MAXIBASKET – Ai mondiali l’Italia Over 70 parte vincendo

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 9061 volte
Nino Comelli
Nino Comelli

(di Mario Natucci). Montecatini Terme  - Avvio vincente per la nazionale azzurra Over 70, che ha giocato alle 8 di mattina la prima partita dei mondiali battendo l’Uruguay 46-29. L’Italia è sempre stata in avanti nel punteggio e ha condotto in porto con sicurezza il primo impegno.
Domattina secondo ostacolo, il Cile, di nuovo alle 8 di mattina. Una nuova vittoria può dare agli azzurri di coach Zorzi il primo posto e il passaporto per la fase successiva.
 Due le armi vincenti dell’Italia: una difesa attenta e mai statica che ha concesso agli uruguaiani 7 punti per ogni quarto, e l’abilità di costruire conclusioni in contropiede e in entrata.
È  stato Nino Comelli, proprio in entrata, a rompere il ghiaccio in avvìo e a dare il primo vantaggio all’Italia, che si è portata nei primi due minuti sul 6-0. Peppe Vento, top scorer della gara con 15 punti, ha rincarato la dose in contropiede, e in breve il vantaggio è salito con gli azzurri che hanno chiuso il primo quarto 15 – 6. La difesa ha spento le velleità dei sudamericani, che sono incappati presto nelle stoppate degli ottimi Gambardella, Ceper e Cavallini. Dal secondo quarto in poi gli italiani hanno proseguito la loro marcia andando a segno soprattutto con Cedolini, Gambardella e Cavallini.
Gli azzurri si sono dimostrati atleticamente più veloci e più resistenti. Ma sono stati facilitati dal fatto che gli uruguaiano hanno avuto una trasferta a dir poco travagliata. Il loro aereo ha ritardato la partenza di un giorno per un guasto. E nelle ultime 48 ore i giocatori hanno dormito tre ore in tutto. A questo si aggiunga il peso del cambio del fuso orario. Domani, contro il Cile, l’impegno sarà certamente più pesante. Anche perché in competizioni di questo tipo la seconda giornata è di solito la più pesante, nella quale l’organismo degli atleti non è ancora abituato alla routine di una partita al giorno o ogni due giorni e fatalmente accusa la stanchezza del primo impatto agonistico.
  Giorgio Bortolozzi, l’azzurro più anziano in questi mondiali, con il numero 80 (la sua età!) sulla maglia, è andato a referto con un punto segnato su tiro libero. TeleRepubblica gli ha riservato una intervista dopo la partita. Interviste anche per coach Zorzi, Cavallini e Ceper.
 In tribuna Cedolini è stato incoraggiato dalla sua famiglia di 7 persone; la famiglia di Cavallini – moglie e tre bimbi – lo ha applaudito sfoggiando una maglietta con la scritta: “Forza babbo!” con grande foto del babbo giocatore.
Ecco infine il tabellino degli azzurri:
UTALIA OVER 70 “Prima Serie” – Uruguay Over 70 46 – 29
Cedolini 4, Comelli 6, Zanardi, Gambardella 6, Vento 15, Rama 2, Cavallini 7, Ceper 3, Bortolozzi 1, Turra, De Rossi.
mario natucci