Legadue-Eurobet, play-off al via. Questa sera Sigma Barcellona-Morhpho Basket Piacenza ed il derby pugliese tra la Enel Brindisi e la la Domotecnica Ostuni

09.05.2012 08:46 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1545 volte
Fonte: Fabrizio Pungetti in collaborazione Ufficio Stampa Sigma Basket Barcellona e Ufficio Stampa Morpho UCP Piacenza
Il PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto
Il PalAlberti di Barcellona Pozzo di Gotto

Post season che dovrà eleggere la seconda promossa ad affiancare la Trenkwalder Reggio Emilia vincitrice della regular season. Si parte mercoledì con gara1 dei quarti, e la prima partita sotto i riflettori di Rai Sport 2 (ore 20.45) sarà la sfida Sigma Barcellona-Morpho Piacenza, mentre alle 21 al PalaPentassglia andrà in scena il derbyssimo tra quell’Enel Brindisi, che cerca la promozione per fare il bis della stagione 2010 (ma allora arrivò già direttamente i nregular season) e la matricola Domotecnica Ostuni, ovvero quell’Assi Basket che nel suo primo campionato di Legadue ha conquistato due storici risulati , la salvezza e anche i play off con il professor Marcelletti giunto a 800 panchine a confezionare un altro miracolo cestistico. Giovedì invece la diretta televisiva sarà su E’ Tv (can. 829 bouquet Sky) con la sfida tra la Givova Scafati di coach Griccioli e un'altra matricola rivelazione, la Centrale del Latte Brescia di coach Dell’Agnello, mentre l’altro match in programma sarà a Pistoia tra la Giorgio Tesi Group di coach Moretti e la Prima Veroli di coach Gentile che,dall’ultimo posto di gennaio, ha rimontato fino ai play off. Due dati balzano agli occhi guardando questi play off al via: è stata una grande annata per le matricole di cui ben tre hanno centrato i play off (Unione Cestistica Piacentina classificata sesta, Basket Brescia Leonessa settima e Assi Ostuni nona, con le altre due neo promosse, Pallacanestro Sant’Antimo e Biancoblù Bologna comunque a raggiungere l’obiettivo salvezza) e il fatto che tra le magnifiche otto a duellare in play off che si annunciano accesissimi ci saranno ben tre coach che sono stati grandi giocatori: Paolino Moretti, Sandro Dell’Agnello e Nando Gentile, questi ultimi due compagni dello scudetto casertano e che ora ritrovano da collega e avversario il oro antico maestro, Franco Marcelletti.
Venendo alla partita di Barcellona subito di fronte due squadre renderanno la serie tutt’altro che scontata. La Sigma Barcellona, partita con grandi ambizioni, che ha avuto un cedimento(dopo 6 vittorie consecutive) quando sembrava avviata a scalare la classifica cedendo nello scontro diretto con Brindisi a cui seguirono 4 ko in fila per arrivare alla sostituzione del dimissionario (dopo il ko in casa con Verona) coach Pancotto con coach Giancarlo Sacco, da un coach esperto all’altro. Il nuovo coach, pesarese, uomo di mare, ha riportato sulla rotta giusta la nave del presidente Immacolato Bonina che ora è pronta a conquistare quella promozione che a Barcellona Pozzo di Gotto non hanno mai nascosto essere obiettivo voluto e programmato. Per i play off, il gm Sandro Santoro ha chiuso il colpo con l’USA Jameson Curry, che ha debuttato a Bologna sabato scorso: starà a coach sacco gestire il turn over con l’esperto Micheal Hicks, cannoniere di provata affidabilità (vincitore classifica marcatori anche in serie A in maglia Scavolini Spar Pesaro). Due club che stanno bruciando le tappe: se il Basket Barcellona è arirvato in Legadue un anno fa, l’Unione Cestistica Piacentina del presidente Gianni Rispoli e del suo vice e dirigente storico Lugi Stecconi è al suo primo anno in Legadue, dove ha raggiunto tutti gli obiettivi, andando oltre con questi play off: ma la squadra di coach Fabio Corbani (uno dei candidati a coach dell’anno) e del gm Marco Sambugaro (anche in questo caso un ex giocatore) non pare essere di quelle appagate, ma anzi formazione che ad ogni conquista is esalta ancora di più per arirvare ad un’latr subito dopo. Sul parquet anche grandi nomi: basta partire da quel Mike Green che un anno fa, di questi tempi, stava conquistando la finale scudetto in maglia di Cantù (persa poi contro la super potenza Siena) e a cui ora la Sigma si è affidata per andare in serie A, per dire delle ambizioni della società siciliana: un anno con qualche difficoltà per il piccolo play Usa, poi superata, per confermare la sua fama che domani sarà messa alla prova dall’assalto di capitan Passera e Alex Simoncelli; oppure, passando dall’altra parte, quell’ Alan Voskuil che si è dimostrato uno degli attaccanti più forti dell’anno e forse il miglior comunitario arrivato in questa stagione, immaginate che duello con il mastino figlio d’arte Ryan Bucci che sta trovando la maturità della sua carriera da capitano giallorosso; e poi anche un giovane come Matteo Da Ros, uno dei migliori Under 24 dell’anno, cresciuto in modo esponenziale, che se la dovrà vedere contro il super atleta Dawan Anderson; e che dire di tiratori come CC Harrison e Mindauskas Lukauskis, o di pivot di stazza, Emanuele Mocavero (supportato anche da Luigi Dordei e Philip Martin), e da battaglia, Luca Infante (con Ryan Amoroso altro lungo solido e roccioso)?

