Montepaschi chiude in bellezza vincendo in casa del Prokom

21.12.2011 22:56 di Umberto De Santis  articolo letto 758 volte
Montepaschi chiude in bellezza vincendo in casa del Prokom

I vuoti nel palazzetto di Gdynia testimoniano la scarsa importanza della gara, che sicuramente la Montepaschi non sottovaluterà per mentalità e attitudine del sempre attento Pianigiani. I padroni di casa non hanno più nulla da chiedere all’Euroleague, mestamente in fondo alla classifica alla pari dell’Olimpia Lubiana con una sola vittoria all’attivo. Palla a due con Thornton e Michelori in quintetto base insieme a Carraretto. Andersen subito a canestro da fuori, seguito da quello di Michelori. Sterile il gioco del Prokom e va a segno Bootsy: 0-6 dopo due minuti. Il 4/4 realizzato da Zisis costringe Pacesas al timeout: forse i suoi giocatori sono ancora negli spogliatoi. Zamojiski da tre e comincia la partita 3-8 dopo 4 minuti. Il ritmo è abbastanza blando e si iscrive al tabellino anche Carraretto, poi rubata e contropiede di Michelori, al 6’ 5-14. Zamojiski si ricorda dell’andata e mette un'altra bomba. Il Prokom serra un po’ le fila, trova morale, un pizzico di convinzione e il contropiede che riporta la gara in quasi parità 14-15 a 1’36” dalla fine. Hrycaniuk pareggia: il giocatore polacco è il fattore importante per l’Asseco, nel finale va a canestro il solo Aradori per finire 16-18.

Con Lechthaler e Moss sul parquet al via del secondo quarto, va a canestro Ress. Pronta risposta di Zamojiski ancora da tre, ma Aradori palleggia bene, arresto e tiro: una bomba. La Montepaschi cerca un nuovo allungo, e al 15’ è 21-28. Ancora timeout, segna solo Pietro, poi due liberi per Szczotka, poi la bomba di Rakocevic. Anche Stonerook in campo, la manovra si fa un po’ leziosa per qualche minuto, ma le polveri dei polacchi sono proprio bagnate o forse non hanno capito nulla della zona dei senesi, ripetiamo: segna solo Aradori che arriva a quota 11, il parziale del quarto è 7-19, il totale del primo tempo 23-37, ma al di là del punteggio l’esito della gara appare già scritto.

E infatti il terzo quarto si sviluppa sul vantaggio continuo in doppia cifra della Mens Sana, impreziosito da un alley up spalle a canestro di Stonerook sull’assist di Rakocevic, e verso la fine del periodo Hrycaniuk  e Sewerin riavvicinano l’Asseco 39-46. Michelori ai liberi riallunga, il pressing a tutto campo senese va a corrente alternata e quasi allo scadere del tempo ancora Zamojiski infila la tripla che tiene viva la gara 44-50. Aradori fa subito la differenza ad avvio dell’ultimo periodo, a Ress viene fischiato un antisportivo ma i polacchi non approfittano dell’occasione per riaprire la partita. Motiejunas commette il quinto fallo, e Aradori spara anche la tripla del +13 a 6’12” dalla fine 48-61. Momento di gloria per Lechthaler che mette quattro liberi in due azioni consecutive. Il Prokom getta la spugna e prende canestro sulla rimessa da fondo 48-67. Moss a 1’45” sigla il 53-72, i polacchi riescono solo a sbagliare, la bomba di Ress per il 53-77, Thornton suggella una prestazione discreta, alla nervosa ricerca della posizione in campo, col sigillo della vittoria: finisce 53-79. Pietro Aradori, con 23 punti unico giocatore della Montepaschi in doppia cifra, è certamente il miglior giocatore della serata, bissando la magica prestazione offerta contro il Barcellona. 

ASSECO PROKOM GDYNIA – MONTEPASCHI SIENA 53 – 79 (16-18, 23-37, 44-50)

ASSECO PROKOM GDYNIA: Lafayette 6, Sikora, Sewerin 2, Blassingame 2, Motiejunas 4, Dmitriev 4, Frasunkiewicz, Lapeta 2, Zamojiski 12, Szczotka 5, Kuebler, Hrycaniuk 16. All: Pacesas

MONTEPASCHI SIENA: Zisis 3, Andersen 6, Rakocevic 9, Carraretto 4, Thornton 6, Ress 8, Michelori 6, Lechthaler 4, Stonerook 4, Aradori 23, Moss 6. All: Pianigiani