Lega A - Il solito Theodore e M'Baye regalano la vittoria stentata all'Olimpia su Varese

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1224 volte
Lega A - Il solito Theodore e M'Baye regalano la vittoria stentata all'Olimpia su Varese

La Pallacanestro Varese gioca una signora partita al Forum di Assago contro una Olimpia abbastanza superficiale prendendo 11 rimbalzi offensivi, tirando 11 volte in più degli uomini Armani, salvati dal solito strepitoso Jordan Theodore e da due provvidenziali liberi che Amath M'Baye si ritrova a dover gestire con giudizio a pochi secondi dalla sirena. Oltre a dover recriminare per la propria pessima prestazione ai tiri liberi: un 50% 10 su 20 che in una partita terminata con un solo punto di differenza griderà vendetta per l'occasione perduta di sbancare Milano. Con un Pianigiani che predica il turnover ma che nei fatti lascia in panchina Abass (0'), Fontecchio (7') e Cinciarini (9') con Pascolo inchiodato a fare numero da referto, la gara ci ha offerto quell'olimpia che presumibilmente esordirà contro il CSKA. Saranno tre giorni di polemiche, tra i tifosi, perché a quella squadra vista stasera non basteranno le qualità dei solisti, con Goudelock e Theodore 21 punti a testa, e tutti gli altri messi insieme 32...

E' Waller con la tripla del 2-3 a dare il vantaggio alla Pallacanestro Varese. La reazione di Milano è nella tripla di risposta di Theodore e il 175 derby entra subito nel vivo. E' lo stesso Theodore con 6'30" a firmare la tripla del 10-5. Le bombe di Varese: Waller fa -2 però, poi Okoye fa 10-11. Non si smarrisce la squadra di Pianigiani, che piazza con Fontecchio e Goudelock un minibreak 7-0 al 7'. La bomba di M'Baye allunga il brodino meneghino che Varese sorseggia con difficoltà, con il solo Okoye a raccogliere qualcosa in attacco 20-15. Ulitmo minuto con tentativi velleitari, il risultato è inchiodato.

 

Pianigiani cerca un cambio di passo con Cinciarini e Jefferson, ma la squadra di Caja tiene il campo, si sveglia Wells e Natali dopo 2' fa il 24-21. La fisicità difensiva dell'Olimpia non è premiata ma i biancorossi ospiti non ne approfittano ai liberi (4/9). Hollis firma il -1 al 13'. Micov e Gudaitis ripartono con Wells a mordere le caviglie 29-27. L'EA7 cerca il tiro dalla distanza e soffre in difesa a rimbalzo, ma non paga dazio. Anzi Gudaitis trova due liberi prima di lasciare il posto a Cusin 33-27 al 17'. Tambone serve l'assist della bomba di Ferrero, e Varese è sempre lì. Strappano Cusin e Goudelock, e Varese è sempre lì con Okoye al 18' +5 Milano. Ci si spella quasi le mani, e sono Wells e Goudelock a timbrare il punteggio definitivo all'intervallo: 39-34.

La ripresa comincia con i fuochi d'artificio di Micov e Okoye dall'arco, ma ben presto le difese prendono il sopravvento. Al 25' siamo ancora sul 44-40 con Varese che mostra maggior determinazione rispetto a una settimana fa. Theodore allora si mette in proprio con canestri a ripetizione, Goudelock firma il +12 (54-42) segnando l'allungo che Hollis da tre e Tambone (rubata a Goudelock e contropiede) cercano di bloccare prima che sia troppo tardi. Goudelock torna a segnare, ma il gioco da tre punti di Avramovic che tiene bene Fontecchio e riporta a -4 Varese. La guardia è terminale anche della successiva azione degli ospiti, ma fallisce la tripla: il terzo periodo fissa il suo punteggio 56-52, la truppa di Caja vince il quarto.

Ultimo periodo, Natali da tre mette paura a Milano con il -1. Occorre una rapida reazione: Bertans e Goudelock ci provano con successo anche perché la risposta ai liberi degli insubri è sempre dimezzata nei risultati (8 su 16 al 33'). La fuga dell'EA7 non arriva 64-59 al 33'. Invece arriva la reazione suprema dei varesini che fanno il break 0-5 e pareggiano con la tripla di Wells a quota 64. Tocca a Theodore togliere le castagne dal fuoco, con una provvidenziale bomba. I nervi giocano brutti scherzi: Cain e Bertans sbagliano i rispettivi tiri liberi mentre Wells trascina per due volte i suoi a -1. Goudelock fa 1 su 2 dalla lunetta così, quando tocca a Waller arriva l'ennesimo pareggio a 68 punti. Però Theodore gioca per Pianigiani, e l'Olimpia torna avanti di due: dalle triple sbagliate Caja prende un timeout, per non vedersi sfuggire così l'occasione della sorpresa. Mancano 90 secondi alla sirena finale. Waller fallisce il sorpasso, Theodore si rimette in proprio ricevendo la palla da Gudaitis, va a segno sbagliando il libero supplementare. Ma il +4 regala un margine di sicurezza all'EA7. timeout Caja, con hollis subito a segno e Natali che manda in lunetta M'Baye. Che non trema, facendo 2 su 2 e vanificando la tripla sulla sirena di Hollis che fissa il punteggio finale 74-73.