Il Maccabi spazza via Cantù

09.02.2012 22:31 di Michele Sganzerla  articolo letto 628 volte
Keith Langford
Keith Langford

Il coraggio e l’orgoglio della Bennet si infrangono sul muro gialloblù. Il Maccabi vince 75-60 ribaltando ampiamente il -13 dell’andata e sorpassando i canturini al secondo posto nel girone. Cantù nei primi due quarti lotta e ci crede grazie ai canestri di Basile (20, 3ast, 19val), Cinciarini (9, 7rim, 5ast, 16val) e Shermadini (15, 10rim, 4ast, 31val) ma nel secondo periodo la difesa del Maccabi rende impossibile ogni tiro e in attacco, gli israelini, sono praticamente perfetti.

Nel primo quarto Hendrix (9, 9rim, 19val) inizia subito fortissimo, prima stoppa Shermadini poi segna il 2+1 nel primo possesso offensivo degli di Tel Aviv. Cinciarini pareggia subito con una bomba ma poi ancora Hendrix con l’aiuto di un irriconoscibile (in positivo per il Maccabi) Eliyahu (12, 5rim, 9val) portano i padroni di casa avanti 11-5. Cinciarini però non ci sta e segna 4 punti di fila che, sommati alla bomba di Mazzarino (3, 0val) valgono il +1 Cantù. Il primo periodo termina poi sul 17-14 in favore del Maccabi grazie a una tripla di Mallet (5, 3val) allo scadere.
Il secondo periodo porta la firma indelebile della coppia Shermadini-Basile che sembrano inarrestabili per la difesa di coach Blat. Ohayon (9, 6rim, 3ast, 17val) e Langford (12, 13val) portano i suoi sul +5 ma un tiro da dietro l’arco di Basile accorcia a -2. La Bennet concede qualche rimbalzo offensivo di tropo e ritorna a -5 sul canestro di Mallet. Tocca ancora al grande vecchio sistemare le cose, il “Baso” firma un personale parziale di 7-0 che porta Cantù sul 31-33. Eliyahu non ci sta e mostra tutta la sua classe firmando da solo un controparziale di 6-0 che riporta avanti il Tel Aviv. Cantù non si scoraggia e chiude il quarto con due triple consecutive (una di Basile l'altra di Leunen), andando così alla pausa lunga avanti 37-41.

Nel terzo periodo la Bennet scompare letteralmente dal campo, non mette a segno nemmeno un canestro su azione (0/11 tot. dal campo), gli unici 5 punti del quarto li mette a referto grazie ai liberi di Shermadini e Brunner. Il periodo si chiude sul 62-46 con un impietoso parziale di 23-5, propiziato da un miracolato Smith (8, 2rim, 2p.r., 12val) e da un’immarcabile Blu (14, 7val), che tagliano le gambe e il morale alla squadra di coach Trinchieri.
L’ultimo periodo si apre con un 1/2 di Pnini (1, 1val) che porta il Maccabi avanti di 17 punti. Markoishvili (3, -5val) segna il primo canestro della ripresa per la Bennet con la tripla del 63-49, aprendo un miniparziale di 9-0 chiuso da un canestro dai 6,75m di Basile che induce Blat al time out. In uscita dalla sospensione, sul punteggio di 63-55 si accende Langford che inizia a segnare qualsiasi cosa gli passi per le mani, riportando l’inerzia a favore del Maccabi. La partita si chiude sulla rubata e bimane in contropiede di Blu che fissa il punteggio sul definitivo 75-60.


Maccabi Electra Tel Aviv (17, 22, 23, 13)
Bennet Cantù (14, 27, 5, 14)

Maccabi Tel Aviv: Papaloukas 3, Hendrix 9, Smith 8, Blu 14, Elyahu 12, Mallet 5, Pnini 1, Ohayon 9, Schortsanidis 2, Langford 12.

Bennet Cantù: Micov 2, Markoishvili 3, Leunen 5, Marconato 0, Mazzarino 3, Shermadini 15, Cinciarini 9, Brunner 3, Basile 20.


Classifica e risultati girone H:

Zalgiris vs Barcellona 58-67
Maccabi Tel Aviv vs Cantù 75-60

FC Barcellona Regal 4-0
Maccabi Electra 2-2
Bennet Cantù 2-2
Zalgiris Kaunas 0-4