La Virtus si arrende ai cugini di Sardegna: Sassari-Bologna 81-72

17.05.2012 22:31 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 667 volte
Fonte: www.bolognabasket.it
Drake Diener, top scorer della gara
Drake Diener, top scorer della gara
Giocando di fatto in due, e perdendo 17 palloni, difficilmente si vince in trasferta nei playoff. Tradita da Poeta (1/9) e da Sanikidze (1/8), soprattutto, la Virtus ha trovato punti solo da CDR (18) - ottimo anche dietro su Hosley - e Koponen (19), che hanno fatto sì una gran partita, ma da soli poco hanno potuto contro una Sassari che ha fatto la sua partita, quella che ha voluto. Gioco veloce, spettacolo, 4 giocatori in doppia cifra e 26 strepitosi punti di Drake Diener, per non parlare degli 8 assist di suo cugino Travis. E anche una bella difesa. Tutto perfetto per la Dinamo di coach Sacchetti, premiato come allenatore dell'anno, quasi tutto da rifare per le Vu Nere, che in certi momenti hanno davvero peccato di intensità. Si torna in campo tra 48 ore, e per la Virtus sarà quasi una finale secca. Finire sotto 0-2 sarebbe drammatico, ribaltare l'inerzia e tornare a Bologna sul punteggio di 1-1 vorrebbe dire avere un piede in semifinale. Tutto in una notte, o quasi: per vincere però bisognerà giocare molto meglio di così, e soprattutto mettere vari granelli nel meccanismo d'attacco degli isolani, che stasera ha funzionato alla perfezione. Cronaca: si parte dopo il minuto di silenzio per Maurizio Cevenini. Si parte a ritmi alti, con Douglas-Roberts e Travis Diener subito in palla. I padroni di casa prendono qualche punto di vantaggio - massimo 5 - ma la Virtus è sempre lì e rintuzza, soprattutto grazie a uno strepitoso CDR da 11 punti nel quarto: 24-23 al 10°, quindi. Dopo la tripla di Vitali che porta in vantaggio i bianconeri, la Virtus si pianta e subisce un brutto 11-0, finendo sotto di 9 (35-26). Gigli e Koponen provano a metterci una pezza, ma le palle perse sono troppe (12 a metà) e i cugini Diener fanno sempre canestro, portando la Dinamo avanti 45-33 per un clamoroso parziale di 21-10 nel secondo quarto. Dopo la pausa per la Virtus non va meglio, anzi. Prima Plisnic, poi Drake Diener, e Sassari vola. La differenza di intensità è clamorosa e i padroni di casa arrivano in breve al +20 (61-41). Finelli prova a metterci una pezza con la zona, e qualcosa ottiene: con CDR e una tabellata di Vitali, si ricuce fino al 63-49 del 30°. Ultimo quarto: con la coppia dei Diener la Dinamo torna subito al +19 (68-49). La Virtus risponde con le triple di Paunic e Koponen, e insistendo con la zona. Koponen firma anche il -12, ma Drake Diener è indiavolato, e mette il personale 5-0 che riporta Sassari sul +17 (74-57). La partita - di fatto - finisce qui, la Virtus non riesce proprio a rialzarsi, anche se con Gigli riduce in parte lo strappo. Finisce 81-72, tra l'entusiasmo del pubblico di casa. BANCO DI SARDEGNA SASSARI - CANADIAN SOLAR BOLOGNA 81-72 (24-23, 45-33; 63-49) SASSARI: Metreveli NE; Binetti NE; Hosley 4; Devecchi 2; Diener T. 15; Sacchetti 0; Plisnic 11; Diener D. 26; Vanuzzo 8; Pinton 0; Easley 15. BOLOGNA: Koponen 19; Vitali L. 8; Poeta 8; Gigli 10; Sanikidze 2; Gailius NE; Quaglia NE; Lang 4; Werner 0; Vitali M. NE; Paunic 3; Douglas-Roberts 18