La 13ª di Serie A: Varese fa sul serio. Sassari batte la Virtus e resta in scia. Venezia ferma Siena. Colpi esterni di Roma, Milano e Montegranaro. Caserta inguaia Avellino

31.12.2012 01:26 di Matteo Marrello  articolo letto 1160 volte
La 13ª di Serie A: Varese fa sul serio. Sassari batte la Virtus e resta in scia.  Venezia ferma Siena. Colpi esterni di Roma, Milano e Montegranaro. Caserta inguaia Avellino

Varese continua la fuga, Sassari insegue mentre Siena incappa in un passo falso contro la rinata Venezia. Roma passa a Brindisi mentre Cantù umilia Reggio Emilia. Milano si salva dopo due overtime a Biella. In coda è notte fonda per Avellino e Pesaro.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – SAIE3 BOLOGNA: 81-67 

Il Banco di Sardegna infila  il quinto successo consecutivo e piega con il punteggio di  81-67 una Virtus Bologna ben sorretta da un “eroico” Peppe Poeta . Tra i felsinei sono out Ricky Minard e Riccardo Moraschini, Sassari non si fa pregare troppo e dopo aver preso le misure agli avversari sale subito in cattedra grazie ai cugini Diener ed a Bootsy Thornton. La partita sembra andare via liscia come l’olio per i ragazzi di coach Sacchetti: al 30’ è +13 (61-48), ma ecco l’exploit di Peppe Poeta che porta i suoi fino al -3 (65-62) firmando un parziale di 14-4.  La risposta del Banco di Sanrdegna non tarda ad arrivare e nell’ultima frazione di gioco un controparziale di  13-2 costruito sull'asse Travis Diener-Easley regala agli isolani altri due preziosi punti che mettono di nuovo il fiato sul collo alla Cimberio Varese e inguaiano le Vu Nere anche in chiave Final Eight. Da segnalare la standing ovation dello sportivissimo pubblico del PalaSerradimigni per Poeta che ha chiuso l’incontro con 26 punti a referto 4 assist ed il 100% dalla lunetta per un 26 di valutazione finale.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI - SAIE 3 BOLOGNA 81-67 (19-13, 44-30; 61-48)

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Devecchi 0; Thornton 18; Ignerski 5; Diener T. 17; Sacchetti 4; Diener D. 17; Vanuzzo 2; Pinton 1; Diliegro 4; Easley 13. All. Sacchetti

SAIE3 BOLOGNA: Gaddefors 4; Imbrò 7; Poeta 26; Moraschini NE; Rocca 10; Gigli6; Parzenski, Fontecchio, Smith 8; Hasbrouck 6. All. Finelli

SCAVOLINI BANCA MARCHE PESARO-SUTOR MONTEGRANARO 78-93
Doveva essere la partita della possibile svolta per i biancorossi di Markovski, è stata invece una festa tutta gialloblu condita dai 19 punti di Burns e dai 20 di Steele. Al 30’ è +15 per gli ospiti che poi controllano l’incontro fino all’ultima sirena.

Scavolini Pesaro-Sutor Montegranaro 78-93
(15-32, 37-47, 55-71)
Pesaro: Cavaliero 10, Kinsey 10, Barbour 24, Thomas 11, Crosariol 4, Flamini 2, Mack 17, Bryan, Amici, Clemente. All. Markovski.
Montegranaro: Steele 20, Cinciarini 16, Slay 12, Freimanis 3, Di Bella 4, Mazzola 4, Johnson 6, Burns 19, Amoroso 9. N.e.Perini, Campani, Panzini. All. Recalcati.
Arbitri: Begnis, Aronne, Baldini

UMANA VENEZIA-MONTEPASCHI SIENA 65-63
Gli orogranata si prendono il lusso di battere i campioni d’Italia che al 30’ comandano 42-52. Ci pensano però Young, Szewczyk e Rosselli a guidare la rimonta. Decisivo un libero di Bulleri nel finale mentre la tripla di Hackett si spegne sul ferro.

Umana Venezia-Montepaschi Siena 65-63
(19-12; 28-33; 42-52)
Venezia: Michalich ne, Bulleri 5, Diawara 16, Marconato 2, Zoroski 5, Szewczyk 5, Young 14, Bowers 6, Rosselli 8, Magro 2, Hubalek 2, Candussi ne. All. Mazzon.
Siena: Brown 17, Eze 6, Carraretto 5, Rasic 3, Kangur 5, Sanikidze 4, Ress 6, Ortner, Lechthaler ne, Janning 2, Hackett 7, Moss 8. All. Banchi.
Arbitri: Chiari, Giansanti, Caiazza

CHEBOLLETTA CANTÚ-TRENKWALDER REGGIO EMILIA 86-64
Brianzoli sempre avanti, ubriacano gli emiliani con il loro atletismo ed il talento di un ispiratissimo  Manuichar Markoishvili autore di 19 punti. Dall’altra parte il solo Taylor dimostra di essere veramente in partita con 29 punti al suo attivo. Troppo solitario in una Trenkwalder che tira con il 16% da tre punti.

Chebolletta Cantù-Trenkwalder Reggio Emilia 86-64
(21-10;39-24;62-44)
Cantù: Abbas 0, Scekic 2, Markoishvili 19, Leunen 6, Mazzarino 8, Anderson 4, Casella 0, Brooks 14, Tyus 17, Tabu 5, Aradori 11, Cusin 0 Allenatore: Andrea Trinchieri
Reggio Emilia: Jeremic 4, James 2, Brunner 6, Antonutti 4, Veccia ne, Taylor 29, Filloy 2, Slanina 0, Cervi 7, Cinciarini 10 Allenatore: Massimiliano Manetti
Arbitri: Mattioli, Lo Guzzo, Terreni

ENEL BRINDISI –ACEA ROMA 82-86
La formazione di Bucchi sembra poter gioire fino al 30’ Viggiano è una delizia e chiude con 27 punti. Roma nell’ultimo quarto sfodera un parziale di 19-0 firmato dalla coppia Goss-Jones e si avvicina a grandi passi alle Final Eight di Coppa Italia. Brindisi deve vincere ed aspettare ancora per staccare il pass per Milano.

Enel Brindisi-Acea Roma 82-86
(20-11; 43-37; 61-57)
Brindisi: Viggiano 27, Robinson 19, Reynolds 7, Formenti, Fultz 2, Ndoja, Simmons 2, Zerini, Gibson 21, Grant 4, Porfido, Preite. All.: Bucchi.
Roma: D'Ercole 8, Jones 16, Datome 6, Goss 30, Taylor 6, Lawal 13, Tonolli, Tambone, Lorant, Gorrieri, Di Giacomo, Czyz 7. All.: Calvani
Arbitri: Sabetta, Paternicò, Di Francesco

ANGELICO BIELLA- EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 96-99 d2ts
Milano soffre nuovamente ma questa volta porta a casa la pelle dopo essere sta sotto anche di 11 lunghezze al 30’. Langford regala ai compagni il primo overrtime ,Alessandro Gentile il secondo dove poi lo stesso Langford e Malik Hairston chiudono il match.

Angelico Biella-EA7 Milano  96-99 d2ts
(21-13, 46-35, 61-50, 76-76, 82-82)
Biella: Jurak 11, Renzi 7, Soragna 13, Raspino 2, Laganà 8, Jaramaz 10, Mavunga 10, Johnson 16, Uglietti ne, Chrysikopoulos 3, De Vico, Robinson 16. Allenatore: Cancellieri.
Milano: Giachetti, Stipcevic ne, Hairston 13, Fotsis 8, Picarelli ne, Chiotti 2, Bourousis 13, Melli 5, Bremer 5, Langford 27, Gentile 24, Basile 2. Allenatore: Scariolo.

CIMBERIO VARESE – VANOLI CREMONA 94-84
Derby lombardo vinto dalla Cimberio che risponde cosi a Sassari riguadagnando la vetta solitaria della classifica. 22 punti per Banks e 16 per Dunston e Green mandano al tappeto una Vanoli che non sfigura e porta cinque uomini in doppia cifra.

Cimberio Varese-Vanoli Cremona 94-84
(25-16, 50-38, 72-61)
Varese: Sakota 12, Banks 22, Rush 6, Talts 5, De Nicolao 4, Green 16, Bertoglio, Ere 8, Polonara 5, Dunston 16. N.e. Ambrosini e Balanzoni. All. Vitucci.
Cremona: Peric 16, Vitali 12, Kotti 2, Jackson 22, Ruini, Johnson 9, Harris 11, Huff, Stipanovic 12. N.e. Belloni, Conti e Cazzaniga. All. Gresta.
Arbitri: Taurino, Vicino e Bartoli.

SIDIGAS-AVELLINO- JUVECASERTA 84-86 dts
I lupi fanno harakiri dissipando 17 lunghezze di margine al (55-38 al 24’).  A diciassette secondi dalla sirena finale, la Sidigas è avanti di 3 Il fallo sistematico non arriva e Gentile indovinala tripla dell'overtime.. Caserta si esalta ancora una volta in una situazione di emergenza con un cuore che fa provincia. Per i padroni di casa tanti i problemi da risolvere, ancora una volta serata disastrosa nel tiro da fuori con un misero 3/26.

Sidigas Avellino-JuveCaserta 84-86 d.t.s. (21-20, 43-34, 61-50, 77-77)
Avellino: Spinelli 20, Johnson 16, Ivanov 12, Richardson 5, Hardy 4, Dragovic 6, Dean 9, Shakur 12. All. Tucci
Caserta: Mordente 20, Gentile 17, Jelovac 15,Akindele 7, Mavraides 14, Michelori 2, Jonusas 5, Maresca 6 All.: Sacripanti

Classifica: Varese 24; Sassari 22; Siena 20; Cantù 18; Roma 16; Brindisi, Milano 14; Bologna, Reggio Emilia, Venezia, Caserta 12; Cremona, Montegranaro 8; Avellino, Biella 6; Pesaro 4.

Prossimo turno (domenica 6/1, ore 18.15)
SAIE3 Bologna-Enel Brindisi (ore 12)
Vanoli Cremona-Trenkwalder Reggio Emilia
Juve Caserta-Banco di Sardegna Sassari
Scavolini BM Pesaro-Cimberio Varese
Umana Venezia-Sidigas Avellino
Acea Roma-Angelico Biella
EA7 Emporio Armani Milano-chebolletta Cantù (ore 20)
Montepaschi Siena-Sutor Montegranaro (lunedì 7/1, ore 20.30

 

© riproduzione riservata