L'undicesima di ritorno comincia col botto: Cinciarini e Campani stendono l'Enel Brindisi. Chiusura da leccarsi i baffi: Milano-Cantù

06.04.2014 11:48 di Umberto De Santis  articolo letto 1094 volte
L'undicesima di ritorno comincia col botto: Cinciarini e Campani stendono l'Enel Brindisi. Chiusura da leccarsi i baffi: Milano-Cantù

Piero Bucchi saprà come leccarsi le ferite dopo questa sconfitta che mette in forse il secondo posto in campionato dopo una stagione spesso e meritatamente esaltante, ma fattasi improvvisamente difficile. E attenzione perchè tutti cercheranno di evitare di ritrovarsi dalla stessa parte di Milano nei playoff quindi la lotta si farà ancora più serrata. Probabilmente uno tra Josh Akognon e Willie Deane arriverà in settimana come play aggiunto perché le 5 palle perse da Dyson spiegano come il talentuoso americano debba ancora crescere per avere la giusta consacrazione. Ma qui, e ora, dobbiamo parlare delle seconde fila, e l'attenzione non può che volgersi verso la Sutor. Un giocatore sottovalutato come Luca Campani (classe 1990, ala/centro di 208) che nella formazione di Mardy Collins, Jamie Skeen e Josh Mayo andava in campo per non più di 12 minuti prendendosi appena 3,8 tiri di media, anche per il precoce carico di falli di Mazzola è rimasto in campo 34', prendendosi 11 tiri, 7 rimbalzi e subendo 6 falli. Ottima spalla per Daniele Cinciarini, 36' (5' in più) autentico leader del gruppo gialloblù con 24p e Mitrovic 29' (11' in più della sua media) 4/5 da tre. Giocatori a cui manca, forse, quell'accento americano nel cognome che ne moltiplica la visibilità e la considerazione a prescindere ma che oggi sono oro per la squadra marchigiana e fanno la differenza tra la penultima in classifica contro la seconda. Oggi Montepaschi Siena - Banco di Sardegna aprono il pomeriggio del basket italiano alle 16:30 con la prima rivincita tra le due splendide finaliste della Coppa Italia con Crespi a -1 dalle 100 vittorie in serie A; pomeriggio chiuso da uno dei derby più sentiti della pallacanestro lombarda, con Milano che ospita Cantù. I giocatori dell'Olimpia hanno mandato a dire che per i brianzoli non sarà come all'andata (87-72 con 17 di Ragland e 14 di Cusin, dall'altra parte 28 di Gentile e 21 dell'assente Langford). Luca Banchi è a -1 dalle 150 vittorie in serie A come capocoach. Avellino contro Bologna, Reggio Emilia contro Roma, Venezia contro Pistoia cercano i punti per meritarsi i playoff come Caserta a Varese, che forse è all'ultimo tuffo per inserirsi nel lotto; ultima, ma non meno importante, la gara di Pesaro: se vincesse la Vanoli, a meno delle possibili cancellazioni di società che si aspettano a giugno, la Vuelle potrebbe già avere più di un piede in Lega Adecco Gold.