GRUPPO F - La vendetta nel segno di Milos Teodosic, il derby di Mosca dice CSKA

25.02.2016 19:02 di Paolo Zerbi  articolo letto 409 volte
GRUPPO F - La vendetta nel segno di Milos Teodosic, il derby di Mosca dice CSKA

La vendetta è un piatto che va servito freddo. Così nel gelo di Mosca (in realtà, temperature vicine allo zero) il derby di ritorno del girone F delle Top 16 dice CSKA (108-98), con la squadra di Dimitris Itoudis che vendica così la sconfitta patita all'esordio riuscendo anche a ribaltare la differenza canestri. Una vittoria nel segno del "solito" leader: è Milos Teodosic (26 punti, 6/9 con i piedi oltre l'arco), infatti, a prendere per mano i padroni di casa nel lungo lento che tiene il CSKA con la partita sempre in pugno. La pericolosità di Nikita Kurbanov (18 punti e 7/8 da due) permette l'allungo già nel primo quarto dove il Khimki sprofonda già con la doppia cifra di svantaggio (-12, 18-6 al tabellone dopo cinque minuti di gioco). Più in generale, il derby dice CSKA grazie all'altissima percentuale nel tiro da tre punti, mentre le guardie gialloblù finiscono con sparacchiare con i piedi oltre l'arco in una giornata non certo esaltante né per Tyrese Rice (16 punti e 12 assist ma 6/18 dal campo) né per Zoran Dragic (1/7 da tre). Il solo Shved, con l'aiuto di Petteri Koponen provano l'ultimo disperato tentativo di rimonta, ma proprio le bombe del duo De Colo-Teodosic fanno sprofondare nuovamente il Khimki a distanza di sicurezza (95-84). Da lì è apparente pieno controllo (toccando anche quota 100 con il gioco da tre punti di Kyle Hines) fino alla sirena finale, nonostante il 9-0 ospite firmato Koponen-Honeycutt che obbliga Itoudis al time out. De Colo coi liberi e una tripla fissa il risultato, per un CSKA che tiene la vetta del suo girone.

 

CSKA MOSCA-KHIMKI MOSCA 108-98

CSKA Mosca: Teodosic 26, De Colo 19 (8a), Kurbanov 18.

Khimki Mosca: Rice 16 (12a), Shved 16, Koponen 15.