EUROLEAGUE: QUESTI GLI OSCAR, SIENA GRANDE ROMPISCATOLE di Enrico Campana

10.03.2011 18:17 di Enrico Campana  articolo letto 1223 volte
Kristof Lavrinovic
Kristof Lavrinovic

Capolavoro di squadra. Questo potrebbe essere il titolo della sceneggiatura che ha riportato nei playoff dopo un anno d’assenza Siena con 8 nuovi giocatori (per la verità 7, per Kaukenas si è trattato di un ritorno) e l’infortunio di Bob McCalebb che, partito forte, figurava fra i Top Five dell’Euroleague.
Non andate dunque a cercare al 1° posto delle statistiche i giocatori della Mps, li troverete infatti come minimo dal 10° posto in giù, anche nelle percentuali di tiro, e magari alternatisi nel corso delle due fasi e nei totali come i migliori della propria squadra.
Come ad esempio nei Recuperi, voce topica espressione del cavallo di battaglia dei senesi, quella difesa aiuto-e-recupera, la tipica defense-machine, col 2°, 7°, 11° posto di Cook, Moss e Stonerook in Regular Season, Top16 e Totali.
Sono invece pregiati pezzi spersi, senza più lo stesso valore, i bigs dell’ultima Mps, Romain Sato, Terrell McIntyre e Benjamin Eze rapiti dalle offerte di mercato del Panathinaikos, Malaga e Khimki Mosca. Senza dimenticare anche Henry Domercant, il quarto moschettiere della formazione che l’anno passato non passò le Top16.
Si è invece preso una bella rivincita Rimantas Kaukenas, tagliato dal Real a metà della scorsa stagione e MVP a pari merito con Lavrinovic , e forse meriterebbe anche Nikos Zisis che ha tappato la falla di McCalebb sublimando quel gioco di squadra che, in certe gare, è apparso un martello demolitore. Siena ha avuto due Oscar settimanali nella regular Season, Lavrinovic per la gara super con Cholet e McCalebb per quella con l’Ulker.
Rilancio importante anche per David Moss che dopo il prestito alla Virtus Bologna e, anche per il peso del contratto, non aveva estimatori, mentre Lavrinovic grazie all’operazione ha ridotto i frequenti stop ed è stato il solito martello e il lungo più continuo.
Non andate a cercare nemmeno un mensanino fra i primi 20 come minutaggi, troverete solo al 26° posto Kaukenas con 26’ per gara, ma questo fa parte dell’ottima gestione di Simone Pianigiani e quel concetto di rotazioni e panchina lunga che si riflette fortemente sulla classifica di questa Euroleague, ammortizzatore per un gioco sempre più duro, ad alto rischio, del quale ad esempio la prima vittima è stata Mirsad Turkan con l’Ulker che fino all’operazione al ginocchio era fra le principali protagoniste e aveva vinto alla grande la prima gara di Top 16 sul campo dell’Olympiacos.
Il tallone d’Achille dei senesi, nei grandi scontri, resta quello del centro dominante. Milovan Rakovic se la cava nei duelli aerei, ma non è certo per ora quel big-man per il gioco di 1 contro 1, e il primo rimbalzista , con l’ingaggio da parte di tutti i club del supergigante, resta Kristof Lavrinovic. Basterà? Nella serie con l’Olympiacos ci sarà bisogno del nigeriano Akindele, per ora un oggetto misterioso, e non si potrà pretendere un altro miracolo da Andrea Michelori che con la sua gara “pazza di Belgrado” (15 punti) ha salvato Siena, reduce da 2 sconfitte, facendo scattare la grande rimonta con 4 vittorie consecutive. L’ultima delle quali ha aperto una falla imprevedibile nel Real Madrid dalla quale è uscito “traumatizzato” un personaggio di prima grandezza: Ettore Messina.
Siena ha chiuso la Regular Season al 1° posto nel girone in cui il Barcellona è arrivato solo 3°, è passata al Playoff col 2° posto umiliando i primi della classe, nel totale vittorie-sconfitte è terminata al 2° posto (dietro il Barcellona, 13-3) con 12-4 assieme a Maccabi e Oympiacos. E questo conferma che sarà la Grande Rompiscatole di una manifestazione forse mai così aperta, e non per l’incidenza (minima) del nuovo regolamento, quanto per il cambio di pelle di molte squadre. E dopo aver dominato l’estate scorsa gli europei juniores a soli 18 anni Jonas Valanciunas è stato il 1° nelle percentuali si tiro (77%) e l’8° rimbalzista. E’ nata una star, e così è anche per Nikola Mirotic, il match winner di Mps-Real dell’andata.
Questi gli accoppiamenti del Playoff 2010-2011 (gara1-2, 22 e 24 marzo) : Caja Laboral -Real Madrid, Barcellona-Panathinaikos, Real Madrid-Valencia, Olympiacos-Mps Siena.

