La Francia sconfitta se la prende con gli arbitri... alla moda di Scariolo

18.09.2015 15:04 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 1301 volte
La Francia sconfitta se la prende con gli arbitri... alla moda di Scariolo

La Francia perde contro la Spagna la semifinale di Eurobasket 2015 e lo staff transalipno al completo se la prende con gli arbitri, scimmiottando gli argomenti preferiti dal coach avversario Sergio Scariolo... Stamattina, come riferisce Encestando.es Nicolas Batum si è scusato per essersi scagliato nel dopo partita contro le giacchette grigie, dando la colpa alla rabbia del momento e senza voler contestare le qualità di Pau Gasol in alcun modo.

<blockquote class="-tweet" lang="it"><p lang="es" dir="ltr">Batum se excusó esta mañana por sus críticas de ayer al arbitraje. Dice que fue por la rabia de perder y no cuestiona el talento de Gasol</p>&mdash; Encestando (@encestando) <a href="https://.com/encestando/status/644839505887907840">18 Settembre 2015</a></blockquote>
<script async src="//platform..com/widgets.js" charset="utf-8"></script>

Parimenti, così si era espresso Rudy Gobert (uscito per 5 falli): "Difficile giocare quando qualcuno ti può toccare, ma tu non puoi farlo a tua volta! Sconfitta dura: è doloroso perdere in questo modo, ma ci si riprenderà !!"...

Vincent Collet, coach dei galletti, dal canto suo ha aggiunto: "Pau è un grande giocatore, ma non può avere 18 tiri liberi, mentre la Francia non ne ha tirato nemmeno uno nel primo tempo. C'erano diversi tipi di chiamate. Lui è un giocatore enorme, ha fatto un torneo incredibile, ma non si può ottenere tutti questi fischi a favore mentre tutti gli altri giocatori non ottengono nulla. La FIBA dovrebbe fare qualcosa al riguardo ".

Non è mancata la risposta di Scariolo, ovviamente: "La cosa peggiore che si può fare dopo questo tipo di sconfitta è attribuire la colpa degli arbitri. Non l'ho mai fatto nella mia carriera. Capisco che quando si perde di fronte a 27.000 tifosi, si debba dire qualcosa a discolpa. Non sono d'accordo con questo tipo di etica. E' sempre un piacere per me giocare contro una squadra competitiva come la Francia ". Touchè!