Il colpo dell'Olympiacos nella tana della Montepaschi

21.03.2012 22:51 di Umberto De Santis  articolo letto 819 volte
Il colpo dell'Olympiacos nella tana della Montepaschi

Purtroppo la condizione di Lavrinovic è talmente approssimativa, compresa la paura di farsi male, che diventa il fattore negativo quando il tiro da tre della squadra non tiene le percentuali necessarie e la penetrazione in area è problematica. L'Olympiacos, nei momenti determinanti, fa valere la massa fisica sotto canestro e trova preziosa regia in Acie Law. Le due formazioni fanno il riscaldamento nell’ atmosfera tesa delle grandi occasioni a un Palaestra che progressivamente si riempie, attendendo l’inizio della contesa, e ci da la giusta cornice di pubblico. Le difficoltà al piede di Michelori consigliano Pianigiani di tenerlo fuori dai dodici, mentre Iovic sembra non avere problemi di sorta.

Palla rubata e contropiede di Stonerook, pareggia subito Papanikolaou. Il giovanissimo Mantzaris su McCalebb e il duello tra Rakocevic e Spanoulis movimentano l’inizio: i due mensanini fanno il primo vantaggio 7-3. Dopo tre minuti è  11-5, gara fisica e intensa con tanti scontri e pochi fischi. Printezis lasciato solo mette la tripla del 15-10 al 5’. Papanikolaou riporta sotto i reds 15-13, ma ad Andersen non trema la mano col gancio. Spanoulis per il -3 di tripla, con Zisis e Law in campo, i greci ritornano a -1. Sette punti in fila di Andersen ricacciano indietro l’Olympiacos. La stoppata di Lavrinovic su Dorsey chiude il tempo sul 26-21. Hines si presenta subito in campo con un due+uno, Kesely pareggia, Antic supera 26-28 e timeout Siena. Moss esce dall’impasse con una bomba, poi fa un recupero prepotente in difesa. Un incerto Lavrinovic lascia il campo ad Andersen, Hines schiaccia il nuovo vantaggio 29-31 al 14’, poi Antic provvede a fare fallo + tecnico per mandare ai liberi Andersen che riporta la sfida in parità. Al 16’ 35-34. Hines firma un’altro sorpasso, Printezis segna per l’allungo. La carica mensanina suonata dal pubblico produce un 7-0 chiuso da Spanoulis. Rakocevic in lunetta con 50” fa 46-42, la difesa bianco verde asfissiante produce un recupero, con veloce contropiede terminato dalla perentoria schiacciata di Tomas Ress. Rimangono 24” a Iovic per uno schema sull’inevitabile pressing + zona  senese, e ancora le lunghe braccia del bolzanino costringono all’errore Printezis sulla sirena: si va al riposo sul 48-42. Detto che McCalebb (13p) e Andersen (15p) risultano immarcabili per l’Olympiacos, resta da sottolineare la prestazione personale di Kyle Hines(8p, 4r), del volitivo Printezis (10p) e la padronanza del team ellenico del pitturato, dove hanno realizzato un importante 12/15.

In apertura di periodo terzo fallo di Moss, con Spanoulis che realizza i liberi. Keselj mette la tripla del -1, Spanoulis porta i Reds in vantaggio, che dura pochi secondi grazie ad Andersen. Al 23’ 52-52, con Stonerook da sotto. Andersen piazza la bomba, poi subisce lo sfondamento di Spanoulis. L’inerzia  è bianco verde, fermata dal timeout greco sul 58-53 e dal quarto fallo di Moss. Hines prima ferma la striscia senese poi accorcia in contropiede 60-57: un fattore fisico impressionante, che poco dopo McCalebb deve fermare con un fallo. Mc Calebb vola sulla testa di tutti, la fretta rimanda in panchina Spanoulis col 4° fallo (sfondamento), con meno di due minuti da giocare. Rakocevic segna due volte in fila per il massimo vantaggio della Montepaschi 66-58 con l’aiuto di due spettacolari “rubate” di Stonerook. E si chiude il periodo.

Zisis fa pentole e coperchi, ma la replica di Prtinetzis da tre. Lavrinovic va in panchina col quinto fallo. Con 6’49” 68-61, Olym stringe in difesa, ma Zisis buca l’area. Rientra sul parquet Spanoulis e si fa sentire, Printezis fa il meno tre, ma il play difende male su Zisis e va fuori dal match. Printezis per il meno uno con 3’52 sul crono. Dorsey schiaccia, ma Andersen non lascia speranza 72-71. Law in lunetta + 1 Olympiacos. Law riporta i suoi avanti, palla bianco verde con 2’04” da giocare: andrà sprecata. Timeout sul 73-75 di Simone Pianigiani. Printezis buca la zona senese con una tripla infame 73-78 con 1’24”. Dorsey manda in lunetta McCalebb, che sbaglia liberi e tripla sul rimbalzo d’attacco. Con pochi secondi di gara, Hines non trema ai liberi, la schiacciata di Andersen è inutile, Sloukas mette un libero sufficiente a chiudere l’incontro sul 75-82. Stanotte lo staff mensanino tornerà al lavoro per trovare le contromisure ai tanti giochi che Iovic ha disegnato per la sua squadra, la serie è ancora lunga e dopodomani ci aspettiamo una partita veramente delicata per la Montepaschi. 

MENS SANA SIENA –OLYMPIACOS PIREO 75 -82 (26-21, 48-42, 66-58)
MENS SANA SIENA: McCalebb 15, Zisis 4, Andersen 28, Rakocevic 11, Carraretto, Thornton 4, Lavrinovic, Ress 2, Lechthaler, Stonerook 6, Aradori, Moss 5. All: Simone Pianigiani
OLYMPIAKOS PIREO: Hines 15, Antic 4, Spanoulis 15, Dorsey 6, Keselj 8, Gecevicius, Glyniadakis, Printezis 20, Papanikolaou 5, Mantzaris, Sloukas 1, Law 8. All: Dusan Iovic