LIVE A - Coppa Italia, tonfo clamoroso di Milano: vince Cantù

16.02.2018 20:05 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1958 volte
LIVE A - Coppa Italia, tonfo clamoroso di Milano: vince Cantù

Affacciatasi al torneo da grande favorita, Milano sceglie di giocare in velocità ma si fa beffare da una formazione che corre di più. Con la testa sgombra da pensieri e calcoli, i giocatori canturini fanno alla perfezione il loro lavoro dominando dal primo all'ultimo minuto, pur con le numerose assenze: la rotazione a sette porta 6 giocatori in doppia cifra e il settimo a 9 punti. La speranza per il futuro dei brianzoli è che l'infortunio di Thomas non sia nulla di grave.
Esce in maniera disastrosa la squadra meneghina, che dopo il 2-2 è stata sotto tutta la partita, con scarto in doppia cifra per oltre 30 minuti e una difesa troppo spesso imbarazzante. 105-87 il risultato finale 

Di seguito la cronaca del match

In campo al Mandela Forum scendono la Pallacanestro Cantù di Marco Sodini - che deve fare a meno di Culpepper e Crosariol -, e l'Olimpia Milano di coach Pianigiani, che rinuncia a M’Baye, Tarczewski e Kalnietis.

Thomas apre la gara con un semigancio. Dall'altra parte risponde Micov, ma Cantù parte forte e fa 2-9. Thomas allunga ancora il vantaggio di Cantù fino alla risposta di Theodore, 4-11. A segno anche Kuzminskas, poi tripla di Parrillo. Massimo vantaggio per Cantù con i liberi di Smith (7-18). Milano fa fatica, ma Goudelock riporta i milanesi a -6 a 2 minuti dalla fine del quarto. La partita si accende, canestro di Chappell, triple di Bertans e Smith (15-23). Milano con le idee confuse perde due palloni consecutivi, Pascolo commette il suo secondo fallo. Chappell dalla lunetta fa 2/2. Bel canestro di Goudelock, Maspero spreca un canestro già fatto e Raucci manda Gudaitis in lunetta con 3''. 1/2 del lituano, poi la tripla da centrocampo allo scadere del primo quarto di Cournooh, 18-28 Cantù.

Ancora Thomas per il 18-30, che nell'azione offensiva successiva realizza una tripla con il fallo di Gudaitis: timeout Milano sul 18-33. La tripla di Bertans sblocca i biancorossi dopo qualche errore di troppo, troppo facile il lay-up per Smith (21-35). Gudaitis commette in attacco il suo secondo fallo, Milano ha già raggiunto il bonus con 7' da giocare. Ancora Smith (21-37), Milano fa fatica a costruire gioco, Cusin trova due punti importanti a rimbalzo offensivo. Bertans in contropiede stoppato da un grande gesto atletico di Cournooh, Burns forza una conclusione dal post e Sodini decide di chiamare timeout sul 23-38.
Theodore per il 25-38, ma Thomas ha troppo spazio e arriva a quota 13. Ancora Theodore in penetrazione, ma Cournooh brucia Jerrells (27-42). Goudelock realizza il -13, Thomas sbaglia una tripla e nell'azione successiva commette il suo terzo fallo. Theodore in lunetta porta i suoi a -11. Ancora Milano male in difesa, due facili per Chappell. Theodore però è ispirato e manda Cusin a schiacciare. Due triple consecutive degli italiani Maspero e Parrillo mandano Cantù sul 33-50, poi Burns in contropiede per il clamoroso 33-52. Timeout Pianigiani con due minuti da giocare.
Ancora palla persa per i biancorossi, Chappell schiaccia in contropiede il 33-54. Pascolo a rimbalzo offensivo trova due punti, ma Milano non riesce a difendere, concede un rimbalzo offensivo e poi due liberi per Maspero che ne realizza 1. Theodore in penetrazione trova lo scarico per la bomba di Goudelock, ma anche nell'ultima azione Milano difende malissimo, e Maspero su rimbalzo d'attacco trova il 38-57 che chiude il secondo quarto.

