Pioggia battente di triple a Dallas, Golden State avanza al record

19.03.2016 07:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 598 volte
Pioggia battente di triple a Dallas, Golden State avanza al record

Warriors in scena a Dallas, che va avanti 20-12 nel primo quarto con il tecnico fischiato a Steve Kerr. Potrebbe essre l'inizio di una partita diversa da raccontare all'American Airlines Center, invece l'ultima palla del tempo finisce dalle mani di Barea in quelle di Stephen Curry, che spara un buzzer beater dall'arco moralmente devastante a coronamento di una sequenza Golden State di 5 triple (Green, Speights, Barbosa, 2 Curry) per il 36-42.

I Mavericks non mollano mai e giocano un gran partita ma la differenza nel tiro da tre punti è abissale: Klay Thompson fa 10 su 15!, tutti insieme i Warriors tirano 22 su 38 (59,8%). Ancora a 3' dalla fine Nowitzki ha la forza per rimanere a un passo dai Campioni NBA siglando il 108-113 ma l'ennesimo strappo 0-9 con Barnes che invece della tripla ci mette canestro+fallo di Matthwes chiude i conti.

Finisce 112-130 con 24 di Nowitzki, 16p+16r di Lee, 16 di Barea, 14 di Parsons, 13 di Felton, 11 di Williams per Dallas (34-35) che per la prima volta dall'11 novembre scende sotto il .500 di vittorie; 39 di Thompson, 31p+9r+10as di Curry, 20 di Barnes, 15 di Green, 13 di Speights per Golden State (62-6) che con questa sono due vittorie avanti il cammino del record dei Bulls 95-96. Pure i Mavericks sono una delle poche squadre ad aver inflitto una sconfitta a GS (30/12 114-91).

Adesso i Warriors si spostano a San Antonio dove non vincono dal 14 febbraio 1997 accumulando una striscia di 32 sconfitte, la più lunga fra tutti i confronti singloi tra squadre NBA. San Antonio invece è chiamato a difendere il record di 43 vittorie consecutive sul loro parquet, visto che non perdono all'AT&T Center dal marzo 2015.