Milano e Siena nel mercoledi di coppa

03.11.2010 09:55 di Matteo Marrello  articolo letto 571 volte
Fonte: Corriere dello Sport
Rimas Kaukenas nella partita di Siena a Vilnius (Foto Ciam-Cast)
Rimas Kaukenas nella partita di Siena a Vilnius (Foto Ciam-Cast)

Doppio impegno stasera per le italiane in Eurolega. L'Armani Jeans Milano, dopo la vittoria di domenica scorsa a Biella che le è valsa il primato solitario in classifica, si rituffa in Europa affrontando una delicata trasferta in terra turca. Contro l'Efes Pilsen (ore 19.15) dell'ex conoscenza del basket italiano Neven Spahija (Roseto 2004 e 2005) Bucchi cerca una conferma dai suoi anche per riscattare la sconfitta interna della scorsa settimana con Lubiana. «L'Efes è un'ottima squadra ma è nostra intenzione ricominciare a vincere in Europa, andiamo a Istanbul molto determinati - spiega il tecnico dell'AJ -Nonostante i nostri problemi fisici, Petravicius in particolare, mi aspetto una prova concreta. Vincere in trasferta in Eurolega non è mai facile, specie in un girone equilibrato come il nostro, ma è nostra intenzione dare tutto quanto possibile per tornare con la vittoria in tasca». Milano sta provando a chiudere con il centro ex Real Madrid Tomas Van den Spiegel (32 anni, 214 cm), per dare fisicità e centimetri ad un reparto lunghi un po' in affanno. Oltre all'infortunio di Pecherov, che resterà fuori almeno un mese e mezzo, l'intenzione dello staff milanese sembra essere quella di dare un periodo di riposo a Petravicius, così da riprendere la condizione. E' per questo che si cerca di stringere per il centro belga, anche ex Roma e Fortitudo Bologna, che arriverebbe inizialmente con un contratto di 2 mesi.
SIENA - La Montepaschi di Pianigiani invece ospiterà il Cibona (ore 21), in un impegno sulla carta più agevole. Siena, reduce dalla battuta d'arresto sul campo di Varese, arriva alla sfida di oggi forte di un successo importante sul campo del Lietuvos, che la colloca a punteggio pieno nel girone, con la possibilità di aumentare il vantaggio sui croati. Tuttavia proprio l'esperienza di Milano con Lubiana insegna che non è possibile sottovalutare alcun avversario. Pianigiani lo sa e avverte: “Vincere in casa è ovviamente una chiave per superare il primo turno e quindi per noi diventa importantissimo ottenere subito una vittoria interna, per concretizzare questo vantaggio che ci siamo conquistati vincendo in trasferta a Vilnius. Queste sono partite contro nostre dirette concorrenti per il passaggio del turno e quindi sappiamo che ci attende una partita difficile”.
Francesco Carotti