 

Partono da dove avevano iniziato i brianzoli, palla recuperata e in contropiede realizza Burns. La tripla di Thomas è seguita da 5 punti in fila di Kuzminskas 45-62. Cournooh per il +19, poi Burns rischia il 2+1 in contropiede ma trova comunque il +21 dopo 22' 30''. Kuzminskas forza la tripla, Burns sbaglia un rigore dopo l'ennesimo svarione difensivo di Milano. Thomas con il quarto fallo sul rimbalzo offensivo di Theodore, con ancora tantissimi minuti da giocare. Goudelock da 3 (48-66). Terzo di Theodore su Smith dalla lunetta per il +20. Fase confusa con palle perse da una parte dall'altra. Grande canestro di Smith che arriva a 17, grande tripa di Goudelock che arriva a 18 ma Milano è lontanissima. Ancora un buco difensivo per la tripla di Chappell. Timeout Pianigiani sul 51-73, spiccano le palle perse (13 a 3).
Milano esce male dal timeout con due errori di Goudelock, Parrillo con una clamorosa tripla allo scadere dei 24 per il 51-76. Abass da 3, Maspero ancora dall'arco per il 54-79. al 26'. Cournooh brucia Theodore e trova il suo quarto fallo. Sodini inserisce anche Tassone in rotazione per far riposare le sue stelle, ma Kuzminskas in contropiede costringe i canturini al timeout sul 61-80 con 1'20". Milano difende finalmente bene, airball di Maspero e palla recuperata, ma trova solo un brutto tiro con Kuzminskas dall'arco che non realizza. Bella palla rubata di Abass che sbaglia la schiacciata, ma il lituano corregge. Altra grande difesa biancorossa, Abass intercetta e serve Cinciarini che sbaglia una tripla con spazio che poteva essere molto importante. Finisce il terzo quarto 63-80

Milano parte con la tripla di Goudelock per il -14, ma la difesa a tutto campo nell'azione successiva regala due comodi punti a Burns. Cantù attacca male, Kuzminskas sbaglia una comoda tripla. Palla persa ingenua di Smith per 8 secondi, il quarto fallo di Maspero manda Goudelock in lunetta (68-82 a 8' dalla fine):
Grande arresto e tiro di Smith che sblocca i suoi, Milano attacca male pur continuando ad accumulare rimbalzi offensivi che però non fruttano niente. Chappell dall'arco riporta la tranquillità, +19 sul 68-87. Timeout Pianigiani a 7' dalla fine.
Chappell schiaccia il +21 in contropiede. Lay-up di Theodore, poi Pascolo si mangia un clamoroso 2vs1. Smith è scatenato, mette una tripla pazzesca in faccia a Pascolo che sembra decretare la fine con grande anticipo (70-92 a 5' dalla scadere). Quattro punti di Cinciarini convincono Sodini a chiamare timeout con 4'19'' sul cronometro.
Palla persa di Burns, ma Theodore restituisce il favore commettendo passi. Persa di Smith, tripla di Theodore, Thomas sbaglia e si accascia a terra tenendosi la caviglia. 5 vs 4 e Pascolo trova il 79-92, con Thomas costretto ad uscire per l'infortunio che, involontariamente, regala una ghiotta occasione per Milano. I biancorossi però commettono due falli sciocchi in sequenza regalando due liberi a Cournooh, e poi sbagliano tre tiri consecutivi. Burns dalla lunetta segna il 79-95 con 2'23'' da giocare. Liberi di Cinciarini, poi Bertans sbaglia con spazio il possibile -11. Smith ancora dalla lunetta arriva a 23, Theodore d'orgoglio per il 2+1. 84-97 con 1'54''. Il pressing biancorosso va ancora a vuoto, due schiacciate consecutive per Burns (87-101). Chappell si regala un'altra bomba, la partita finisce con il fallo antisportivo di Cinciarini su Parrillo. Il finale è 87-105

MVP: Jaime Smith, 23 punti, 7/8 al tiro, 8 assist, 8 falli subiti

Olimpia Milano: Goudelock 23, Theodore 16, Kuzminskas 10, Cinciarini 9, Micov 7, Pascolo 6, Bertans 6, Cusin 4, Abass 3, Gudaitis 3, Jerrells,

Red October-Mia Cantù: Smith 23, Chappell 19, Thomas 16, Burns 14, Parrillo 12, Cournooh 12, Maspero 9, Raucci, Tassone,