L'Italia passa facile anche con la Cina. Belinelli e Gallinari trascinatori alla Trentino Cup

18.06.2016 19:26 di Alfonso Norelli  articolo letto 2841 volte
L'Italia passa facile anche con la Cina. Belinelli e Gallinari trascinatori alla Trentino Cup

L'Italia vince la finale della Trentino Basket Cup contro la Cina, battuta 87-58. Inizio devastante degli azzurri, guidati dai soliti Gallinari e Belinelli. Secondo quarto sotto ritmo con la rimonta degli orientali e poi il nuovo allungo italiano. Nel terzo periodo si chiude definitivamente la contesa. Belinelli si è messo in evidenza in versione playmaker con 19 punti e 6 assist. Gallinari ha dato la solita intensità chiudendo con 17 punti e 6 rimbalzi. In doppia cifra anche Cervi, 12 punti, 8 di Hackett e Abass.

Primo quarto

L'Italia gioca con Poeta, Abass, Belinelli, Gallinari e Cusin in quintetto. Palla rubata e due tiri liberi per Belinelli che apre le marcature. La Cina sbaglia i primi tre attacchi, la difesa azzurra è intensa. Dopo un'ottima circolazione di palla Gallinari segna in controtempo di pura forza. Altra palla persa dai cinesi, penetra e scarica di Abass per la bomba di Gallinari. 7-0, il ritmo sembra già tutto dell'Italia dopo 2 minuti. Subito timeout di coach Gong. Alley non chiuso da Gallinari che poi trova Abass per la bomba del 10-0. La Cina non riesce nemmeno a tirare nei 24 secondi. Gallinari gioca con il fuoco negli occhi, altra tripla, la Cina perde palla sulla rimessa e Belinelli segna un'altra bomba. 16-0, ko tecnico dopo neanche 5 minuti. L'Italia gioca sul velluto, contropiede di Belinelli con finta che manda Hackett a segnare facile. La squadra orientale è veramente esitante ma trova due punti con Guo. Sbaglia Abass, bomba di Li e poi altra tripla di Belinelli con fallo subito. Gioco da 4 punti, 22-5. Messina cambia tutti i big dopo 7 minuti. 26-9 il finale del primo quarto.

Belinelli 9 punti, Gallinari 8.

Secondo quarto

Il ritmo cala e la Cina può iniziare a giocare guidata dai 7 punti di Wang. Nonostante il ritorno in campo di Belinelli e Gallinari coach Messina è costretto al timeout sul 30-20. Si risvegliano gli azzurri con Abass che è sfortunato nelle due successive conclusioni. Gallinari dal rimbalzo si fa il coast to coast e strappa gli applausi. Per la Cina si sveglia Qi Zhou prossimo candidato al Draft Nba. I cinesi tornano a meno 7, ci sono i tiri liberi di Hackett, poi la stoppata di Gallinari e a seguire la tripla di Mian che riporta gli azzurri sul 40-28. Nel finale Belinelli ridà gas all'Italia con i tiri liberi e l'assist per Zerini. 45-30 a metà partita.

Gallinari 13 punti e 5 rimbalzi, Belinelli 11 e 3 assist, Abass 6 e 3 assist

Per la Cina 9 di Wang, 6 di Zhou

Terzo quarto

Wang firma quattro punti, Belinelli rispnde, Gallinari fa 50 coi tiri liberi. Bomba di Belinelli, la Cina resta a debita distanza ma il ritmo cala ancora. Belinelli guadagna e segna altri due liberi, poi è la volta di Hackett. 57-41 Italia a metà terzo quarto. 4 punti di fila per Cervi ben pescato da Belinelli in versione playmaker (6 assist per lui). Mian porta il vantaggio italiano a 21 punti (64-43). Vitali pesca ancora Cervi sotto canestro per la schiacciata. L'Italia va via facile, ancora Zerini da sotto poi altra combinazione vincente tra Mian e Gallinari. Rubata e schiacciata finale di Abass. 72-45 Italia.

19-6rimbalizi-2assist Gallinari, 17-6assist-2rimbalzi Belinelli

Quarto quarto

Un periodo senza storia, si deve registrare però la brutta caduta di Michele Vitali che resta a terra per qualche minuto, ma poi si rialza tra gli applausi del pubblico e viene accompagnato fuori dai compagni. Il pubblico trentino festeggia con la bomba di Davide Pascolo. Nel finale si mette in evidenza Fontecchio con 4 punti. Si chiude su quasi 30 punti di scarto: 87-58 per l'Italia.