LIVE! Euroleague - Real Madrid abdica, Datome e il Fenerbahçe volano alle Final Four (3-0)

19.04.2016 22:44 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1914 volte
LIVE! Euroleague - Real Madrid abdica, Datome e il Fenerbahçe volano alle Final Four (3-0)

Partendo dal 2-0 maturato a Istanbul, è chiaro che il Real Madrid è con le spalle al muro, e non può che vincere per allungare la serie. Ma il Fenerbahçe è forte quanto compatto, e dopo le schermaglie iniziali con Reyes ed Ayon padroni dell'area piccola (9-5 al 5') il break turco 0-8 con Dixon in gran spolvero mette gli ospiti nella condizione di continuare a comandare il gioco come fatto nelle due precedenti gare. Kalinic da tre chiude il primo quarto 13-18; le difese la fanno da padrona con tanto gioco duro visto che la terna fischia molto poco.

Udoh al 14' vale il 15-22 ma nella girandola dei cambi Obradovic sbaglia quintetto e Laso ne approfitta con il parziale 10-2 (di Gigi Datome) per il primo vantaggio interno 25-24. Timeout e regolazione degli ospiti che voilà fanno 0-6, con Datome e Antic  ancora sugli scudi. Prima dell'intervallo Fenandez, con uno di quei jumper che lo hanno reso famoso, fissa il punteggio 27-30. Serataccia al tiro dall'arco: 1 su 13 Real, 2 su 12 Fenerbahçe.

Real che parte trasformato nella ripresa con il 5-0 iniziale con tripla di Fernandez; ma è il momento di Bogdan Bogdanovic che dopo il controsorpasso di Dixon realizza un gioco da quattro punti nel parziale 0-13 con tripla di Datome per il 32-44 con 4'34". Ferma l'emorragia Reyes da sotto, ma l'inerzia sembra pendere per il Fener con un'altra bomba, stavolta di Dixon. Il Real sgomita, tenta di rimanere in partita ma si sente poco tutelato dalla terna, si innervosisce (Fernandez si becca un tecnico che Datome trasfrma in punto) però i ragazzi di Obradovic tengono botta con autorità, e dixon chiude al 30' 40-54.

Dopo 32' Madrid trova una tripla con Maciulis, ma immediatamente è Gigi Datome a rimettere il deficit degli spagnoli a 14 punti con la sua bomba. Tutto da rifare per gli uomini di Laso, ma peggio ancora la palla persa di Taylor diventa un'altra tripla nelle mani di Bogdanovic. Pronto timeout del Real, ma i giochi sembrano fatti con 6'45" 47-64. E qui, invece, la partita si riapre con due triple di Llull che aveva poco o niente nello score finora, e una di Carroll per un 9-0 che vale il -8. Timeout ovvio di Obradovic, da cui ne esce Datome per il +10 58-68. Che poi, con 4'11" stoppa Carroll solo in contropiede e prende il rimbalzo sull'azione madridista seguente.

Le merengues perdono la bussola, Bogdanovic e Udoh proseguono sulla scia di Datome: 58-72 e timeout Laso. Ma non c'è più tempo, anche se il Fener è un pò lezioso nel trascinare un paio di azioni al limite dei 24 secondi, perdendo palla. Ayon e la bomba di Rodriguez sono l'ultima fiammata del Real, 63-72 tuttavia negli ultimi 107 secondi quattro tentativi a vuoto dall'arco parlano da soli. Il Fenerbahçe (3-0) sbanca il Barclayscard Center e va meritatamente alle Final Four, Madrid abdica dal titolo 2015 contro quella che oggi è probabilmente la più accreditata per la vittoria finale.

Risultato 63-75 con 15 di Rodriguez, 14p+14r di Gustavo Ayon per il Real; 17 di Bogdanovic, 15p+12r di Udoh, 14 di Dixon, 13p+6r+1as+2recuperi per Gigi Datome in 29', 11 di Kalinic per il Fenerbahçe. Gustoso siparietto di Bogdanovic, intervistato a fine gara. Alla domanda cosa avesse detto Obradovic negli spogliatoi prima della palla a due, risponde: "Che non dovevamo essere così stupidi da ritenere di essere alla prima di tre match-ball, ma di essere intelligenti e pensare che questa era l'ultima occasione".

 

Sevinç

— Fenerbahçe Basketbol (@FBBasketbol)