LE ULTIME DAI CAMPI
In casa Barcellona coach Sacco non ha ancora sciolto la riserva sul turn over tra Hicks e Curry e deciderà domani dopo la seduta di tiro. In casa Morpho buone condizioni fisiche e tutti presenti agli ordini di coach Corbani

COME CI ARRIVANO
La Sigma ha chiuso la regular season perdendo a Bologna con la Conad all’ultimo tiro (93-90, tripla decisiva di Ferrero: Da Ros e Lukauskis 14, Curry al debutto 13 con 3/6 da tre, Green 10 e 7 assist) e il percorso di coach Sacco racchiude 4 vittorie (le prime tre consecutive) in 6 gare alla guida dei siciliani. Per la Morpho vittoria finale con la Tezenis Verona (75-71), quarta vittoria nelle ultime 5 gare. In evidenza i lunghi, Anderson con 14 punti e 9 rimbalzi e Infante con 11+5, , poi 17 punti di Voskuil e 13 di Harrison.

LE PAROLE DELLA VIGILIA
In casa Sigma ecco coach Sacco: "Le squadre che sono entrate nei play off sono quelle che lo meritano e che, in questo momento, sono le più in forma. Nei play off si parte tutti alla pari. Nella mia carriera, sono partito più vote dalle ultime posizioni e sono arrivato fino alla finalissima. Tante squadra già vincenti sulla carta spesso non hanno raccolto niente e chi invece non se l'aspettava ha centrato il risultato pieno. Questi sono i play off: si gioca una partita alla volta e le serie sono molto lunghe e impegnative. Si parte con Piacenza. Dopo, speriamo di avere ancora degli avversari da affrontare". A Bologna, Sacco ha fatto esordire Jameson Curry in giallorosso. Sarà così anche domani sera? "Abbiamo una rosa di 11 giocatori. Valuteremo situazioni fisiche e di inserimento unitamente alle caratteristiche degli avversari. Noi viviamo tutto molto serenamente ed i nostri ragazzi sono dei veri professionisti".

