LIVE Bon Prox Galà del basket: l'Italia c'è, battuto il Porto Rico

30.06.2016 22:41 di Riccardo Giordano  articolo letto 1688 volte
LIVE Bon Prox Galà del basket: l'Italia c'è, battuto il Porto Rico

Dopo la battuta d'arresto subita col Canada, in un match in cui non è entrato assolutamente nulla, gli azzurri si rifanno battendo il Porto Rico 83-70, guidati dall'MVP Danilo Gallinari, autore di 18 punti chirurgici, con l'83% al tiro. Un'ottima prova di tutti quelli che hanno assaggiato il parquet di un Biella Forum vestito a festa per l'occasione, soprattutto a livello difensivo dove l'Italia doveva dimostrare di aver lavorato sui piccoli difetti finora mostrati. La stanchezza di Porto Rico ha sicuramente facilitato i compiti degli uomini di Messina, che hanno comunque reagito nel migliori dei modi all'unica sconfitta subita in questa marcia di avvicinamento al Torneo Preolimpico di Torino, giocando in maniera solida e concentrata, guidando per tutti i 40' e non perdendo mai la testa nei tentativi di rimonta dei caraibici. In attesa del debutto con la Tunisia, il 4 luglio, e soprattutto della comunicazione dei 12 prescelti dal coach, l'Italia conferma di avere tutte le carte in tavola per giocarsela con Croazia e soprattutto Grecia, orfana peraltro di Sloukas, sapendo di poter contare sul sesto uomo che si farà sicuramente sentire dagli spalti del capoluogo piemontese. 

LIVE

Buonasera dal vostro Riccardo Giordano, inviato per PianetaBasket direttamente da Biella per l'ultima partita di preparazione della Nazionale italiana in vista dell'attesissimo torneo preolimpico di Torino, dove gli azzurri proveranno a strappare un pass olimpico dopo 12 anni di assenza forzata. Non c'era avversario migliore del Porto Rico, impegnato a sua volta nel torneo preolimpico di Belgrado, una squadra che ieri ha messo in seria difficoltà il Canada, guidata da Arroyo e dalla stella Barea. Intanto si segnala il ritorno di Bargnani, dopo lo stop precauzionale delle ultime partite; assente invece Belinelli, vittima di una frattura mandibolare nella sfida di Bologna col Canada, il quale dovrebbe rientrare il 5 luglio per il big match con la Croazia.

Quintetti. Italia con Hackett, Gentile, Datome, Gallinari e il rientrante Bargnani; Porto Rico con gli stessi di ieri, ovverosia Barea, Huertas, Vassallo, Balckman e Ramos.

L'Italia parte fortissima, sfruttando le amnesie difensive di un Porto Rico rimasto negli spogliatoi: Bargnani segna i primi 5 punti contro un Ramos in difficoltà a seguirlo fuori dal pitturato; Gallinari, la schiacciata di Gentile e il jumper di Datome costringono al primo timeout Casiano sull'11-2 al 3'. 

Balkman è costretto ad uscire per il suo secondo fallo, togliendo un'opzione offensiva importante per il Porto Rico, il cui attacco continua a battere in testa contro una difesa azzurra reattiva e fisica, in grado di recuperare palloni e lanciare il contropiede, uno dei quali chiuso dalla schiacciata di Bargnani. 15-8 al 6'. 

Messina concede spazio a Cinciarini, Aradori, Melli e Cusin, lasciando solo Datome dello starting five; nei portoricani entrano Arroyo, Clemente, Sanchez e Holland: Cusin segna dalla media, dall'altra parte risponde Clemente con un 2+1 importante per non perdere contatto fin dai primi minuti. 17-11 all'8'. 

Fine 1 q. I 4 punti consecutivi di Arroyo, due dalla lunetta, due con il palleggio arresto e tiro in faccia a Gentile, ricuciono leggermente il gap, con l'Italia che sciupa con Cervi il tiro sulla sirena. 21-16. (Bargnani 7, Gentile 4)

La tripla di Sanchez, perso da Cervi, costringe al primo timeout anche Messina (22-21 Italia): Arroyo è un vero e proprio rebus per tutti i giocatori che si alternano su di lui, trovando sempre la giocata giusta. In uscita dal timeout Datome trova la tripla del momentaneo +4. (25-21 al 13'). 

