Lega A - Sassari supera Cremona: Pierre allo scadere ribalta anche la differenza canestri

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1480 volte
Lega A - Sassari supera Cremona: Pierre allo scadere ribalta anche la differenza canestri

Parte dal +15 dell'andata la Vanoli Cremona che scende in campo al Palaserradimigni per la 21esima di campionato in casa del Banco di Sardegna (96-81). Le due formazioni non sono le stesse di allora, c'è il ritorno di Travis Diener per la prima volta da avversario, c'è una classifica che si fa sempre più stringente. La vittoria alla fine arride alla formazione allenata da Federico Pasquini per aver saputo trovare le energie mentali e fisiche per strappare l'allungo definitivo quando la Vanoli si stava riproponendo ancora una volta per un finale in volata.

La cronaca: con i due punti di Ruzzier parte meglio la Vanoli. Sassari c'è ma deve fare la corsa sugli ospiti che al 5' con Kelvin Martin fanno 9-12. Lo stesso con 3'39" dall'angolo infila al tripla del +5. La dinamo però corre e coglie rapidamente il pareggio con Pierre dall'angolo e sorpassa con Polonara, quasi dal vertice oltre la linea da tre punti. E' un break importante 10-0, spinto da due palle perse dei lombardi e qualche tripla aperta, e chiuso dal contropiede di Travis 22-19 con 1'. I liberi di Planinic e Drake Diener fissano il punteggio al 10' 23-21 con 8 di Pierre.

Secondo quarto che si apre a colpi di triple. Si sveglia Bostic, risponde Martin ma l'abbrivio è per Sassari che con Spissu coglie la bomba del +10 a finire il 13' seguito dal contropiede di Bostic. Meo Sacchetti, sul 39-27, coglie il segnale d'allarme e prende timeout. Rientra Johnson-Odom ma l'attacco è sterile, Sassari allunga ancora con Bostic e Planinic. Il 14-0 parziale viene chiuso da Odom al 15' 43-29. Banco in bonus, in lunetta Martin che arriva a 10 punti personali. Sporca le medie da tre la formazione di Pasquini e rimedia andando più vicino al canestro; la Vanoli spara a salve e con 2'06" la tripla di Bamforth tocca i 50 punti segnati. Fontecchio, che si iscrive al tabellino, e la tripla di Drake Diener è uno strappo a favore degli ospiti che Pasquini teme: e arriva timeout. Il tempo finisce con due liberi di Travis e l'irritazione di Bamforth che lamenta la rudezza difensiva di Ruzzier: 50-40. Tabellini: 13 Planinic, 10 Bostic e Martin.

Si riparte con sei punti in fila di Polonara. Cremona non si scompone e piazza una risposta da 0-8. La tripla di Stipcevic al 23' vale 59-48, ed è battaglia vera. Anche perché tra palle perse e stoppata di Polonara arrivano due bombe di Cremona per il -5 e il timeout di Pasquini 59-54 con 4'30" sul cronometro. Ora, con le due formazioni in bonus, si risponde colpo su colpo; il fisico di Pierre, la tripla di Portannese del 65-62, la palla del possibile pareggio con 115 secondi. Che arriva con cinque punti in fila di Fontecchio, inframmezzati dal canestro di Planinic: 67-67. Portannese si ripete da tre e Planinic si fa largo sotto per chiudere il terzo periodo 69-70.

Intenso l'ultimo periodo: la Dinamo ribalta la situazione piazzando in 4' un 10-2 con tripla di Bostic e contropiede di Polonara, con timeout di Sacchetti 79-72. Ma l'ala italiana è sempre più padrone del match e firma altri cinque punti per 84-72 con 4'56" sul cronometro. L'abbrivio è tutto della squadra sarda, che non perde più battuta. Al 39' un attacco della Vanoli finisce con due liberi per Bostic: 96-82 e Sassari può pensare alla differenza canestri. Rok Stipcevic risponde ai liberi di Portannese, la Dinamo ha qualche fallo da spendere e non si fa pregare. Ma non è furbo mandare in lunetta Drake per il 99-86. Invece allo scadere il buzzer beater di Pierre da tre punti regala a Sassari anche il vantaggio canestri: finisce 102-86.

Dinamo Banco di Sardegna 102– Vanoli Cremona 86

Parziali: 23-21; 27- 19; 19-30; 33-16.

Progressivi: 23-21; 50-40; 69-70; 102-86.

Banco di Sardegna. Spissu 3, Bostic 20, Bamforth 6, Planinic 23, Devecchi, Pierre 13, Jones 8, Stipcevic 9, Hatcher, Polonara 20, Picarelli, Tavernari. All. Federico Pasquini.

Cremona. Johnson Odom 9, Martin 15, Gazzotti, T. Diener 5, Ricci 4, Ruzzier 5, Portannese 15, Fontecchio 12, Sims 2, D. Diener 15, Milbourne 4. All. Meo Sacchetti

 

La più classica delle gufate del telecronista... 🦉😳 |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)