Olimpia Milano tra dominio e paura, ma Vitoria si deve arrendere

Esordio vittorioso per la squadra di Repesa che scappa nel terzo, ma rischia il cappotto dopo aver toccato il +20 ad inizio quarto quarto
16.10.2015 22:30 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 2231 volte
Olimpia Milano tra dominio e paura, ma Vitoria si deve arrendere

Davanti ad un Forum insolitamente non esaurito l’Olimpia Milano sbriga al meglio il “compitino” Laboral. Dimensione del successo che si acquisisce tuttavia in corso d’opera,, e che non ridimensiona assolutamente la prestazione degli uomini di Repesa. Perché gli spagnoli partono forte, con un 3/3 dall’arco in serie che vale anche il +8 di inizio secondo quarto. Milano non pare avere in Cinciarini la giusta regia, la palla muore nelle mani di Alessandro Gentile, eppure trova sempre la giusta iniezione di ossigeno per rimanere in partita. Hummel con i 7 punti del primo quarto, McLean con i 7 punti in chiusura di secondo, e alla fine torna a correre, eccome. Vitoria si perde in uno 0/17 pazzesco dall’arco, Milano trova le misure con il quintetto Cinciarini-Jenkins-Gentile-Macvan-McLean e tocca anche il +17 nel terzo quarto, complice l’ottima vena dell’ala serba. Il pranzo pare servito, ma nel finale un clamoroso parziale spagnolo vale il -3 a 31'', e un thriller finale con due viaggi in lunetta per Lafayette e uno per Simon. I valori ci sono, per la continuità ci sarà tempo.

1° QUARTO

Milano sempre a rincorrere in un primo quarto dove Vitoria apre con un 3/3 dall'arco. Attacco troppo fermo per la squadra di Repesa, con Gentile spesso costretto all'uno contro uno e un Cinciarini ancora in cerca del giusto affiatamento. 8-13 al primo timeout del coach di casa a 4.44, che diventa 12-19 con 4 punti anche dell'ex Kangur. Standing ovation per l'ingresso in campo di Bourousis, per far rifiatare McLean ecco Barac e non Lawal. Il risultato sono due falli e due perse per il pivot croato. Si salva Robbie Hummel, autore di 7 punti.

2° QUARTO

Milano rientra lenta, e ancora più confusa dal primo intervallo. 4 palle perse in successione e primo timeout di Repesa a 8.40 (17-25). Serve Alessandro Gentile, e non è un caso che un'Olimpia che non segna per 3' con il capitano piazzi il 5-0 di parziale (22-25) firmato da Simon e Lafayette, costringendo anche Perasovic al timeout (6.11). Con Lafayette Milano riesce a essere più coinvolta, Vitoria con Bourousis domina in area, e a tratti anche Diop lascia il segno. Ecco perchè la pessima percentuale al tiro degli spagnoli non fa grossi danni al percorso di Perasovic, sino all'ingresso di McLean (per Lawal). Manca 1.43 e l'ala Usa fa quel 2+1 che vale il primo sorpasso di Milano (32-31) con in totale 3 falli subiti in poco più di un minuto. Intervallo lungo, e con i 10 di Hummel, e i 9 di McLean, l'Olimpia Milano è avanti.

3° QUARTO

Milano scappa, con il quintetto Cinciarini-Jenkins-Gentile-Macvan-McLean che costruisce anche il +12 (48-36) a 6.12. Vitoria non vede il canestro per 4' (0/14 da 3 aperto dall'arco dopo il 3/3 dell'avvio, e due possessi oltre i 24'' in 3'), e la differenza è tutta firmata Milan Macvan: 4 punti in palleggio, assist per la tripla di Jenkins, e poi pregevole gioco in post. A 3.27, dopo un'ampia rotazione, Jenkins dimostra un maggiore affiatamento e piazza la seconda bomba della sua gara per il 56-42. Intanto, con il decimo punto della sua gara, per Ale Gentile è l'undicesima gara consecutiva in doppia cifra in Eurolega. A 2.01 una bomba di Simon sigla il nuovo massimo vantaggio (59-42).

4° QUARTO

Milano che cerca di allungare il massimo vantaggio mentre Vitoria esce dalla gara. +17 immediato dall'arco di Jenkins, +18 di Cinciarini dall'angolo a 4.33 (68-50), +20 di Simon a 4.11 (70-50). Il calo difensivo, qualche forzatura di Gentile, e a 2.30 una tripla di Hanga vale il 70-60 a 2.22. Milano va in apnea, il Forum si zittisce, Blazis per il -7 a 1.40, Hummel non trova la schiacciata e solo una forzatura di James dall'arco ridona ossigeno a Repesa, insieme ad un appoggio di McLean in mezzo alle mani di Bourousis. +5 a 47'' (72-67), +3'' dopo una persa di Simon a 36'', 4/4 dalla lunetta del croato e di Lafayette, ma a 4'' è 76-73 con instant replay su una rimessa assegnata a Milano. 2/2 di Lafayette ancora, fine dei giochi.