La Juvecaserta denuncia la FIP per falso in atto pubblico

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 2062 volte
La Juvecaserta denuncia la FIP per falso in atto pubblico

Raffaele Iavazzi vuole davvero andare fino in fondo per ottenere la riammissione in quella A dalla quale la Juvecaserta, come ha sempre sostenuto, è stata ingiustamente esclusa. Secondo quanto riferisce nell'edizione odierna Il Mattino, infatti, finisce tutta la vicenda in Procura con una denuncia di Iavazzi che accusa la FIP per falso in atto pubblico "derivante dall’irregolarità del «foglio presenza della riunione Comtec del 13 luglio». Il documento in questione" spiega il giornalista  Salvatore Cavallo, "indispensabile per la validità del verbale numero 253 (che avrebbe poi determinato l’esclusione di Caserta da parte del Consiglio Federale), riporta i nominativi e le firme di tutti i componenti dell’organo di controllo della Fip ed è stato depositato nelle memorie difensive della Fip al Tar e al Consiglio di Stato. Il legale della Juvecaserta, Adinolfi, ha prelevato il file (allegato 34 delle memorie difensive federali) direttamente dagli atti del Consiglio di Stato e Iavazzi, dopo aver notato qualche anomalia, ha dato mandato a una società specializzata per una perizia. L’analisi del documento ha portato a concludere che il file è composto da due immagini e non da una sola come avrebbe dovuto essere trattandosi della scansione di un unico foglio. Inoltre l’immagine con i nomi è in bianco e nero con una risoluzione di 300 dpi mentre l’altra con le firme è a colori con risoluzione da 150 dpi. La perizia giurata arriva dunque alla conclusione che il documento finale è stato ottenuto con la sovrapposizione delle due immagini".