 
Non vede l'ora di cominciare a giocare i play off il capitano Ryan Bucci: "Sono molto contento di essere arrivato a questo punto. Adesso le partita contano di più e l'intensità sale a livelli altissimi. Non vedo l'ora di iniziare e soprattutto di tornare a giocare al "PalAlberti" dopo un mesetto di trasferte. Adesso viene il bello!". Poi un commento sull'avversario di domani sera: "Piacenza é molto forte. Abbiamo vinto due volte contro di loro in campionato, ma non é mai stato facile e poi loro ci hanno anche battuti in Coppa Italia. Verranno qui probabilmente senza particolari pressioni e quindi possono metterci parecchio in difficoltà. Sarà una battaglia tosta perché i nostri avversari sono forti e pericolosi".
Il presidente Bonina c chiede iauto al pubblico e per questo ha varato prezzi popolari: ““Abbiamo cercato di rendere i prezzi un po' più accessibili a tutti. Vogliamo che la città stia al nostro fianco per aiutarci a coronare un sogno per il quale la nostra società ha fatto tanti sacrifici. Noi ci crediamo e sappiamo che, con il supporto della nostra gente, nessun traguardo é impossibile da raggiungere”- ha affermato il Presidente Immacolato Bonina. Il massimo dirigente giallorosso ha inoltre dichiarato: “Noi abbiamo sempre detto che non bisogna avere paura di volare e di sognare. Crediamo fermamente nell'amore della nostra gente per la nostra squadra e sono sicuro che in queste prime due gare interne dei play off vedrò il “PalAlberti” veramente gremito. Voliamo e sogniamo insieme. Questo ci renderà invincibili!”.

 
Sul fronte piacentino ecco il pensiero di coach Corbani: "In vista di questa serie abbiamo sensazioni positive, siamo sereni ma non appagati: con tutto il rispetto per gli avversari, andremo in campo per vincere. Contro Barcellona abbiamo sempre disputato buone partite, quel che più conta è che non abbiamo mai subito e questo è certamente un segnale positivo. La Sigma è un'ottima squadra, ha aggiunto Curry rendendosi ancora più competitiva e potrà vantare il fattore campo anche, essendoci arbitri più selezionati in questi playoff, spero che possa incidere in maniera minore rispetto alla regular season. Gara 1 è certamente una partita particolare, però qualunque risultato non pregiudicherà l'esito della serie. E' ancora tutto troppo relativo. Noi proveremo a trionfare in ogni sfida, e ci proveremo già da mercoledì!"

 
Luca Infante è l’italiano con più esperienza ed è pronto: "Siamo carichi e al tempo stesso tranquilli perchè sappiamo di aver raggiunto un risultato eccezionale. Nessuno ad inizio anno avrebbe scommesso su di noi, ci mettevano fra le squadre in lotta per la salvezza ed invece abbiamo finito il campionato appena sotto le favorite per la promozione. E' una grande soddisfazione. Adesso affronteremo questo turno di playoff contro una squadra ben attrezzata, con una panchina lunga e che può vantare un pubblico di casa davvero trascinante. Saremo noi contro tremila persone, il massimo per uno sportivo! A mio avviso, gara 1 nell' economia della serie è la più importante, loro avranno addosso una certa pressione e se noi riuscissimo ad imporci subito, sono certo che ogni pronostico verrebbe abolito definitivamente. Di tutti i top teams affrontati, Barcellona è quello rientra maggiormente nelle nostre corde, basti pensare al turno di Coppa Italia o alle sfide in campionato. Penso che nessuna partita sarà scontata, anche loro ci rispettano! Il segreto per provare a vincere ancora sarà quello di restare attaccati agli avversarsi in ogni momento, se rimaniamo uniti e compatti possiamo dare fastidio a chiunque!".

GLI ARBITRI
Alessandro Martolini di Roma, nato il 9 giugno 1976, 185 presenze (Lega A e Legadue), professione avvocato; Enrico Bartoli di Trieste, nato il 9 giugno 1976, 65 presenze, professione preparatore atletico; Michele Rossi di San Sepolcro (Arezzo), nato il 30 caprile 1980 (il più giovane fischietto del campionato), esordiente, 13 presenze, professione bancario

DOVE SI GIOCA
PalAlberti, via Napoli contrada Zingari – Barcellona Pozzo di Gotto

GARA-2

Venerdì 11 maggio 2012

Enel Brindisi-Domotecnica Ostuni ore 20.30 – Diretta Rai Sport 2

Arbitri: Calbucci (Pomezia, Roma), Mazzoni (Grosseto), Borgioni (Roma)

Sigma Barcellona-Morpho Piacenza ore 21

Arbitri: Masi (Firenze), Ciaglia (Caserta), Quarta (Torino)