Italia, i promossi e i bocciati di Messina: "Quintetto della morte? Tutto può essere"

19.06.2016 14:43 di Alfonso Norelli  articolo letto 4083 volte
Italia, i promossi e i bocciati di Messina: "Quintetto della morte? Tutto può essere"

Le prime due uscite della nuova Italia di Ettore Messina, vincitrice della Trentino Basket Cup, hanno convinto seppur contro squadre non eccellenti. La Repubblica Ceca mancava di due stelle, Satoransky e Vesely, così come la Cina che non ha fatto giocare Yi Yianlian (ex sesta scelta Nba) nella finale. Il punteggio dice più 30 in entrambe le partite con Gallinari e Belinelli sugli scudi, mentre si attende ancora l’arrivo di grossi calibri come Gentile, Datome, Melli, Aradori, Della Valle e Bargnani che è stato a riposo. Le premesse per fare bene al Pre-Olimpico di Torino a inizio luglio ci sono tutte.

Dopo la Trentino Cup è già stato il momento di scremare i convocati in vista del raduno di Bologna. Tra i 16, che poi diventeranno 12, ci sono già alcune sorprese. Innanzitutto non è stato convocato Davide Pascolo, appena passato da Trento a Milano, che ha giocato una stagione grandiosa in Italia e in Eurocup (dove è finito nel miglior quintetto) con statistiche incredibili. Pascolo, giocatore-operaio, sicuramente non contesterà le scelte del ct ma ci poteva davvero stare in questo gruppo vista anche la sua umiltà come ragazzo e la sua versatilità come giocatore con caratteristiche che possono far comodo contro qualsiasi avversario.

Naturalmente nel ruolo di ala grande c’è gente intoccabile come Gallinari che sarà certamente titolare e altri che potrebbero finire a giocare minuti importanti da numero 4 come Datome, Melli, Bargnani. Fa un po’ specie che nella lista ci sia l’ottimo Zerini, bravo a mettersi in evidenza a Brindisi, e non Pascolo che si è ritagliato una dimensione decisamente internazionale.

Probabilmente lo stesso Zerini sarà poi escluso dalla lista definitiva per Torino così come Tonut, altra sorpresa giovane incluso nei 16, con Poeta e Cervi (o Cusin) che potrebbero essere gli altri lasciati a casa. Tra gli altri coach Messina ha dimostrato particolare apprezzamento per Abass, anche lui appena passato a Milano da Cantù, uno dei giovani più interessanti atleticamente e molto in crescita dal punto di vista tecnico. C’è poi da decidere in posizione numero 5 se puntare sull’esperienza di Cusin, roccia della nazionale degli ultimi anni, oppure sui centimetri e la voglia di mettersi in mostra di Cervi. Non sembra in discussione il resto del gruppo.

Sul chi giocherà più o meno minuti si vedrà nelle prossime partite. Non è in dubbio che Gallinari, Belinelli, Datome, Gentile e Bargnani siano dei pilastri inamovibili sui quali il ct conta tanto sia per capacità tecniche che fisiche che mentali visto il livello a cui sono abituati a giocare. Nella conferenza stampa post Cina si è ipotizzato anche un loro impiego tutti insieme, sarebbe un quintetto mortifero per qualsiasi avversario, senza playmaker di ruolo, con gente che però sa distribuire bene il gioco, e con tanti centimetri.

“Tutto è possibile nella vita – ha commentato Ettore Messina -. Sono comunque contento del lavoro dei playmaker (Poeta, Hackett, cui in seguito si aggiungerà Cinciarini ndr). I nostri playmaker sono spesso quelli con la palla in mano che devono prendere decisioni, non necessariamente quelli che portano la palla nella metà campo offensiva. Magari Gallinari o Abass, a patto che non si tenga la palla ferma”.

 

Questi i convocati per il raduno di Bologna, lunedi 20 giugno alle ore 12:

 

Abass Awudu Abass (1993, 200, A, Acqua Vitasnella Cantù)
Pietro Aradori (1988, 194, A, Grissin Bon Reggio Emilia)
Andrea Bargnani (1985, 213, A/C, Free Agent)
Marco Stefano Belinelli (1986, 196, A/G, Sacramento Kings – NBA)
Riccardo Cervi (1991, 214, C, Sidigas Avellino)
Andrea Cinciarini (1986, 193, P, EA7 Emporio Armani Milano)
Marco Cusin (1985, 211, C, Free Agent)
Luigi Datome (1987, 201, A, Fenerbahce Ulker Istanbul – Turchia)
Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Grissin Bon Reggio Emilia)

Danilo Gallinari (1988, 205, A, Denver Nuggets – NBA)
Alessandro Gentile (1992, 201, G/A, EA7 Emporio Armani Milano) 
Daniel Lorenzo Hackett (1987, 197, P/G, Olympiacos – Grecia)
Nicolò Melli (1991, 205, A/C, Brose Bamberg – Germania)

Giuseppe Poeta (1985, 191, P, Aquila Basket Trento)
Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
Andrea Zerini (1988, 205, A, Enel Brindisi)

 

Riserve a casa:

David Reginald Cournooh (1990, 187, P/G, Enel Brindisi)

Fabio Mian (1992, 196, G, Vanoli Cremona)

Davide Pascolo (1990, 202, A, EA7 Emporio Armani Milano)

Luca Vitali (1986, 201, P, Free Agent)