Milano fallisce la gara che non doveva fallire, il Cedevita passa al Forum

Secondo ko in fila in casa, terzo complessivo per gli uomini di Repesa e top16 più lontane
05.11.2015 22:00 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 2774 volte
Milano fallisce la gara che non doveva fallire, il Cedevita passa al Forum

Un'Olimpia Milano in grande imbarazzo cade per la seconda volta in sei giorni al Forum d'Assago, e lasciando campo al Cedevita complica, e non di poco, i giochi per la qualificazione alle top16. Piatta, terribilmente piazza la gara degli uomini di Repesa, che segnano 11 punti nel primo quarto tirando con il 37% da 2, e il 26% da 3 nel primo tempo. Quando ad inizio quarto quarto le invettiva di Simon valgono il +5, i padroni di casa incassano un poderoso 14-2 di parziale che indirizza la gara verso Zagabria. Bilan domina in area nonostante la buona presenza di McLean a rimbalzo, l'Olimpia in attacco nel finale è solo Gentile e ottiene poco dal resto della squadra. Finisce 68-77, e per il Forum è un autentico disastro.

OLIMPIA MILANO-CEDEVITA ZAGABRIA 68-77

Olimpia Milano McLean 6 (10r), Lafayette 14, Gentile 19, Amato ne, Cerella 0, Macvan 2, Cinciarini ne, Jenkins 3, Hummel 2, Barac 6, Lawal 0, Simon 16

Cedevita Pullen 6, White 15 (7r), Pilepic 7, Babic 13, Zganec 5, Musa 0, Bilan 16, Mazalin 0, Gordic 4, Arapovic 11

1° QUARTO

Primi 10' da incubo per Milano, che tocca il -10 a 1.47, pagando soprattutto carenza offensiva. Inizio lento da ambo le parti, con il primo canestro di McLean che arriva dopo 2', e soprasso Cedevita (2-4) a 5.36. La squadra di Mrsic ha il merito di pressare molto sull'arco per chiudere poi ogni linea di passaggio verso l'interno. Milano è così costretta a far circolare palla senza trovare spazi, e il risultato sono 11 punti, a prescindere dagli interpreti (problemi con il quintetto piccolo con Hummel 4 e McLean 5). Croati che non danno neanche punti di riferimento in attacco, e pur con Arapovic e Bilan insieme dalla palla a due spesso l'area è sguarnita in fase di possesso. Già 6 punti e 3 rimbalzi per lo spauracchio Bilan, Pullen seduto nei primi 10'.

2° QUARTO

Con Macvan, e non Hummel, come 4 al fianco di Barac Milano ritrova il filo del suo gioco. 10-4 per iniziare a 7.50, con le bombe di Jenkins e Simon, e la presenza del centro croato in area. Mrsic deve chiamare il primo timout a 7.50, il Cedevita c'è con Bilan e Pilepic (8 punti per il primo, 5 per il secondo), Barac esce per due falli a 6.36 e Lawal ne spende due in pochi attimi (il terzo dopo tre minuti e mezzo). Non il massimo, e allora sono due giocate da 2+1 di Simon e Gentile a tenere Milano in corsa a 4' (26-32). Manca la giusta cattiveria e aggressività alla squadra di Repesa, cui pecca sempre l'ultimo colpo nei pressi del canestro (4/11 al tiro in area). Lafayette rompe un momento negativo dall'arco a 1.50 (29-34), McLean svetta dalla sua mediocrità con due rimbalzi offensivi, e con l'1/2 finale dalla lunetta chiude il primo tempo sul 30-35.

3° QUARTO

Gentile soffre la precarietà al tiro (1/8 in avvio di secondo tempo), ma quando il capitano si blocca, e McLean fa la guerra in area (anche lui con qualche problema però al tiro), ecco che Milano cambia volto. 2+1 dell'ex Alba, Bilan che tocca quota tre falli (e 0/2 ai liberi con un altro appoggio sbagliato poco dopo), 4 punti del capitano e due di Simon. Timeout Cedevita a 6.08 sul 39-39 pari, e il Forum si risveglia. Il sorpasso a 5.40 (ancora firmato Gentile) costa un grande sforzo agli uomini di Repesa, che dopo la bomba del 45-43 di Simon dall'arco concede 4 facili punti a Arapovic, e due buone opportunità a Pilepic prima, e White poi (45-49). Simon riporta avanti Milano sulla sirena: emblematico che il risultato sia stato ribaltato con chi aveva sofferto nel primo quarto, ovvero McLean e Hummel in area. Il Cedevita paga i falli di Bilan, e il calo di attenzione dall'arco.

4° QUARTO

Simon e Lafayette battezzano subito il quarto da 3 e Milano tocca il massimo vantaggio, 58-53, a 7.29. La risposta del Cedevita è veemente: 0-6 di parziale con 4 punti di Bilan, timeout Repesa a 6.19. La rottura è pesante e prolungata, 14-2 Cedevita, con Milano che vede il canestro solo con Gentile, e dietro scarsa aggressività. Babic segna cinque punti in fila, una palla di Gentile mal controllata da Hummel lascia i padroni di casa nel dramma: 63-70 a 2.52. Il dado è tratto per gli uomini di Mrsic. Babic e White disegnano anche il +12 quando si entra negli ultimi 90''. Titoli di coda.