Mamma li senesi!! La Montepaschi dopo il Maccabi Tel Aviv batte anche il Fenerbahce a Istanbul

Siena espugna la Ulker Arena grazie ai 41 punti di uno stratosferico Bobby Brown insieme ai sigilli decisivi di capitan Carraretto e del solito Tomnas Ress.
04.01.2013 21:38 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 988 volte
Bobby Brown
Bobby Brown

Siena ci prova gusto e prende alla lettera il ruolo di top team in questa Top 16 di Eurolega. "L'allievo” Banchi batte a domicilio il maestro Pianigiani dopo una partita equilibrata e piena di botta e risposta tra attacchi prolifici e difese ballerine. Dopo un primo quarto in perfetta parità a quota 26 con Brown e McCalebb protagonista, i turchi si affidano a Bojan Bogdanovic per aprirsi una via di fuga ed all’intervallo lungo sono avanti di sei lunghezze. Il tentativo di fuga prosegue anche nella ripresa,a ma è Bobby Brown con 13 punti filati a tenere la squadra turca al guinzaglio. Siena resta in scia agli avversari per poi mettere la freccia del sorpasso a tre minuti dal termine con Daniel Hackett ed accelerare con Tomas Ress e Marco Carraretto fino al 92-98 finale. Una grande impresa per la truppa di coach Banchi che dopo aver battuto gli israeliani del Maccabi Tel Aviv, gioca un brutto scherzo ai trio di  ex  McCalebb, Andersen e Pianigiani e si issano al comando del Girone F di Eurolega. (Mat.Mar)   

LA CRONACA: (Fonte Ufficio Stampa Mens Sana Basket Siena) Straordinaria impresa della Montepaschi, che al termine di una incredibile partita riesce a portare a casa una vittoria fondamentale sul campo del Fenerbahce Ulker Istanbul di Simone Pianigiani. I biancoverdi giocano una grande partita offensiva, trascinati da uno strepito Bobby Brown, che segna 41 punti e confeziona il suo nuovo “career high”, dopo i 34 rifilati allo Chalon in Regular Season.

Attacchi spumeggianti fin dalle primissime battute, con la Montepaschi che si affida soprattutto ai giocatori interni (Eze e Sanikidze in particolare), per colpire la retina della squadra turca. Dall’altra parte invece Bogdanovic inizia a martellare la retina, anche se gli ospiti, con la doppia tripla in fila di Bobby Brown, arrivano al massimo vantaggio sul 12-16 dopo 6 minuti. La reazione del Fenerbahce arriva, anche grazie alle accelerazioni di Bo Mc Calebb, ed alla prima sirena il tabellone della Ulker Arena dice 26-26.

Ad inizio seconda frazione non cambia il trend, con le due squadre che segnano spesso, mentre le difese arrivano quasi sempre con un pizzico di ritardo. Si accende Bobby Brown, e la sua luce irradia la Montepaschi, anche se dall’altra parte c’è un giocatore letteralmente immarcabile, e risponde al nome di Bojan Bogdanovic, che a più riprese abusa della difesa senese e chiude i primi 20 minuti con 18 punti segnati, con la sua squadra che arriva al massimo vantaggio, grazie anche allo scippo di Preldzic, che lancia in contropiede Bo Mc Calebb, per il 51-45 che manda le due squadre negli spogliatoi.

Si riprende a giocare ed il Fenerbahce sembra nelle condizioni di poter allungare: Bogdanovic supera subito quota 20 ed i turchi vanno a +7, ma Bobby Brown, con 13 punti consecutivi prova a tenere a galla la Montepaschi anche quando il Fenerbahce vola e sembra non resistibile dai senesi, che però non mollano e con una terza frazione da 24 punti (13 di Brown e 9 di Sanikidze), vanno all’ultimo miniriposo con 4 lunghezze da recuperare.

Ma è nell’ultima frazione che la Mps compie il capolavoro vero: prima contiene l’ennesimo tentativo di allungo del Fenerbahce con Brown mostruoso, e poi azzanna l’avversario alla giugulare quando mancano meno di 3 minuti dalla fine. Il punto del vantaggio è di Daniel Hackett, mentre il + 3 arriva poco dopo con i primi due punti di Tomas Ress, che dopo 37 minuti di silenzio, alza il volume proprio al momento giusto. Sono proprio dell’altoatesino, le giocate più importanti, con la difesa e la freddezza dalla lunetta, la stessa che contraddistingue capitan Marco Carraretto, che da perfetto microwave, dimostra di poter essere anche uomo di ghiaccio e con il suo 2/2 dalla linea dà il vantaggio decisivo alla sua squadra a 40” dalla fine. Bogdanovic sbaglia l’ultima bomba ed è esplosione di gioia per la Mps, che con la schiacciata di Brown, chiude sul 92-98. Una vittoria fondamentale per la Montepaschi, che si porta al comando della classifica, lasciando il Fenerbahce di Simone Pianigiani fermo a quota 0 punti.

FENERBAHCE – MONTEPASCHI   92-98  (26-26; 51-45; 73-69)

FENERBAHCE: Mc Calebb 17, Onan 2, Ermis 2, Sato 11, Tripkovic n.e, Andersen 8, Peker n.e, Savas n.e, Batiste 6, Karaman, Bogdanovic 31, Preldzic 15. All. Pianigiani.

MONTEPASCHI: Brown 41, Eze 4, Carraretto 2, Rasic n.e, Kangur 6, Sanikidze 19, Ress 6, Ortner 2, Lecthaler n.e, Janning 2, Hackett 9, Moss 7. All. Banchi.