La storia del basket passa dalla Oracle Arena, Golden State fa il record 73-9

14.04.2016 07:08 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 686 volte
La storia del basket passa dalla Oracle Arena, Golden State fa il record 73-9

Potevano essere i Grizzlies l'ostacolo insormontabile per il record dei Warriors? Certamente no: vuoi per essere schiacciati e condizionati dentro un'Oracle Arena fatta di un popolo di fans che non voleva altro, vuoi per la formazione rimaneggiata con cui si presentava la franchigia del Tennessee, vuoi perchè le 72 vittorie precedenti parlavano la lingua della migliore squadra della NBA, spiegando l'ineluttabilità del momento.

Golden State ha spiegato subito la sua potenza arrivando all'intervallo con 70 punti segnati, e 102 alla fine del terzo periodo. Il coronamento di un anno fantastico, in cui ogni avversario voleva vincere contro i Campioni in carica, iniziato con una striscia di 24 vittorie e 0 sconfitte. La convinzione che superare il record dei Bulls '95-96 non era uno scherzo partorito dalla mente di Klay Thompson, il primo ad averci creduto pubblicamente. L'impresa di andare a vincere in casa degli Spurs, la principale avversaria nella corsa al titolo NBA, che è l'unica cosa di cui si parlerà da domani: l'unica che San Antonio ha subìto in casa in questo campionato!

La partita, come la cronaca esige registrare, finisce 125-104 con 46 punti di Curry (15 su 24 con 10 triple), 16 di Thompson, 15 di Barnes, 12 di Speights, 11 di Green, 6p+10as di Livingston per Golden State (73-9); 24 di Randolph, 22 di Stephenson, 12 di J. Green, 11 di Martin per Memphis (42-40) ed è sweep 4-0!