Lega A - Cinica Virtus Bologna supera una esausta Fiat Torino a mezzogiorno

I bolognesi vincono 86-74 su i torinesi
17.12.2017 14:14 di Davide Trebbi Twitter:   articolo letto 1561 volte
Lega A - Cinica Virtus Bologna supera una esausta Fiat Torino a mezzogiorno

Bella vittoria di Bologna per la 11 giornata di campionato contro Torino orfana dell’ex capitano Peppe Poeta.

Seconda vittoria nel lunch match per la Segafredo dopo il 84-76 portandosi a 10 punti.

Si fermano a 2 le vittorie consecutive per la Fiat che rimarrà a 14 punti in graduatoria

Una vittoria di grinta e determinazione nei minuti finali in una partita quasi sempre sotto (25:57) e solamente in vantaggio (10:58) per la Virtus contro una Auxillium fiacca, nervosa e stremata dal 35’ in poi.

 

Buongiorno dal vostro inviato Davide Trebbi direttamente dal Paladozza, dove per la undicesima giornata del campionato di Serie A Poste Mobile, la Segafredo Virtus Bologna incontrerà in casa la Vanoli Cremona.

Baldi Rossi uno dei ex della partita è in quintetto, così come Mazzola per Torino; Segafredo parte bene in attacco sfruttando i tanti errori e le tre perse sanguinose dei piemontesi (9-3) ma il fischiatissimo numero 22 con due buonissime difese a uomo intervallate con la zona 3-2 recuperano lo svantaggio e sistemano le percentuali al tiro (da 25% al 50%) e scappando a più 7 (9-16) dopo un pesante 7 a 0 di parziale. Aradori in penetrazione segna subendo il fallo, ma i bolognesi sbaglieranno troppi liberi a disposizione non recuperando a dovere lo svantaggio (11-16).

L’incredibile errore da sotto in contropiede di Okeke da un po’ di grinta e convinzione alla Virtus che però non ne approfitta di avvicinarsi al match, concedendo tanti rimbalzi e non fermando i contropiedi avversari così lo stesso numero 18 completa un gioco da 3 punti e un altro canestro da sotto per il più 10 e massimo vantaggio (13-23).

Nonostante il timeout di Bologna al 9’ e il canestro di Alessandro Gentile dal post il risultato a fine primo quarto sarà di 15 a 23 per la Fiat.

Rientrati in campo per il secondo tempo l’ingresso di Lawson sarà fondamentale contro uno Ianuzzi in difficoltà in marcatura costringendo a coach Banchi il primo timeout al 12’ e sopra di soli 5 punti (21-26).

 

A quattro ruote motrici Ale Gentile 🚜

Fino in fondo! |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)

Sempre l’americano numero 25 riporta i padroni di squadra sotto di 3 punti (23-26) e nonostante il rientro in campo del titolare Mbakwe, l’inerzia è a favore delle VNere costringendo alla difesa Auxillium a commettere tanti falli e condizionare per il momento i suoi titolari.

Aradori da fuori riporta la Virtus in vantaggio al 14’ (31-30) ma il successivo timeout sarà un toccasana per gli ospiti che attaccando di più l’area contro la pigra difesa sul pick and roll bianconera concluderanno in vantaggio al termine del primo tempo sul risultato di 38-43.

 

Magia di Ale Gentile che manda a segnare Aradori ✨

Per è una giocata da Top 10 |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)

 

Nella ripresa un incredibile gioca a due tra Slaughter e Gentile concluso con alley-opp del primo sul lancio da metà campo del secondo.

Con questa giocata la partita si sveglia e Mbakwe prima Aradori con un gioco da tre punti renderanno la partita molto veloce e divertente; la Segafredo difenderà rispetto al primo tempo meglio su i pick and roll concedendo molti tiri da fuori per fortuna delle VNera ma nonostante tutto non riuscirà per tre volta a riportarsi avanti nel match (49-50).

Ci riuscirà finalmente Slaughter con due canestri dalla spazzatura (54-53) ma Torino approfitterà contro l’aggressività giudicata non legale dalla terna arbitrale con tanti tiri liberi a disposizione.

Il doppio impegno però si farà sentire nei successivi possessi così al 19’ i bianconeri saranno in vantaggio sopra il doppio possesso costringendo coach Banchi a chiamare minuto ad un minuto dalla fine della terza frazione (60-56).

La pausa saràdi grande aiuto perché negli sviluppi delle azioni successive sarà prima Ianuzzi e poi un gran canestro al volo di Patterson su lancio lungo di Washington a impattare la gara al trentesimo (60-60).

Ultimo quarto Torino troverà canestro dal suo ottimo Garrett mentre Bologna con il doppio lungo Lawson e Slaughter non avrà il risultato sperato così sempre Ianuzzi e Patterson allungheranno nuovamente per la Fiat a più 4 (66-70).

La nuova pausa per coach Ramagli taglieranno un po’ le gambe ai viaggianti e saranno i Gentile brothers a pareggiare la contesa (70-70) e portarsi avanti nell’incontro (73-72).

L’Auxillium sembrerà spenta e senza energie tranne il play gialloblu l’unico a inventare dei suoi (75-74), però un fatto condizionerà la partita: su una penetrazione di Gentile la stoppata di Mbawke verrà giudicata valida su chiara parabola discendente, ma al posto di innervosire i padroni di casa, saranno i secondi a uscire dal match dopo un fallo giudicato sfondamento sempre dello stesso lungo piemontese e tecnico per reazione (77-74).

Anche Stefano Gentile prenderà il tecnico ma sarà fondamentale per la vittoria finale: lucrandoci due importanti tiri liberi (79-74) mentre la Fiat cercherà a servire uno spuntato Vujacic.

La tripla della staffa dell’ottimo numero 22 sarà decisiva per la vittoria (82-74) e dopo lo scambio tra Jones e Aradori sarà a fine partita 84-76.

 

Il miglior Stefano Gentile della stagione - 11 punti - mette la firma sul successo della |

— Eurosport IT (@Eurosport_IT)