Eurolega, termina la regular season: escono Milano e Cantù. Siena avanza e incrocia Pianigiani

15.12.2012 00:21 di Matteo Marrello  articolo letto 723 volte
Eurolega, termina la regular season: escono Milano e Cantù. Siena avanza e incrocia Pianigiani

Dopo gli ultimi 40' minuti della prima fase di Eurolega siamo a conoscenza delle migliori 16 che tenteranno di incamminarsi verso le finali della O2 Arena di Londra nel Maggio 2013. Mancavano solo 3 squadre all'appello e gli dei del basket hanno premiato i il Fenerbache di Simone Pianigiani e Luca Dalmonte, i i tedeschi del Brose Bamberg ed i baschi del Caja Laboral Vitoria.

I turchi sono arrivati a giocarsi il tutto per tutto contro una Maaporo che li aveva surclassati  nel match d'andata per 82-54, ma questa volta sospinti dal loro pubblico e grazie alla loro maggiore velocità e lucidità nei momenti caldi della gara, sono riusciti ad avere la meglio. Per McCalebb, Satò e Pianigiani si profila una Top16 all'insegna dei ricordi dato che dovranno ufficialmente tornare al PalaEstra di Siena (unica italiana rimasta in gioco), teatro per loro di tanti trionfi.

Questi i risultato dell'ultima giornata del gruppo A:

Fenerbahce Istanbul-Mapooro Cantù 77-69
Khimki-Panathinaikos Atene 78-77
RealMadrid-Olimpia Lubianav 91-60

Il gruppo A si chiude con la seguente classifica: Real Madrid 7 vinte-3 perse; Khimki, Panathinaikos 6-4;Fenerbahce 5-5; Olimpia Lubiana  e Cantù 3-7.


Gruppo B dominato da Maccabi Tel Aviv ed Unicja Malaga, due squadre che hanno in panchina due 'santoni' che hanno vinto uno scudetto a testa in Italia, ovvero David Blatt e Jasmin Repesa. Il primato è andato agli israeliani che hanno fatto subito il colpo in Spagna imponendosi per 5 lunghezze per poi cadere inaspettatamente alla Nokia Arena sul punteggio di 62-64. In questo gruppo vi era appunto Siena che partita tra mille difficoltà, (ko con Berlino Tel Aviv e Malaga) ha saputo poi risalire la china inanellando 5 vittorie consecutive, prima dei due scivoloni finali contro Chalon e Prokom fortunatamente ininfluente ai fini della qualificazione.

Questi i risultati dell'ultima giornata del gruppo B:

Maccabi Tel Aviv-Alba Berlino 78-62
Unicaja Malaga-Chalon 86-62
Montepaschi Siena-Prokom Gdynia 88-95 dts

Il gruppo B si chiude con la seguente classifica: Maccabi Tel Aviv e Unicaja Malaga 8 vinte -2 perse; Montepaschi Siena 5-5; Alba Berlino  4-6; Chalon 3-7; Prokom  Gdynia 2-8.


Nel gruppo C abbiamo potuto ammirare uno stupefacente Zalgiris Kaunas che ha soffiato con grande autorevolezza il primo posto ai campioni in carica dell'Olympiacos. Il tutto è stato possibile dalla vittoria in terra greca degli uomini di Joan Plaza con 18 punti di scarto, nella gara di ritorno vittoria ellenica non sufficiente a ribaltare la differenza canestri (63-77). Il terzo posto va ai turchi dell'Efes di coach Mahmuti, mentre l'ultimo posto disponibile se lo aggiudicano, come detto in precedenza i baschi del Caja Laboral estromettendo la EA7 Emporio Armani Milano. Nonostante gli investimenti fatti la formazione del patron Giorgio Armani non riesce a superare la prima fase del torneo, dove ha collezionato solamente tre vittorie: al debutto contro l'Efes e e nelle due gare contro il fanalino di coda Cedevita Zagabria. I ragazzi di Scariolo hanno più volte gettato al vento la qualificazione soprattutto con le due sconfitte in volata, quella patita a Vitoria, ed il pesantissimo  -2 casalingo contro lo Zalgiris, che ha di fatto compromesso la situazione. Il ko contro i campioni in carica al Pireo avrebbe potuto trasformarsi in gioia solo in caso di successo del Cedevita a Vitoria. I baschi invece non si sono fatti tradire dall'emozione ed hanno così dato il colpo di grazia ad una squadra, quella milanese, che in più occasioni, ha dato l'impressione di non sapere in quale torneo stesse giocando e regalando ad avversari già forti palloni e punti preziosi.

Questi i risultati dell'ultima giornata del gruppo C:

Caja Laboral-Cedevita Zagabria 97-70
Zalgiris Kaunas-Anadolu Efes 71-53
Olympiacos Pireo EA7 -Emporio Armani Milano 82-81

Il gruppo C si chiude con la seguente classifica: Zalgiris Kaunas e Olympiacos 8 vinte 2 perse; Anadolu Efes 5-5; Caja Laboral 4-6; Milano 3-7; Cedevita Zagabria 2-8

Nel gruppo D si sono date battaglia il Barcellona e il CSKA di Ettore Messina con i blaugrana capaci di espugnare Mosca con un eloquente 60-81 che ha messo in chiaro la loro voglio di essere protagonisti, grazie ai 20 messi a segno per l'occasione dal bomber Navarro ed ai 15 sigilli dell'ex di turno Erazem Lorbek. I russi hanno reso pan per focaccia al ritorno non riuscendo però a ribaltare la differenza canestri, accontentandosi così della piazza d'onore. Il terzo posto è andato ai turchi del Besiktas, mentre l'ultimo posto disponibile è stata una corsa a tre tra Brose Bamberg, Partizan Belgrado e Lietovus Rytas. Ne è uscita vincitrice a sorpresa la formazione tedesca che ha battuto i serbi dopo un tempo supplementare approfittando di una palla rubata da John Goldsberry a 3” dal termine che ha fruttato due vitali tiri liberi. La sconfitta dei lituani ad Istanbul ha fatto il resto.

Questi i risultati dell'ultima giornata del gruppo D:

Barcellona-Cska Mosca 75-78;
Besiktas Istanbul-Lietuvos Rytas 66-65;
Bamberg-Partizan Belgrado 92-90 dts.

Il gruppo D si chiude con la seguente classifica: BarcellonaCska 9 vinte-1 persa; Besiktas 5-5; Bamberg 3-7; Partizan e Lietuvos 2-8.

Ora non ci resta che ammirare le Top18 che si svolgeranno con la formula di due gironi da otto squadre con partite di andata e ritorno. Si comincia il prossimo 27 dicembre. Ultimo turno il 5 aprile. Le prime quattro di ciascun girone accedeanno ai quarti di finale. Ecco i due gironi:

Girone E: Real Madrid, Zalgiris Kaunas , Unicaja Malaga, Cska Mosca , Panathinaikos, Efes Istanbul , Alba Berlino, Bamberg.

Girone F: Maccabi Tel Aviv, Barcellona Khimki, Olympiacos  Montepaschi Siena, Besiktas Fenerbahce, Caja Laboral Vitoria 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA