Olimpia forte solo con le big

03.04.2012 13:24 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 644 volte
Fonte: QS
Sergio Scariolo
Sergio Scariolo

Se il campionato fosse composto solo dalle prime otto saremmo primi in classifica con vantaggio, ma il nostro bilancio con chi non è nelle prime otto è da decimi in classifica. Bisogna avere maggior attenzione perchè tutte le partite sono importanti». Coach Sergio Scariolo fotografa alla  perfezione la stagione finora vissuta sulle onde da parte dell'Emporio Armani che, novella Penelope, disfa contro le "piccole" tutto quel che di buon fa con le "grandi" del campionato. Questa volta al Forum è arrivata Venezia seconda in classifica e l'Olimpia l'ha affrontata con il piglio giusto, guidando la partita con autorità per larghi tratti, ritrovandosi con personalità nei momenti difficili del finale: «Siamo l'unica squadra finora che ha battuto Venezia due volte, abbiamo giocato molto bene per tre quarti di partita - continua l'allenatore milanese - forse anche troppo e questo ci ha causato un piccolo sbandamento quando non siamo più riusciti a segnare. Questa volta abbiamo costruito la vittoria sul controllo dei rimbalzi (quello che Milano aveva pagato a Cremona settimana scorsa, ndr)». Il male dell'Olimpia sembra essere la continuità, ma quando i biancorossi giocano per davvero è difficile tenere il passo e anche in questo caso a inizio ripresa è stato toccato quasi il +20: «Facciamo momenti di eccellente pallacanestro, ma quello che ancora facciamo fatica a fare è limitare i danni nel momento in cui non ci riescono più le cose. Quando prendiamo un parziale lo prendiamo troppo ampio, dobbiamo avere maggiore fiducia che i nostri mezzi ci possono portare fuori dalle difficoltà».

Ora arriva una di quelle partite a rischio visto che domenica (ore 20.30, diretta RaiSport) l' EA7 sarà di scena ad Ancona contro Montegranaro: «Dobbiamo trovare altre vittorie dopo una così importante come quella con Venezia, il match con la Fabi sappiamo che è ad alto rischio, siamo sicuramente allertati, mi aspetto che tutta la squadra lo capisca». Intanto il mercato rimane un po' sotto traccia, la trattativa con Rivers sembra in standby, ma in ogni caso dovrebbe essere un esterno il giocatore che arriverà vista la dichiarazione di Scariolo abbastanza esplicita: «Non vogliamo trovarci con un organico limitato nel perimetro, in questo momento se in questo reparto avessimo un infortunio sarebbe un grosso problema».

Sandro Pugliese