Final Eight: Avellino all'ultimo respiro: Buva e Cervi le regalano la finale!

 di Lorenzo Belli  articolo letto 1329 volte
Final Eight: Avellino all'ultimo respiro: Buva e Cervi le regalano la finale!

 Un Cervi impeccabile dalla lunetta (19 con 9/10 ai liberi) e un Buva clamoroso protagonista nel periodo finale (19 con 12 punti negli ultimi 6') regalano la finale ad una Avellino ogni giorno sempre più camaleontica; evanescenti Nunnaly e Veikalas ecco ergersi come grandi protagonisti i lunghi ben innescati da Green (10 e 7 assist) mentre nelle fila trentine c'è grande rammarico per i contropiedi sprecati nella frazione decisiva e sulla incomprensione di Lockett nella gestione dell'ultimo possesso che ha portato Wright a perdere la palla, non basta un Forray fenomenale (15 punti e 9 rimbalzi) e un Pascolo sempre presente (13 e 8) ai ragazzi di Buscaglia per giocarsi la coppa.  

 

LA CRONACA LIVE:

Trento e Avellino si giocano l'accesso alla finale di coppa Italia nella cornice del Forum dopo le rispettive vittorie contro Pistoia e Reggio Emilia; i primi cinque di Buscaglia sono Forray, Sanders, Sutton, Pascolo e Wright, mentre la replica dei ragazzi di Sacripanti è affidata al temibile duo Green – Nunnaly con Acker, Leunen e Cervi.

Grande equilibrio in avvio di gara con Cervi che fa la voce grossa sotto le plance ma a turno Forray, Pascolo e Wright ribattono colpo su colpo; si inizia a pescare dalla panchina e sia Berggren da una parte e Buva dall'altro sono subito incisivi, tocca ad una magia di Ragland chiudere la prima frazione sul 16-18. Partita che si prospetta sin dalle prime battute estremamente affascinante e combattuta.

Wright e Berggren – ben innescati da Poeta – provano a prendere l'inerzia del match (23-18) ma i campani ogni volta che vanno in area pitturata trovano facili punti, Buva il grande protagonista del momento. Stanchezza ed imprecisione – soprattutto dall'arco dei 6,75 - e per qualche giro di lancette il tabellone non si muove, poi Cervi torna ad essere un fattore Wright replica prontamente ma il break finale è irpino: 0-8 con Nunnaly, Veikalas da 3 e poi Green regala la “preghiera” trovando la retina con un tiro da oltre la metà campo per il 30-34 con cui le squadre entrano negli spogliatoi.   

Cervi e Pascolo aprono le danze del terzo parziale quindi tocca al capitano trentino Forray con due triple a impattare a quota 38, Sanders e Green colpiscono pure loro dai 6,75 e l'equilibrio regna sovrano al Forum (45-44). Green – con vicino Ragland che lo sgrava dai compiti di regia – si prende la scena (45-48) ma Wright e Poeta rimettono tutto in pari (51-51) quando si entra nei 90” finali della frazione; brutte notizie per Buscaglia che perde Pascolo per infortunio (caviglia). Un libero di Ragland, una penetrazione di Lockett e tanti errori banali che vengono interrotti da Nunnaly che spara la tripla del 53-55 chiudono il terzo quarto, a 10' tutto è ancora nella totale incertezza.   

Pascolo stringe i denti e torna sul parquet assieme a Forray, il capitano indovina subito una tripla “ignorante” per il nuovo vantaggio della Dolomiti Energia (58-55), Avellino sfrutta l'asse Ragland – Buva per rimettere la freccia (60-61) quando si entra nei 5' finali; nervosismo ed errori a volontà da ambo le parti ed è 63-63 a -2' dalla sirena decisiva.  

Due liberi di Buva – autentico protagonista del quarto periodo – poi Trento sbaglia il canestro del pareggio e il croato raccoglie il rimbalzo e poi si fa trovare pronto sull'ennesimo invito di Green per il 63-67 a -1'27” 

 Canestro e fallo di Wright, è il quinto di Buva; l'americano dei trentini sbaglia l'aggiuntivo ed è la fortuna dei suoi visto che Pascolo recupera il rimbalzo offensivo e impatta. Cervi si guadagna i tiri liberi a -48” ed è glaciale (67-69), Wright risponde dopo l'ennesimo miracolo di Pascolo ed è tutto in parità quando sul cronometro mancano solo 29”.

Green mangia più secondi possibili, si getta in penetrazione e serve ancora il pallone a Cervi che si guadagna un ulteriore fallo e converte i due liberi con freddezza (69-71), ci sono ancora 4” da giocare ma sulla rimessa disegnata da Buscaglia qualcosa non va per il verso giusto e Wright va a sbattere contro Leunen e perde il pallone che nega a Trento di sognare la finalissima: Avellino domani sera si giocherà la coppa Italia!