LEGA A - Pistoia strapazza Torino (+28), la Fiat risale a -3 e poi cade: addio playoffs?

31.03.2018 19:42 di Pietro Battaglia  articolo letto 547 volte
LEGA A - Pistoia strapazza Torino (+28), la Fiat risale a -3 e poi cade: addio playoffs?

Pistoia sbanca il Ruffini e spazza via ogni dubbio sulle chance di Torino di sognare un risveglio da un momento no che non finisce più. L’avvio biancorosso è fulmineo e vale il +28, i gialloblù risalgono solo fino a -3, ma non riescono nel colpo di coda nel finale. Così dopo cinque mesi abbondanti (dopo la prima gara di campionato) tornano in trasferta i due punti per Pistoia, sul campo di Torino. I piemontesi con la quarta debacle in fila continuano a viaggiare a ritmo retrocessione nel girone di ritorno con all’attivo soltanto due vittorie, per di più con le ultime due della graduatoria.

La partita

Pala Ruffini silenzioso prima della palla a due, si respira l’aria di contestazione (dopo tre sconfitte di fila) come prima della sfida contro Avellino, quando l’Auxilium uscì subissata da una marea di fischi.

Galbiati schiera Blue, Garrett, Mazzola, Mbakwe e washington.

Esposito risponde con gaspardo, Mc Gee, Moore, Onuoma e l’ex Ivanov.

0-4 ospite dopo pochi secondi. Moore allunga 3-7 e Torino trova il primo canestro dal campo della frazione sul 5-7 con Mbakwe. L’inerzia è comunque tutta toscana. Mian prima e Mc Gee poi mettono a ferro e fuoco la blanda difesa piemontese: Galbiati è costretto al time out sul 6-17 dopo neanche cinque minuti. Tuttavia ancora Mian, seguito da Moore, affonda la Fiat: 7-26. Blue nel frattempo nsbaglia una schiacciata senza difesa, altrettanto fa Mazzola a rimbalzo e iniziano i fischi dagli spalti. Poeta segna il secondo e ultimo canestro dal campo gialloblù per l’11.28, ma sul ribaltamento di fronte Mian è più che solo per caricare con calma il tiro dell’11-31 che archivia un primo periodo a senso unico.

Mian riprende il filo del discorso (11-34) e Mc Gee scrive +28 ospite su un clamoroso 11-39. La Fiat tenta una reazione quando Esposito svuota la panchina e Garrett prova ad approfittare della marcatura di Della Rosa segnando sei punti di fila: 19-38. Nel frattempo le de squadre raggiungono il bonus e si prosegue a suon di tiri a cronometro fermo. Ivanov scrive 22-41, ma Washington trova il sesto canestro dal campo gialloblu: 25-41. L’Auxilium conquista anche la palla per avvicinarsi ulteriormente, tuttavia all’intervallo il gap resta immutato: 27-43.

Quando riprendono le ostilità entra in campo un’altra Fiat. Mbakwe trova subito il canestro, poi Poeta ruba palla e in contropiede segna il -9 (34-43). Magro risveglia i suoi, ma ancora Poeta, da 9 m, colpisce per il 39-45. Tuttavia Bond viene perso dalla difesa e risponde per rime (39-48). Torino non si ferma e continua a premere costringendo Esposito al time out sul 43-48 che riapre la sfida dopo appena tre minuti e mezzo di frazione. I piemontesi continuano a crescere, ma dopo essere arrivati a -4, concede tre rimbalzi d’attacco a una Pistoia che non segnava più. Moore così sblocca i toscani e Gaspardo riapre la forbice: 48-61. Ivanov ritocca il vantaggio esterno sul +15, anche se Vujacic e Pelle limitando i danni degli ultimi minuti chiudendo sul 55-63 il terzo periodo.

L’Auxilium prova il tutto per tutto e risale a -3 (60-63). McGee tiene avanti i suoi e Garrett ribatte: 64-68. A seguire Blue commette un antisportivo che può ricacciare indietro i suoi ma Poeta, Vujacic e Washington riscrivono -3 sul 71-74. Ecco che, però, Pistoia segna il 71-75 e con una serie di rimbalzi in attacco e Gaspardo trova il 2+1 che chiude i giochi: 71-78. Torino sbaglia, Pistoia anche, ma un altro rimbalzo in attacco permette a Ivanov in tap-in di fissare lo score sul 71-80 a 76 secondi dal termine. Poeta non molla, segna e spende una serie di falli (inutili) per fermare il tempo e mandare in lunetta gli avversari. La sfida tramonta sul 77-84. Il Ruffini protesta, seppur con una civile contestazione.

Festeggia invece il gremito settore ospiti, che festeggia la seconda vittoria esterna di tutta la stagione (dopo la prima giornata di campionato in cui era arrivata la prima).

Torino invece resta al palo anche questa volta, ma prosegue un girone di ritorno assolutamente lineare in cui ha praticamente sempre perso, eccezion fatta contro le ultime due della classe. I playoffs, inutile a dirlo, sono a conti fatti una chimera.

Pietro Battaglia

Tabellino

Torino

Blue 3, Garrett 19, Colo, Vujacic 10, Poeta 20, Washington 5, Mazzola 6, Pelle 5, Tourè ne, Mbakwe 9, Akoua ne, Stodo ne; all. Galbiati

Pistoia

Della Rosa, McGee 17, Barbon, Laquintana 6, Mian 17, Gaspardo 9, Magro 6, Bond 5, Moore 12, Ivanov 12, Onuoha; all. Esposito