Lega A - Aradori e la volontà di vittoria spingono Reggio Emilia al pareggio contro Milano (2-2)

09.06.2016 23:10 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 872 volte
Lega A - Aradori e la volontà di vittoria spingono Reggio Emilia al pareggio contro Milano (2-2)

Coach Menetti può gioire nel rivedere in campo Pietro Aradori, dopo il recente infortunio, per allungare le rotazioni. Per il resto, può evitare di sentire commentatori televisivi più o meno schierati... Tatticamente la scelta della Grissin Bon è di portare pressione sull'Olimpia fin dalla rimessa di fondo. Interessante, perchè permette di limitare i falli difensivi dentro l'area che comunque corrono copiosi in direzione di Milano: Reggio finisce sempre per esaurire il bonus prima degli avversari che menano come fabbri, scambiando l'incudine per fisicità. E' una gara tutta sudore e sangue da ambo le parti: Kaukenas e Veremeenko cominciano col 4-0, ma la tripla di un Sanders ritrovato vale il 4-5 di una gara da conquistare. Aradori segna a ripetizione e il primo quarto scivola sul 21-22 con i tiri liberi di McLean e Sanders. Secondo quarto con l'EA7 che tiene il pallino del gioco e solo al 15' Lavrinovic sorpassa. Kalnietis gioca minuti di qualità (al contrario di Cinciarini) al punto di trovare anche la tripla che vale il 33-35 ma non la superiorità. Aradori mette il timbro sul suo ritorno in campo con la bomba che porta l'intervallo sul 41-39.

La ripresa non cambia le carte in tavola: non c'è predominio per una delle due contendenti, anche se la Grissin Bon continua ad andare velocemente in bonus. Veremeenko sgomita con Batista, poi al 26' dall'angolo Lavrinovic trova una tripla per un +7 ma un ottimo Sanders tiene a galla gli uomini di Repesa, che annullano la possibile fuga con la tripla di Gentile del 57-55. Lavrinovic firma il +4 di fine periodo, ma per la truppa di Menetti è tutto da rifare. Al 33' però Needham spariglia le carte con la bomba che vale l'allungo emiliano 7-1 con la schiacciata di Polonara. McLean chiude il break, ma Veremeenko sfrutta bene l'assist di De Nicolao 68-60.

Qui Repesa si gioca le sostituzioni: una la sbaglia, una la indovina. Sbaglia mettendo in campo un Macvan che col fallo sul rimbalzo difensivo di Della Valle commette un errore sangunoso 70-62; toglie Gentile dopo il tecnico a 2' dalla fine (73-62) e il quintetto risponde con un break 0-7 che riapre clamorosamente l'incontro, con la Grissin Bon preda della paura di vincere fino alla tripla di Simon del 73-72. Siamo nell'ultimo minuto e i due coach si giocano la carta dei tiri liberi. Snocciolati uno dietro l'altro fino all'errore di Sanders. Che sbaglia apposta anche il secondo, ma sul rimbalzo McLean commette fallo su Lavrinovic che chiude le ostilità.

Finisce 81-76 con 15 di Lavrinovic e Aradori, 13 di Della Valle, 11 di Kaukenas, 10 di Veremeenko e Polonara per Reggio Emilia; 21 d Sanders, 17 di McLean, 11 di Kalnietis, 10 di Simon per l'Olimpia Milano.

- Finale, - : 81-76 --

— Serie A Beko (@LegaBasketA)


LA SALA STAMPA DI COACH REPESA