Gli Oscar
Quintetto ideale:
M.Huertas (Caja Laboral), JC Navarro (Barcellona), I.Rakocevic (Efes), R.Nesterovic (Olympiacos), I.Vesely (Partizan)
Quintetto di rendimento (Regular season-Top 16): 1. F.San Emeterio (Caja Laboral), 23,33, 2.M.Huertas (C.Laboral) 18,67, 3.JC Navarro (Barcellone) 18,20, R. Nesterovic (Olympiacos) 18,17, I.Rakocevic (Efes) 17,80
Specialità *
Valutazione/Ranking. R.S:
1° K.Langford (Khimki) 19,70., 4° B.McCalebb 18,10. Top16: 1° F.San Emeterio (C.Lab) 23,33, 26° N.Zisis . Totale: 1° F.San Emeterio 20,31, 17° K.Lavrinovic 13.
Punti. R.S.: 1° K.Langford 18,70, 5° B.McCalebb 15,50. Top16: 1° JC Navarro (Barcellona) 20, 15° R.Kaukenas 13. Totali: 1° I.Rakocevic (Efes) 18,78, 10° Kaukenas 12,93
Rimbalzi. R.S.: 1° P.Jankunas (Zalgiris) 7,80, 10° K.Lavrinovic 6. Top16: 1° K.Gregory (Olimpia Lubiana) 7,17, 29° Milovan Rakovic 4,50. Totali: M.Turkan (Ulker) 7,33, K.Lavrinovic 5,40.
Assist. R.S.: 1° M.Huertas (C.Laboral) 5,80, 30° B.McCalebb 2,70. Top16: 1° O.Cook (Valencia) 7,17, 13° N.Zisis 3,33. Totali: D.Diamantidis (Panathinaikos) 5,88, 20° Zisis
Recuperate. R.S: 1° C.Eidson (Maccabi) 3,10, 2° B.McCalebb 2,40. Top16: 1° O.Cook (Valencia) e T.Papaloukas (Olympiacos) 2,50, 7° D.Moss 3,33. Totali: 1° C.Eidson (Maccabi) 2,75, 11° S.Stonerook 1,67.
Perse. R.S.: 1° V.Spanoulis (Panathinaikos) 3,80, 31° M.Rakovic 2,10. Top16: 1° V.Ilievski (Olimpia) 3,60, 15° Kaukenas 2,60. Totali: 1° V.Spanoulis (Panathinaikos) 3,63, 17° Kaukenas 2,14.
Most Valuable Player
Regular Season
– Giornata 1: Chuck Eidson (Maccabi); G2: Bootsy Thornton (Efes), G3: Dimitri Diamantidis (Panathinaikos). G4: Berni Rodriguez (Unicaja Malaga). G5: Sammy Mejiia (Cholet). G6: Kristof Lavrinovic (Mps). G7: Darius Washington (Lottomatica). G8: Ratko Warda (Prokom). G9: Bo McCalebb (Mps), G10: Keith Langford (Khimki).
Top16 – G1: Kenny Gregor (Ol.Lubiana). G2: Khalid El Amin (Lietuvos) e Marcelinho Huertas (C.Laboral). G3: Lior Eliyhau e D’Or Fischer (Maccabi). G4: Antonis Fotsis (Panathinaikos). G5: Marcelinho Huertas (C.Lab). G6: F.San Emeterio (C.Lab)
Leading stars 8 dei Playoff – Mps Siena: pm Kristof Lavrinovic e Rimantas Kaukenas, Ltu. Caja Laboral: Fernando San Emeterio, Spa. Olympiacos: Rasho Nesterovic, Slo. Valencia: Omar Cook, Usa. Panathinaikos: D.Diamantidis, Gre. Maccabi: D.Perkins, Usa. Barcellona: Juan Carlos Navarro,Spa. Real Madrid: Sergio Llull, Spa

Abbiamo aperto un sondaggio che trovate nella Home page dove vi chiediamo: Secondo voi Siena può vincere l'Euroleague? Attendiamo il vostro parere, votate!!!

[email protected]