L'uomo di Ottobre Rosso per il palazzetto di Cantù

Trattativa ormai in fase conclusiva, 15 milioni di euro per la nuova casa della società comasca
14.10.2015 10:43 di Alessandro Luigi Maggi  articolo letto 1032 volte
L'uomo di Ottobre Rosso per il palazzetto di Cantù

Il progetto del nuovo palasport di Cantù esiste. Questa la grande certezza riportata da La Provincia di Como in edicola oggi, e che parla di una struttura da 15 milioni di euro che sarà presentata, entro la prossima settimana, in una conferenza stampa ad hoc.

Il terzo progetto “palaCantù” degli ultimi trent’anni non avrà soldi bresciani o reggiani, ma russi. Lui è Dmitry Gerasimenko (origine Ucraina), imprenditore nel gas naturale e nella siderurgia, ma soprattutto ala piccola (è un classe 1978 di 199 centimetri), e presidente, del Krasny Oktyabr (in italiano, Ottobre Rosso), squadra di VTB e Eurocup, con nel roster l’mvp in carica del campionato italiano Tony Mitchell.

Al suo fianco, la moglie (nome non noto), collante della trattativa con altri investitori, e vista con il sindaco di Cantù Claudio Bizzozero nei giorni scorsi, in piazza Parini. Nessuna ufficialità, segrete tutte le componenti necessarie della trattativa, quel che si sa è che la nuova casa della Pallacanestro Cantù sorgerà nel centro sportivo di via Papa Giovanni XXIII (di fatto, di fronte alla piramide delle discordie), e sarà dimensionato in base alle esigenze della città. 

«C’è ottimismo - le parole del sindaco Bizzozero - perchè tutto procede nella maniera giusta. Restiamo cauti tuttavia, perchè il palazzetto è una vicenda che dura da 40 anni»