Mens Sana 1871, le prime concrete mosse di mercato con Davide Parente

30.07.2014 00:00 di Umberto De Santis  articolo letto 4638 volte
Mens Sana 1871, le prime concrete mosse di mercato con Davide Parente

A Siena erano abituati a vedersi arrivare volti sconosciuti, poi sbocciati e diventati famosi insieme alle vittorie della squadra di Pianigiani. Adesso la taglia è abbastanza più piccola e per il palato fine dei tifosi della Mens Sana inevitabilmente ogni nome che si sta spendendo in questi giorni sarà comunque sconosciuto, di chiunque si parli. Ma per Lorenzo Marruganti è arrivata l’ora di stringere le trattative, di far sentire l’appeal del giocare nella Mens Sana, di far pesare l’intuito di chi ha portato a Teramo Tucker e Carroll, per tacere del quasi acquisto Jeremy Lin: il tempo di volare bassi è quasi terminato. E di proseguire nel solco di una tradizione fatta di uomini motivati ad alzare ogni giorno l’asticella, dalle ottime capacità tecniche e agonistiche che in ogni categoria fanno sempre la differenza.

Nel pomeriggio di oggi, dopo le normali visite mediche, sarà annunciato il primo acquisto della Mens Sana 1871. E’ uno dei tasselli fondamentali, uno col talento di chi sarebbe capace di accompagnare la squadra fino alla serie A: Davide Parente (31 anni, 1,87), reduce da tre anni strepitosi a Lucca e fermato da un infortunio al crociato anteriore del ginocchio sinistro nello scorso gennaio dal quale si è ripreso, lavorando sodo nonostante il dramma sportivo dell’Arcanthea che ha chiuso. Una scelta di cuore per un giocatore che ha appena visto la sua signora Benedetta Bagnara, cestista come lui, trasferirsi alla Reyer Venezia. E da Treviso in giù le squadre non mancavano per corteggiarlo. Ma l’orgoglio abita a Siena, e una scelta così importante da tutte e due le parti non mancherà di condizionare positivamente il mercato mensanino.

Che registra altre due trattative in dirittura d’arrivo: le offerte sono fatte, i dettagli si stanno smussando. Il primo è Luca Pignatti (28 anni, 1,98, ala) coetaneo e compaesano di Marco Belinelli, cresciuto nella Fortitudo. Ultime due stagioni nella Dinamica Mantovana, campionato 2013-14, 26 partite con medie di 10,3 punti, 4,7 rimbalzi, 1,2 assist in stagione regolare,  12 partite con 10,2 punti, 5,2 rimbalzi, 1,3 assist nei vittoriosi playoff della squadra lombarda. La seconda è  Alex Ranuzzi (28 anni, 1,96) anche lui bolognese ma cresciuto in casa Virtus, anche lui vincente in Silver con la Dinamica. Per Ranuzzi nella scorsa stagione 41 gare totali con medie di 10,1 punti, 4,0 rimbalzi in 26.9'. Da Mantova potrebbe materializzarsi una coppia vincente,  per una Mens Sana 1871 che vuole prendere forma.