspettano. Reazione immediata che riporta Pistoia in partita, grazie a Wanamaker e Johnson che innestano il turbo e fanno correre la squadra. Pistoia e Milano tirano bene dall arco segnando da fuori ma anche da sotto con Samuels che non trova difficoltà a battere Daniel più volte nell' uno contro uno.

ULTIMO QUARTO: Ultima frazione di gioco nel quale i padroni di casa si impongono riuscendo a dettare i tempi di gioco e amministrando il vantaggio accumulato nei primi minuti di questa frazione. Un Johnson completamente ritrovato segna 7 punti di fila e Wanamaker prende il controllo della partita, prendendosi ogni responsabilità possibile in attacco. Washington e Johnson si rendono protagonisti di due schiacciate magistrali che fanno letteralmente impazzire i 4000 del PalaCarrara, ancora increduli dell' impresa che Pistoia sta facendo contro una Milano data vincente anche oggi da tutti i Bookmaker, soprattutto per la serie positiva in campionato che dura da ben 21 partite. Ultimo minuto e mezzo che scorre senza troppe tensioni, lasciando a Pistoia la possibilità di amministrare il tempo grazie ai 10 punti di vantaggio arrivati dal gioco maestrale dei padroni di casa. Milano ci prova ancora da tre, ma non segna, il canestro sembra essere più piccolo. Moretti chiede al suo pubblico un ultimo sforzo per dare la spinta necessaria per arrivare alla fine, e l' incitamento non si fa attendere con i tifosi che cantano fino alla fine, realizzando solo ora, quanto questa squadra sia da elogiare per le emozioni che fa vivere ad ogni giornata.

Partita dal pronostico scontato, che però si è rivelato sbagliato grazie a Pistoia che riesce ad imporre il ritmo di gioco sin dall' inizio, sommersa, solo a sprazzi, dalla tenacia offensiva di Milano che si fa sentire nei momenti in cui Pistoia risente della stanchezza dovuta alla serie alquanto impegnativa di questi playoff. Ma esserci, è sicuramente un sogno per la società Toscana e la fatica in questi momenti non influisce sugli animi dei giocatori.

MVP: JaJuan Johnson con 19 punti, 8 rimbalzi e una stoppata, per una valutazione di 21.

ARBITRI: Martolini, Bettini, Rossi.

Giorgio Tesi Group Pistoia: Daniel 8, Meini 3, Galanda 7, Wanamaker 14, Washington 11, Cortese 0, Evotti 0, Bozzetto 0, Gibson 20, Johnson 19. Coach Paolo Moretti

EA7 Olimpia Milano: Gentile 4, Cerella 0, Melli 2, Hackett 21, Kangur 8, Langford 8, Samuels 6, Tourè 0, Wallace 0, Lawal 1, Moss 11, Jerrells 10. Coach Luca Banchi