Casiano prova la zona in difesa, subito sconsigliata da 7 punti consecutivi del Gallo; spazio anche per Della Valle e l'ex Biella Guilermo Diaz, entrato a dar riposo ad un positivissimo Arroyo, schierato in coppia con Barea, soluzione vista solo negli ultimi minuti contro il Canada. 36-27 al 17'. 

Fine 2 q. 40-29 a favore degli azzurri. Attacchi più statici, Melli segna gli ultimi 4 punti italiani dalla lunetta, i caraibici vanno a segno solo con Diaz perso dalla difesa sulla rimessa (uno dei pochi errori in tutto il primo tempo). La notizia positiva per Messina sono i soli 29 punti concessi agli avversari che pur non in serata di grazia hanno affrontato una difesa finalmente reattiva dopo le difficoltà palesate con i più fisici canadesi in quel di Bologna. (Gallinari 9, Bargnani 7; Barea e Arroyo 6 punti ciascuno)

Inizio 2° tempo. Porto Rico trova con più facilità la via del canestro: il gigante Ramos va a segno col piazzato, Balkman chiude un contropiede facile e Barea segna dall'arco; il rebus per i caraibici resta Gallinari, già a quota 14 punti e davvero ispirato in questa serata biellese. 45-39 al 24'.

La panchina portoricana viene punita con un tecnico, non felice dell'arbitraggio a loro dire eccessivamente squilibrato. L'Italia non ne approfitta, subendo la tripla di Huertas del -7, accellerando immediatamente in attacco però grazie al palleggio arresto e tiro dietro l'arco di Hackett, seguito dal 2/2 del giocatore dell'Olympiakos dalla lunetta frutto dell'antisportivo di Balkman, a cui fa seguito la tripla di Datome per il massimo vantaggio azzurro sul 57-42 al 27', con Caisano che chiama il minuto per riorganizzare la squadra.

Fine 3° q. 65-47. Il break italiano viene confermano anche nel finale di quarto: difensivamente gli azzurri non concedono nulla al pick and roll avversario, con lo show del lungo a scoraggiare le penetrazioni del palleggiatore in attesa del recupero del piccolo; offensivamente ha anche la fortuna dalla sua: sulla sirena dell'ultimo riposo Datome spara dall'arco trovando il fondo della retina con l'aiuto dell'amico tabellone. 

Tentativo di quintetto piccolo per Messina, con Gallinari e Melli in posizione di 4 e 5. Il Porto Rico risponde cambiando su tutti i blocchi, rientrando nel mentre sul -11 grazie alla vena realizzativa di Vassallo. 

Vassallo prosegue nella sua striscia personale, riaprendo la partita sul -8 con l'ennesima tripla. Nel momento del bisogno risponde sempre il Gallo (17 per lui), che segna 4 liberi, interrotti solo dal primo canestro in maglia azzurra per l'esordiente Tonut, uno dei probabili esclusi della spedizione azzurra a Torino, ricevendo comunque la riconoscenza del suo allenatore per questo periodo con la maglia della Nazionale. Barea dall'arco riaccorcia nuovamente 78-67 al 37'. 

Passerella finale, con spazio anche per Dada Pascolo: finisce 83-70, con la tripla di Melli che è l'ultima emozione di questa serata.

TABELLINO

ITALIA: Abass 0, Poeta 2, Aradori 9, Gentile 8, Bargnani 9, Gallinari 18, Melli 6, Cusin 3, Datome 11, Cervi 2, Cinciarini 3, Hackett 10, Tonut 2, Della Valle 0, Pascolo 0. All.: Messina

Porto Rico: Clemente 3, Diaz G. 2, Barea 12, Arroyo 12, Vassallo 11, Diaz J. B. 7, Sanchez 3, Balkman 8, Galindo 0,Holland 2, Huertas 3, Ramos 7. All.: Casiano.