Lega A - Lithuanian power: la difesa di Gudaitis e le triple di Kuzminskas regalano a Milano gara-4 e l’accesso alle finali

Milano, capace di rispondere costantemente ai tentativi di rimonta di Brescia, espugna il PalaGeorge in gara-4 e vince la semifinale 3-1. La Germani esce a testa alta dopo una grande stagione
30.05.2018 21:35 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 2137 volte
Lega A - Lithuanian power: la difesa di Gudaitis e le triple di Kuzminskas regalano a Milano gara-4 e l’accesso alle finali

Terzo successo consecutivo per Milano, che dopo lunedì si ripete ed espugna il PalaGeorge di Montichiari (70-76 il punteggio). Questa volta la vittoria vale l’accesso alle finali grazie al 3-1 contro una Brescia che, in gara-4, insegue dal primo all’ultimo minuto. L’Olimpia, con un quarto d'apertura da 25-16, impone subito il proprio ritmo e non permette mai alla Leonessa di correre. È una EA7 solida e costantemente in controllo, capace di resistere ai numeri tentativi di rimonta di una Germani mai doma. Kuzminskas gioca la sua miglior partita in biancorosso: 24 punti (4/6 da due, 5/7 da tre e 1/1 dai liberi) e 8 rimbalzi per lui, inclusa una tripla nel finale dal peso specifico notevole. Da menzionare anche Gudaitis, l’altro lituano di coach Pianigiani, che in difesa è un muro al di là delle 3 stoppate. I padroni di casa, che tirano con il 4/16 dall’arco, non riescono mai a fare il loro gioco e non trovano risposte positive sia da Cotton (7 punti con 2/6 al tiro e 2 palle perse), sia da Landry (10 punti con 4/14 dal campo). Le Scarpette Rosse affronteranno gara-1 di finale scudetto martedì 5 giugno: al Forum se vince Trento e al Taliercio se trionfa Venezia.

Dopo 2 anni l' raggiunge le !

— Lega Basket Serie A (@LegaBasketA)

La cronaca live del match: 

IL PRIMO QUARTO – Al posto di Hunt (fuori dai 12) c’è Moore, che parte in quintetto e segna la tripla per rispondere alla “bomba” iniziale di Micov. Poi Tarczewski schiaccia, Ortner fa 1/2 e Cinciarini segna da tre per il +5. Quindi Micov scrive 2 bucando la zona bresciana, Ortner replica con 6’20’’ sul cronometro e Kuzminskas si alza dall’arco: 5-13 EA7. Landry fa 2/2 e replica al guizzo di Kuzminskas, Micov fa uno splendido ribaltamento e serve la tripla di Jerrells, Cotton accorcia a -7 (11-18, 3'21'') e Landry schiaccia in faccia a Gudaitis dopo un pessimo clouse-out di Kuzminskas. A questo punto, Jerrells sigla dalla lunga il nuovo +8 milanese, Gudaitis regala ai suoi il massimo vantaggio (+10) con un 2/2, Sacchetti ricuce in penetrazione e Micov realizza dalla media (15-25 a 31'' dal termine). Cotton, infine, fa 1/2 e il punteggio al decimo dice 16-25 per gli ospiti. 

IL SECONDO QUARTO – Cotton risponde a Pascolo, Gudaitis non trema dalla lunetta, Luca Vitali accorcia a -9 e Landry scrive 2 in entrata: 22-29 a 6’ dalla fine di un secondo periodo non particolarmente appassionante dal punto di vista offensivo. Quindi Goudelock firma un pesantissimo canestro in arresto e tiro, Ortner serve Luca Vitali e il play Azzurro, poco dopo, ricuce lo svantaggio a -4 grazie a una "bomba". Poi Kuzminskas, di personalità, replica con una tripla di tabella, Luca Vitali fa 2/2 (29-34 a 3'13'' dal termine della frazione) e realizza per il -3, Kuzminskas segna in penetrazione e Michele Vitali risponde con la stessa moneta.  A questo punto sale in cattedra Kuzminskas, che converte l'and-one  del +6 Olimpia e infila la tripla che vale il 33-42 a circa 1' dalla fine del quarto. Goudelock sbaglia il tiro sulla sirena e i biancorossi rimangono sul +9 all'intervallo. 

IL TERZO QUARTO – Cinciarini segna da tre, Brescia recupera palla e Moss la appoggia in contropiede, Landry si arresta per il -8 e l’EA7 ha già tre falli di squadra dopo meno di 2’30’’. La Leonessa è su tutti i palloni e Moss ne approfitta con la tripla del -5, Michele Vitali risponde all'and-one di Bertans e Goudelock firma il +7. Quindi Michele Vitali realizza a metà frazione, Cinciarini penetra senza la difesa dei padroni di casa, Ortner segna dalla media (46-51) e l'Olimpia fa 2/4 dai liberi. Gudaitis stoppa per la seconda volta nel giro di qualche minuto e Micov, in due contro uno, mette il layup in contropiede per il +9: timeout chiamato da coach Diana. In uscita, la Germani torna a -5 grazie ai liberi di Sacchetti e al guizzo di Cotton, Jerrells chiude il mini-break bresciano e Sacchetti replica da sotto (52-57 a 47'' dalla fine). Cotton non trema dalla lunetta, Jerrells sbaglia sulla sirena e la Leonessa è lì: 54-57 al trentesimo. 

IL QUARTO QUARTO – Gudaitis stoppa Cotton (che cade male sulla caviglia) e Bertans apre la frazione con una tripla dall’angolo in transizione: 54-60. Moore fa passi a causa della difesa di un monumentale Gudaitis, Goudelock sbaglia un libero, Moss scrive 2 e Kuzminskas mette una tripla frontale di personalità per il 56-64 a 7'35'' dal termine. Moore fa 1/2, Moss accorcia buttandosi all'indietro e Jerrells realizza in entrata (59-66). Michele Vitali segna da tre dopo un 1/2 (63-66 a 3'50'' dalla fine) e fa esplodere il PalaGeorge, Gudaitis commette fallo in attacco e Micov fa 2/2 per il +5 con 2'51'' rimasti. A questo punto, Goudelock corregge il suo stesso errore con un tap-in e costringe coach Diana a chiamare timeout. La Leonessa e l'Olimpia perdono entrambe in due azioni consecutive e Sacchetti non solo accorcia a -5 da sotto (1'25''), ma risponde (con la stessa moneta) alla possibile tripla del KO realizzata da Kuzminskas. Poi Gudaitis fa 1/2 a 38'' dalla fine, Ortner subisce fallo sotto canestro e non trema dalla lunetta, Michele Vitali manda in lunetta Micov (2/2, 70-76 con 25'' sul cronometro) e i biancorossi possono festeggiare. Finisce 70-76. 

Semifinali playoff, gara-4: Germani Brescia – EA7 Emporio Armani Milano 70-76 (16-25, 17-17, 21-15, 16-19). Serie: 1-3 per Milano; Brescia eliminata.

Brescia: Moore 5, Mastellari n.e., Vitali L. 9, Landry 10, Ortner 7, Cotton 7, Fall 0, Traini n.e., Vitali M. 10, Moss 9, Sacchetti 13.

Milano: Goudelock 7, Micov 13, Vecerina n.e., Pascolo 2, Tarczewski 2, Kuzminskas 24, Cinciarini 9, Cusin n.e., Abass n.e., Bertans 3, Jerrells 10, Gudaitis 6.