Lega A - Il derby va a Varese, difesa e triple senza farsi mettere sotto dall'Olimpia Milano

29.01.2018 22:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1606 volte
Lega A - Il derby va a Varese, difesa e triple senza farsi mettere sotto dall'Olimpia Milano

Match clou, questo derby storico del basket italiano. Caja aveva chiesto intensità ai suoi ragazzi e la risposta sul campo arriva fin dalla palla a due. D'altra parte contro una squadra molto fisica come l'Olimpia non c'è molto altro da fare per tenersi al giusto livello. Un primo tempo che vede Varese partire forte, trovando risposte dalle guardie con un gioco molto strutturato e ben eseguito, che libera l'uomo per il tiro migliore. Al 5' Pelle sigla l'11-5, Pianigiani manda in campo Gudaitis e M'Baye, il più positivo, accorcia con una tripla, poi sempre da tre Micov pareggia. L'energia della difesa milanese frena l'attacco di casa, e al 10' M'Baye chiude con i liberi del 17-19.

Nel secondo quarto Milano perde la via del tiro da tre punti (4/16 all'intervallo); Larson offre una regìa abbastanza pulita che permette alle guardie Wells e Avramovic di esprimersi al meglio anche perché Cain trova spazio da sotto per tre azioni quasi consecutive che costringono l'Olimpia ad chiudere l'area. Avramovic fa filotto con tre bombe consecutive e, nonostante Pascolo riesca a crearsi dei buoni tiri da solo in area varesina, Jerrells e Theodore annaspano e dal -1 di Cinciarini al 15' si passa al 42-32 di Pelle al 19'. Per buona fortuna dell'EA7 la gestione degli ultimi 60 secondi arride: Pascolo e Theodore accorciano, e all'intervallo è solo +6 Varese. 42-36. L'immagine negli occhi però è quella di Avramovic che, dopo 11 punti segnati, chiede il cambio sfinito e in debito d'ossigeno. Varese saprà tenere nel secondo tempo un ritmo così infernale?

Milano riparte a tutta birra: 0-6 e siamo pari. Ma le guardie Wells e Avramovic hanno fiducia e risposta mentre M'Baye fa due palle perse. Cain si fa spazio in area, terzo fallo di Gudaitis al 24' 51-46 di Cameron Wells. Milano cincischia, e Ferrero esplode la tripla dall'angolo, con i padroni di casa che volano 54-46 e Pianigiani è costretto al timeout. Ma al rientro è Larson a scrivere il +10. Poi qualche minuto di frenesia sui due lati del campo che non portano canestri, con 2'32" tripla di Micov, stoppata di Gudaitis e l'Olimpia spinge, ancora senza concretizzare. Lo stesso Gudaitis commette il quarto fallo con 1'39" ed è un peccato per Pianigiani visto come aveva rallentato Varese. Pelle fa 0/2 ai liberi, però e Goudelock accorcia ancora. Cusin surroga bene il lituano in area, Micov segna ancora ma Goudelock in chiusura fallisce la tripla del pareggio: al 30' 56-53.

Correre troppo fa male a Varese, che quando costruisce l'azione è più pericolosa. Avramovic comincia l'ultimo quarto con la quarta bomba della sua gara, Micov risponde ma con i piedi sulla linea dell'arco. 61-55 al 32' di Cain che si fa largo in area con Cusin al terzo fallo. Il Cuso si rifà con due liberi, ma Micov rovina tutto facendosi chiamare un antisportivo chiarissimo. Avramovic non perdona in lunetta, ma poi perde palla dribblandosi da solo con 7'43". Jerrells vede il ferro sputare la tripla, e nella transizione Wells non perdona. Che poco dopo con una bella circolazione di palla piazza dal lato una tripla per il +9 e siamo al 35'. Dal cilindro di Pianigiani esce Bertans che stavolta indovina il tiro dall'arco, ma Okoye ripaga con la stessa moneta. L'Olimpia deve accelerare il gioco, Gudaitis è tornato e si prende un rimbalzo d'attacco con fallo. Timeout Caja, i suoi sono in extrasforzo 36'. 71-62. Segna Goudelock ma Cain non replica facendo ingenuo sfondamento su Gudaitis. Milano ci riprova, gioca tre azioni consecutive in attacco, con due rimbalzi ma senza muovere il tabellino. Ora è vene a garantire un extrapossesso a Varese, ma senza concludere e siamo a 2'28" dalla sirena. Purtroppo per Pianigiani il tiro milanese fa piangere 8/32 da tre punti, la palla non va, gli uomini di Caja recuperano palla, è timeout. Si alza l'intensità dell'EA7, Varese soffre ma incassato il canestro di Gudaitis dentro l'ultimo minuto, Wells realizza due liberi. Goudelock infila la sua prima bomba 1/7, Okoye fa 1/2 ai liberi con 24 secondi. Tocca a Goudelock in affanno ritentare la bomba che non va. Wells fa 2/2 in lunetta e il capolavoro di Attilio Caja si realizza. Goudelock può solo mettere la seconda tripla personale allo scadere. 76-72.