EuroLeague - La rimonta di Milano si ferma sul più bello: il Valencia rischia il suicidio ma espugna il PalaDesio

Finisce 89-93 per gli ospiti, che dal -11 erano riusciti ad accorciare a -1
 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 1646 volte
EuroLeague - La rimonta di Milano si ferma sul più bello: il Valencia rischia il suicidio ma espugna il PalaDesio

Desio (MB). Milano perde in rimonta contro il Valencia in una partita importante solo per l’orgoglio e la fiducia. Dopo un primo tempo equilibrato, gli spagnoli guadagnano vantaggio nel terzo quarto nonostante le cinque triple di Micov e toccano il +11 a 4 minuti circa dalla fine del match. Jerrells, però, rilancia Milano con tre “bombe” ravvicinate, Micov infila un altro tiro da tre e Gudaitis accorcia a -1. E' proprio Jerrells, sul più bello, a perdere una palla importante, poi Doornekamp cattura un incredibile rimbalzo d’attacco e Abalde chiude i giochi dalla lunetta. Si tratta della diciannovesima sconfitta europea per l’Armani Exchange, che rimane ancorata al penultimo posto in classifica a tre incontri dal termine di questa sofferta Regular Season. Entrambe le squadre si scatenano dall’arco (14/29 per l’Armani e 12/25 per gli ospiti), ma il Valencia controlla i rimbalzi nella seconda metà di gara e rimane concentrata nonostante il rientro dei meneghini.

All’Olimpia non bastano i 27 punti di Micov (3/5 da due e 7/9 da tre) e i 17 di Jerrells; buona prestazione anche per Gudaitis, autore di 13 punti conditi da 8 rimbalzi. Seconda partita senza punti a referto (0/3 da due e 0/2 da tre in 13 minuti) per un irriconoscibile Andrew Goudelock. Theodore rientra, ma dopo cinque minuti in campo sente di nuovo dolore alla caviglia e rimane seduto dalla ripresa in poi. Il top scorer del Valencia è Green con 18 punti (4/6 da due, 3/6 da tre e 1/1 dai liberi).

 

La cronaca live del match: 

IL PRIMO QUARTO – Cinciarini apre la gara in penetrazione, Martinez risponde dall’arco, Micov firma il 5-3 con una tripla e Martinez non trema dalla lunetta. Poi Kuzminskas segna in semi-gancio, Dubljevic risponde subito dopo e Cinciarini riporta l'Armani con la testa avanti grazie a un and-one in entrata (10-7 a 6'15'' dalla fine). Dubljevic frena l’entusiasmo biancorosso accorciando a -1, Kuzminskas schiaccia a due mani, Gudaitis sigla un bel tap-in dopo il TV timeout e Cinciarini fa 1/2 in seguito a un recupero difensivo di Milano. A questo punto, Sastre chiude il mini-break dei padroni di casa (15-11 a 3’20’’ dal termine della frazione) e Gudaitis, grazie a un 2+1, regala all’Olimpia il 18-11. I meneghini difendono bene, rubano un altro pallone e Kuzminksas firma il +9 in transizione. Ma il Valencia reagisce con un canestro di Sastre e una schiacciata in contropiede di Green (pessimo rientro difensivo dei ragazzi di coach Pianigiani): 20-15 e timeout Armani a 1'13'' dalla fine. Gli ospiti vanno a -3 dopo il viaggio in lunetta di Pleiss, Cinciarini fa 1/2, Jerrells 2/2 e gli spagnoli hanno la palla in mano con 13 secondi sul cronometro: Bertans ruba palla, ma la tripla e il tap-in di Gudaitis non vanno a buon fine. 23-17 alla fine del primo periodo di gioco. 

IL SECONDO QUARTO – Si parte forte con le triple di Van Rossom e Bertans. San Emeterio penetra senza opposizioni avversarie, Pleiss schiaccia a due mani e Bertans scuote l’Olimpia con un altro tiro da tre (29-24). Green firma l’arresto e tiro per -3 Valencia, M’Baye replica subito dopo dall’arco ma Var Rossom e Green infilano due “bombe”: 32 pari. Poi Gudaitis scrive 2, San Emeterio risponde e a 4’ dalla fine viene chiamato un TV Timeout (34-34). Quindi Micov realizza dalla media, Van Rossom sorpassa dalla lunga distanza e M’Baye, dopo una gran partenza incrociata, inchioda la schiacciata del 40-37. Dubljevic, nell’azione successiva, pareggia con un and-one, Micov serve un assist al bacio per la bimane di Micov e Kuzminskas fa 1/2 dalla lunetta: 43-40 all’intervallo.

