LIVE - Legadue GARA-5 : Brescia, è serie A!

24.06.2016 22:44 di Lorenzo Belli  articolo letto 6317 volte
Cittadini vs Amoroso
Cittadini vs Amoroso

Bella su bella la Centrale del latte Brescia strappa l'unico pass per la massima serie dopo aver vinto tutte e 4 le serie disputate in gara-5; anche nella finalissima i ragazzi di Diana non deludono e dettano legge lungo tutti e 40' di gioco con una prestazione maiuscola in difesa e con Bushati (17 punti) che si prende le vesti del grande protagonista ben supportato da Hollis (17 + 8 rimbalzi) giustamente nominato Mvp della serie decisiva. Sale quindi nella massima serie la Leonessa, società giovane ma sin dagli albori in grado di garantire grandi risultati e soddisfazioni alla piazza lombarda come stanno a dimostrare le due promozioni in 5 anni (nel 2011 vinse la DNA) inframezzate dalla finale persa con Pistoia nel 2013 e la semifinale della scorsa stagione contro Torino; al terzo tentativo la Leonessa riesce meritatamente a cogliere la grande soddisfazione: benvenutA 

 

LA CRONACA LIVE:

Atto conclusivo per la Legadue 2015/16 che va' in scena al Pala George; tutto in 40' dato che la vincente di Centrale del latte ed Eternedile alla sirena finale festeggierà la promozione nella massima serie. In un palazzo completamente sold out, presenti 450 ospiti al termine della querelle biglietti che ha spesso distolto l'interesse sul piano prettamente tecnico, siamo pronti a vivere live la gara dell'anno a partire dalle ore 20:30

Starting five composti da Fernandez, Alibegovic, Moss, Hollis e Cittadini per la compagine bresciana; Candi, Carraretto, Raucci, Italiano e Daniel per i felsinei.

Cittadini apre le danze poi due triple di Alibegovic mandano subito in visibilio il pubblico locale (8-0) e obbligano Boniciolli al time out dopo 76" di gioco e a gettare subito nella mischia Sorrentino e Amoroso; la Eternedile tenta la reazione con Carraretto e Amoroso ma Hollis e Cittadini mantengono le distanze quando si arriva al giro di boa della frazione (13-5). Fernandez dai 6,75 per la doppia cifra di vantaggio poi è Moss a certificare l'eccellente avvio della Leonessa (18-5), Boniciolli alterna le difese per placare la furia biancoblu con Quaglia e Carraretto a trovare punti vitali (20-11) ma le schermaglie finali del quarto sono tutte per Hollis che sigla 5 punti in fila per il 25-13.

La Fortitudo sbatte sul muro bresciano mentre Bushati dai 6,75 trova un canestro "ignorante" (28-13), Daniel e Candi provano a scuotere gli ospiti ma Moss e Bushati - maestro nel fare i numeri e sbagliare le cose semplici - griffano il +18 (35-17); Amoroso e Moss danno saggio di classe ed esperienza e Brescia tiene l'inerzia dalla sua parte (41-22) quando si entra nei 3'  che portano all'intervallo. Montano è l'unico a creare occasioni per Bologna ma è la serata di Bushati che insacca la terza conclusione dai 6,75 e impedisce break ospiti importanti; la Centrale del latte sbaglia troppi liberi e in un attimo la Fortitudo trova tripla di Campogrande e quattro viaggi in lunetta per Daniel che sanciscono il 45-33 con cui le due squadre entrano negli spogliatoi. La strada per la A è arrivata all'ultima curva.

L'Eternedile prosegue la striscia positiva con Sorrentino e Italiano rientando a -8 (45-37) e questa volta tocca a Diana chiamare lo speedy time out dopo nemmeno 90" della frazione, Moss e Hollis rianimano prontamente il pubblico locale (49-37). Momento con larghe pause per la pulizia del parquet visto il clima tropicale del Palasport e il gioco ne risente con parecchi errori da ambo le parti fino a quando Alibegovic e Passera si ergono protagonisti del minibreak (53-37) che consiglia Boniciolli a parlarci su; la Fortitudo sembra aver terminato la spinta precedente e Bushati la ricaccia a -19 (58-39) con un altro tiro pesante, Italiano non intende arrendersi ma la Leonessa vede la preda ferita e tenta la zampata decisiva verso la A con il 64-43 che al 30' la mette a soli 10' da una storica promozione.

Canestro di Raucci in avvio di parziale ma anche Totè si rende utile alla serata bresciana restando glaciale in lunetta, Passera, Hollis e Moss (72-47 -7'30") per una Centrale che corre forte verso la massima serie; Raucci e Montano danno ossigeno ma Brescia è un treno con Hollis a guidarla (77-52 -4'54"). La gara si trascina, i bolognesi non ci credono più e la Leonessa ha la sua passerella verso la A.

Risultato finale 83-59