Lega A - Playoff, al Taliercio Milano chiude la corsa di Venezia e conquista la finale (4-2)

29.05.2016 23:07 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 809 volte
Lega A - Playoff, al Taliercio Milano chiude la corsa di Venezia e conquista la finale (4-2)

Per l’Umana Reyer una gara 6 durissima, sempre in salita e con un canestro che si fa piccolissimo ogni volta che gli orogranata vanno al tiro anche per la grande fisicità messa in campo dall'Olimpia Milano. Quando tutto sembra avviato a conclusione un flash di Venezia con la tripla di Viggiano porta a un pareggio insperato a 2' dalla fine, ma è solo un attimo: la Reyer si deve arrendere ancora una volta all’EA7 uscendo a testa altissima dai playoff. Gli episodi finali, contestati o meno dal pubblico lagunare, sono favorevoli a Milano, che si aggiudica la serie per 4-2 e attende domani sera di conoscere l'avversaria che uscirà da gara 7 tra Reggio Emilia ed Avellino.

Milano prova a mettere le mani sulla partita con un avvio forte e con l’Umana Reyer che, a parte due punti di Bramos, segna col contagocce: al 3’30” è 2-12, con l’11% dal campo per gli orogranata e l’83% per l’EA7). L’Umana Reyer però non molla e trova fiducia: un parziale di 6-0 la rimette in partita e la gran difesa concede solo 4 punti agli avversari, così, all’intervallo breve , c’è un solo possesso pieno di ritardo (13-16).

Dopo due punti di Pargo, gli ospiti tornano a segnare dopo 4′ con Gentile, che poi però sgomita troppo in attacco su Tonut e, con l’aggiunta di un tecnico per proteste, è già a tre falli dopo 12’30”. Tonut, al 13′, è anche il protagonista della tripla del pareggio a quota 18, con una schiacciata di Ejim in contropiede che vale addirittura il sorpasso al 14’30” (22-21). Un monumentale capitan Ress (stoppata su Sanders, gran difesa su Batista, rimbalzo offensivo e altra grande difesa su McLean in rapida successione) permette di mantenere il vantaggio fino al 16’30”, quando la tripla di Lafayette riporta avanti Milano, che poi va all’intervallo lungo con quattro punti di vantaggio (26-30), dopo un finale di tempo in cui arrivano a tre falli anche Pargo e Krubally.

L’avvio del secondo tempo è caratterizzato dalla difesa di Batista, anche se Milano non ne approfitta inizialmente, visto che il primo canestro (di Kalnietis) arriva dopo 3′. Per 7′, l’Umana Reyer mette sul tabellone solo un tap-in di Ortner, così gli ospiti allungano fino al 28-41, con Tonut e i rimbalzi offensivi di Krubally che permettono agli orogranata di riavvicinarsi fino al -8.

Milano inizia l’ultimo quarto avanti di 10: margine che perdura fino al 32’30” (40-50). Poi, nonostante il quinto fallo di Ejim, l’Umana Reyer si gioca il tutto per tutto con un quintetto basso, rosicchiando punto su punto. Un contropiede di Tonut vale il 50-52 al 36′, con Repesa che chiama time-out, dal quale l’Umana Reyer esce però male, con l’infrazione di 5″ sulla rimessa di Green. La parità, comunque, arriva lo stesso (57-57) al 38′, con la tripla di Viggiano, protagonista nel frangente anche a rimbalzo. Un gioco da tre punti di Simon, una schiacciata sbagliata da Krubally e il 2/2 di McLean dalla lunetta a 1’08” dalla fine sono il break decisivo. Perché l’Umana Reyer ci prova, anche col fallo sistematico, ma Milano è glaciale e trionfa, 60-68.

Parziali: 13-16; 26-30; 38-48

Umana Reyer: Pargo 8, Ejim 7, Peric ne, Bramos 4, Tonut 12, Krubally 10, Green 6, Ruzzier, Visconti ne, Ress 5, Ortner 2, Viggiano 6. All. De Raffaele.

EA7: McLean 4, Lafayette 16, Gentile 11, Cerella 2, Kalnietis 4, Macvan 2, Vercesi ne, Magro ne, Cinciarini, Sanders 5, Simon 15, Batista 9. All. Repesa.