Nice ball movement from is there for the strong finish

— EuroLeague (@EuroLeague)

IL TERZO QUARTO – Micov segna la tripla del +6, ma il Valencia rientra a -2 e Van Rossom, in contropiede, pareggia a quota 46: un’Olimpia poco intensa nei primi due minuti della frazione. Gudaitis ci mette un po’ di grinta e si procura due liberi, Martinez sorpassa con un 3/3 dalla lunetta e Sastre infila la “bomba” che vale il 48-52 Valencia a 5’52’’ dalla fine della frazione: timeout chiamato da coach Pianigiani. Thomas, in uscita, si alza dalla media (+6), Micov sblocca l’Armani dall’arco, Sastre segna ancora e Micov infila un’altra “bomba” (-2 Olimpia). Il momento positivo dei biancorossi prosegue con un recupero in difesa e il canestro di Tarczewski: Milano alza il ritmo e il punteggio è in parità con 3'25'' sul cronometro. Micov è caldissimo da tre e permette ai suoi di mettere la testa avanti, poi Green scrive 2 e Micov, incredibilmente, buca ancora la retina dall’arco: 62-59. Quindi Doornekamp mette una tripla importante dopo il timeout, Kuzminskas risponde con la stessa moneta e San Emeterio fa centro dalla lunga distanza. Infine, sulla sirena, Green chiude la frazione con un tiro dall’arco.

IL QUARTO PERIODO – La schiacciata di Pleiss apre il periodo, Jerrells replica e Green segna una letale tripla col fallo: 67-74 a 8’53’’ dalla fine. L’Olimpia è in difficoltà, ma Micov continua a segnare e accorcia lo svantaggio a -5 con un canestro da sotto. Jerrells fa esplodere il PalaDesio con lo step-back del 71-74, Pleiss firma un gran canestro in post e Doornekamp, da tre, sigla il +8 Valencia a 6’50’’ circa dal termine. Dopo il semi-gancio di Pleiss (6’22’’), i padroni di casa sono con le spalle al muro e coach Pianigiani chiama timeout sul 72-81. Jerrells subisce fallo e ricuce dalla lunetta, Green realizza nell’azione successiva e Sastre aggiorna il massimo vantaggio degli ospiti: +11. Jerrells, nel momento più difficile, mantiene vive le speranze milanesi grazie a due triple consecutive (81-85 a 2’40’’ dalla fine), poi Doornekamp fa 2/2 e Jerrells, ancora, fa centro dall’arco: -3. Abalde, con il sangue freddo, infila una “bomba” importante, ma Micov replica dall’arco, Dubljevic sbaglia e Gudaitis (in entrata) accorcia a -1 sull’89-90: timeout chiamato da coach Vidorreta con 41’’ secondi rimasti. Sastre e Jerrells (in quest’ordine) perdono palla, Abalde sbaglia il secondo libero ma Doornekamp recupera il pallone dalla spazzatura e manda di nuovo Abalde in lunetta: 2/2, 89-93 a 7’’ dalla fine. Infine, la tripla di Bertans si infrange sul ferro e gli spagnoli possono festeggiare con una vittoria per 89-93. 

QUI la sala stampa di coach Pianigiani

QUI la sala stampa di coach Vidorreta 

EuroLeague, Round 28: AX Armani Exchange Olimpia Milano – Valencia Basket 89-93 (23-17, 20-23, 22-28, 24-25)

Milano: Goudelock 0, Micov 27, Tarczewski 5, Kuzminskas 8, Cinciarini 8, Cusin n.e., Abass n.e., M’Baye 0, Theodore 0, Bertans 6, Jerrells 17, Gudaitis 13.  

Valencia: Thomas 2, Garcia 2, Abalde 6, Van Rossom 11, Dubljevic 11, Martinez 8, San Emeterio 7, Pleiss 11, Williams n.e., Sastre 9, Green 18, Doornekamp 8.