L' Armani Jeans crolla nel finale a Lubiana

02.12.2010 22:50 di Lorenzo Belli  articolo letto 638 volte
Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Olimpia Armani Jeans Milano
Mancinelli, non sono bastati i suoi 10 punti
Mancinelli, non sono bastati i suoi 10 punti

Alla Stozice arena di Lubiana non riesce la grande rimonta all'Olimpia Armani Jeans Milano. Dopo essere stati in vantaggio anche di 9 lunghezze nell'ultimo quarto, i ragazzi di coach Piero Bucchi si sono arresi sul punteggio di 82-75. Il prossimo impegno di Eurolega per l'Olimpia Armani Jeans Milano è in calendario per il prossimo 8 dicembre alle 20.45 contro l'Efes Pilsen, battuto sul campo di Valencia per 62-56

1°quarto: Gregory apre la partita con un rimbalzo d'attacco dopo l'errore di Markota. Nel frastuono infernale di Lubiana, Finley realizza dalla media e Marco Mordente appoggia il 2-4 dopo 2'. Ilievski pareggia e poi esce per un lieve infortunio, Hawkins subisce fallo da Gregory e realizza un solo libero per il 5-4 Milano dopo 3'20". Pinkney realizza da sotto, Gregory schiaccia e Lubiana torna avanti 8-5. Ozbolt commette il secondo fallo su Finley, ma Perry realizza ancora il 10-5 per i padroni di casa dopo 5'30" del primo quarto. Mentre Milano non trova la via del canestro, i padroni di casa vanno avanti a suon di liberi: Ilievski e Gregory ne mettono uno a testa per il 12-5 del 7'. Van Den Spiegel subisce un fallo non fischiato e sul fronte opposto Lubiana infila altri quattro punti con Gregory e Perry: 16-5 all'8 e secondo timeout richiesto da coach Piero Bucchi. Il vantaggio dei padroni di casa sale ancora con i liberi di Markota ed è un'incursione di Hawkins a sbloccare l'attacco di Milano. Gregory realizza con fallo il 21-7 a 42", mentre Hawkins guadagna i liberi del 21-9 che chiude il periodo.

2°quarto: Perry realizza il primo canestro del quarto, ma Jaaber infila una tripla che sommata alla schiacciata di Melli scrive il 23-14 per i padroni di casa. Ancora Hawkins mette un canestro da tre, ma Ilievski è abile a procurarsi un fallo sul tiro da tre punti che ristabilisce le distanze: 28-17 al 12'. Nardi trova i suoi primi tre punti in Eurolega, ma Gregory è ancora preciso da sotto e le lunghezze da rimontare restano 13 sul 33-20 dopo 3'30" del secondo quarto. Finley, che gioca pur in condizioni fisiche non ottimali, realizza un altro canestro e Milano si riaffaccia sul -11 (35-24). Milano prova un paio di giri di difesa a zona e un libero di Finley segna il 37-27 per i padroni di casa a 1'30" dall'intervallo. Ancora Finley protagonista con la tripla del 37-30, ma Salin lo imita dall'angolo, prima che Morris ne metta un'altra sul fronte opposto: 40-32 per Lubiana. Salin realizza ancora da sotto e sul 42-32 le squadre vanno al riposo.

3°quarto: Rocca su assist di Mancinelli porta l'Olimpia a -8, ma prima Gregory e poi Pinkney la ricacciano indietro sul 46-34. A questo punto Milano si aggrappa a Mancinelli e Mordente: quattro punti di Mancio e la tripla di Marco portano l'Olimpia sul -5 sul 46-41 per i padroni di casa a 6'22" dalla fine del periodo. Ancora Mordente e Mancinelli da tre punti completano il break di 13-0: Milano in vantaggio 47-46. Il vantaggio regge grazie anche a 4 punti di Melli (48-53), ma soprattutto grazie ad un'ottima difesa che ha praticamente annullato l'attacco dei padroni di casa. A 2'28" dalla sirena Lubiana ha realizzato solo 6 punti. Mancinelli a 30" dalla sirena appoggia il 57-51 con cui si va alla pausa del 30'.

Ultimo quarto: Hawkins commette subito il quarto fallo, dopo che Milano aveva difeso bene su Jagodnik senza però conquistare il rimbalzo difensivo. Melli subisce fallo e realizza i due liberi del 59-53 per Milano. Shermadini schiaccia e subisce il fallo di Finley: Lubiana rientra sospinta dal pubblico sul 57-59. dopo 2'. Mancinelli colpisce da 3: 10 punti per lui nel solo secondo tempo per il 64-58 Milano. La schiacciata di Melli dà il massimo vantaggio ai ragazzi di coach Bucchi: 66-58 a metà quarto. La super partita di Melli continua con la tripla del 69-60. Lubiana mette quattro punti consecutivi con Shermadini e Gregory e coach Bucchi preferisce chiamare timeout per affrontare gli ultimi 4' di partita. Jagodnik infila dall'angolo da tre punti e Lubiana si riporta a -3 sul 71-68 con cui si entra negli ultimi 2'. Markota pareggia a quota 71 e a 1'19" dalla fine l'attacco di Milano non si concretizza. Jagodnik mette un'altra tripla e riporta i padroni di casa in vantaggio. Hawkins subisce fallo e va in lunetta: 74-73 a 56". Jagodnik subisce il quinto fallo di Hawkins e realizza entrambi i liberi: 76-73 a 40" dalla fine. Finley commette infrazione di passi e Jagodnik subisce il fallo di Melli: il numero 12 dei padroni di casa è glaciale dalla lunetta e porta Lubiana sul 78-73 a 31" dalla fine. Jaaber realizza i due liberi dopo il fallo subito: 78-75 a 27" dalla fine. Il fallo sistematico di Melli ferma il cronometro a 24": Ilievski non sbaglia un colpo e Lubiana mantiene 6 lunghezze di margine. Il finale lascia spazio solo ai tiri liberi di Ilievski: vince l'Olimpija Lubiana per 82-75.

Questo il tabellino finale:

Olimpija Lubiana: Perry 8, Ilievski 14, Anagonye ne, Gregory 17, Salin 6, Jagodnik 15, Shermadini 7, Pinkney 6, Markota 7, Lorbek ne, Ozbolt, Vrkic 2. All. Zdovc.


Olimpia Armani Jeans Milano: Mancinelli 10, Mordente 8, Finley 16, Jaaber 5, Rocca 6, Melli 13, Ganeto, Van Den Spiegel, Nardi 3, Hawkins 14. All. Bucchi.