LIVE Lega A - Arriva il blitz dell'Olimpia Milano sull'Aquila Trento

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1214 volte
LIVE Lega A - Arriva il blitz dell'Olimpia Milano sull'Aquila Trento

Trento dura quanto i tiri da tre punti riusciti nel primo tempo. Poi la difesa dell'Olimpia alza il ritmo, negando di tutto e di più ai bianconeri in difesa; in attacco smette di praticare il tiro da tre punti (5/19 con 2/3 di Abass, Bertans solo 11' prima di essere inchiodato alla panchina) affidandosi solo ed esclusivamente al talento delle sue guardie per portare a casa la vittoria con l'quila che ci casca nell'offrire gli uno contro uno a gogò ai vari Theodore e Goudelock. Non sarà la tattica vincente per Pianigiani nella prossima di EuroLeague a Valencia, si dovrà lavorare sul tiro dall'arco perché la stazza del solo Gudaitis è stata sufficiente stasera, ma solo stasera. Alla Dolomiti Energia sono davvero mancati Gutierrez e Shields, il tiro da fuori e la capacità di crearsi uno spazio aperto dall'uno contro uno, ma la formazione in generale c'è e in EuroCup potrà farsi valere.

La cronaca: Sabato sera di gran gala a Trento, dove arriva la corazzata EA7 Milano, che porta con sè i ricordi di tanti scontri in appena tre anni, su tutti la semifinale scudetto della passata stagione. Squadre rinnovate ma dall'impatto fisico notevole, e si vede fin dalle prime battute. L'Olimpia parte con decisione: Micov e Theodore dettano il ritmo (5-10) ma di fronte alle difficoltà l'Aquila tiene dritta la barra e risponde a suon di triple e di intensità difensiva. Forray con la tripla sorpassa al 5', Silins ribadisce e la Dolomiti sale in cattedra, con M'Baye a disagio 22-16. Pianigiani trova l'energia di Gudaitis, che riporta l'Olimpia a contatto nell'ultimo giro di lancette. Lunga azione dei bianconeri, con Behanan a realizzare dalla media. L'ultimo tiro è dell'EA7, ma Micov non centra il bersaglio. 24-21.

Goudelock ha bisogno di segnare e mettersi in ritmo: la sua tripla nello 0-5 che dà inizio al secondo periodo va nella giusta direzione. L'Olimpia riagguanta la testa ma siamo a sorpassi e controsorpassi. Sutton pareggia a quota 26, Baldi Rossi e Behanan strappano, ma i milanesi sono sempre al 32 pari con Goudelock al 17'. Pianigiani alterna Cinciarini con Theodore, ma Cusin si fa chiamare i 24 secondi. Trento cerca i mismatch con i piccoli dell'Olimpia, che sembrano a tratti davvero piccoli, con Theodore che è un fulmine in attacco 33-34 ma trova al risposta di Silins in lunetta 1/2 34 pari con 1'10" all'intervallo. Due volte in fila Milano perde l'occasione di ripartire, timeout. Ultima palla per i biancorossi, con Cusin che corregge il tiro di Theodore e fa 34-36 sulla sirena (con tanto di instant replay).

Sutton va subito a segno per pareggiare e mantenere alta l'intensità. Si gioca punto a punto 42-42 al 24'. Flaccadori prende una stoppata da Gudaitis, ma in generale tutti i tri sui due lati vengono contestati duramente. A cavallo del 25' Theodore e Goudelock strappano uno 0-4 e Buscaglia si prende un timeout. Ma due intercetti consecutivi dei lombardi permettono di proseguire nel break, in totale 0-11 chiuso dopo 5' da Behanan quando mancano 40 secondi al 30'. Un contatto di gioco non sanzionato fa infuriare il pubblico, ma Abass trova la tripla che scrive 44-56. L'astinenza prolungata dell'Aquila potrebbe essere fatale, la difesa dell'Olimpia stavolta ha preso bene le misure dell'avversario. In attacco gli uomini di Pianigiani hanno smesso di tentare la fortuna con i tiri da tre punti e sfruttano il campo allargato per fare spazio alle guardie.

Forray da tre in apertura, e palla persa da Milano: Pianigiani rimette dentro Goudelock quasi punitivo per la persa di Bertans. Ma anche Trento fa la persa numero 13, seguita dlla numero 8 di Milano dopo un corpo a corpo a terra uso minibasket. Gudaitis chiude il ferro a Behanan con una stoppata, Micov viene graziato del fallo in attacco su Flaccadori e guadagna la lunetta 2/2 al 32'. Incidente di gioco a Behanan, una spaccata che procura tanta paura ma sembra non avere conseguenze. La Dolomiti Energia non capitalizza neanche i rimbalzi d'attacco, poi un contropiede con Milano che non rientra in difesa fa felice Behanan. Nemmeno il tempo di gioire che Abass piazza la tripla di tabella del 49-61. Forray si aggrappa alla maglia di Gudaitis, portandoselo in terra e guadagnando il fallo in attacco del lituano (!). Ma l'inerzia è tutta nelle mani dell'Armani, che trova il fortunoso canestro di Theodore, con la palla che batte nella parte alta del tabellone e scende a candela nella retina. Di fatto l'Aquila gioca bene, difende bene ma in attacco non produce perché la difesa dell'Olimpia corre e marca stretto, ma sono le guardie biancorosse a fare la differenza col talento individuale di andare in penetrazione. E ancora, rispettando il credo del coach, Milano non smette di difendere. E questo è tutto.

Dolomiti Energia Trentino 55 - EA7 Emporio Armani Milano 74 (24-2134-3644-56)

Dolomiti Energia Trentino: Franke (0/2), Sutton 6 (2/7, 0/3), Silins 9 (2/3, 1/4), Baldi Rossi 3 (1/1, 0/1)Forray 10 (1/22/3), Flaccadori 5 (0/4, 1/5)E. Czumbel ne, Gomes 5 (1/3, 1/4), Behanan 17 (7/12, 0/3), Lechthaler ne. Coach Buscaglia.

EA7 Emporio Armani Milano: Goudelock 16 (5/9, 2/7), Micov 9 (9 (2/4, 1/3), Pascolo (0/1 da 3), Fontecchio ne, Cinciarini 6 (2/2), Cusin 6 (3/3), Abass 6 (2/3 da 3), M’Baye 4 (2/3, 0/1), Theodore 18 (9/12, 0/2), Jefferson (0/1), Bertans (0/2 da 3), Gudaitis 9 (3/6). Coach Pianigiani.

Arbitri: Begnis, Weidmann, Borgo.

Note: Tiri da due: Trentino 14/34Milano 26/40. Tiri da tre: Trentino 5/23Milano 5/19. Tiri liberi: Trentino 12/18Milano 7/12. Rimbalzi: Trentino 31 (Gomes 7)Milano 36 (Cusin 7). Assist: Trentino 9 (Sutton 3)Milano 5 (Goudelock 2). Recuperi: Trentino 3 (Sutton 2), Milano 4(Theodore 2). Spettatori: 3760.