EuroLeague - Il Real si impone fin da subito e interrompe la striscia positiva di Milano

Fallisce la rimonta dell'Armani Exchange (ancora senza Theodore) nel quarto periodo: i Blancos vincono 77-88 tra le mura del Forum
13.03.2018 22:40 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 1565 volte
EuroLeague - Il Real si impone fin da subito e interrompe la striscia positiva di Milano

Assago (MI). La prima gara del Round 26 termina con un successo della squadra ospite. Il Real, privo di Doncic, impone il proprio ritmo fin da subito (importante il parziale di 12-0 all’inizio del match), resiste alla rimonta avversaria nel quarto periodo e passa al Mediolanum Forum 77-88, interrompendo la striscia di quattro vittorie consecutive (due in EuroLeague e due in Serie A) dell’Olimpia. Milano non sfigura e mostra qualche lampo di ottima pallacanestro offensiva, ma la difesa sotto le plance e le percentuali (23/43 da due e 13/22 da tre) dei Blancos hanno la meglio. Aspettando Kaunas, gli spagnoli sono attualmente quarti in classifica con 16 vinte e 10 perse. Il mattatore dell’incontro è Campazzo con 14 punti, 6 rimbalzi e 11 assist; ottima prestazione anche per Ayon (15 punti e 5 rimbalzi) e Carroll (12 punti). Jerrells, top scorer milanese con 18 punti (2/5 da due, 4/7 da tre e 2/2 dai liberi), fa e disfa nel finale: prima infila tre triple che fanno sognare i biancorossi, poi sbaglia due tiri da lontano senza nemmeno guardare i compagni. 

 

La cronaca live della partita: 

IL PRIMO QUARTO – Dopo il 2-0 di Milano, il Real mette subito la quinta e piazza un parziale di 12-0 con due triple di Carroll. Poi Goudelock prova a ricucire lo svantaggio biancorosso con un paio di canestri, ma la difesa di Madrid sotto le plance soffoca un’Armani in enormi difficoltà dal punto di vista offensivo. Campazzo penetra per il +8 a 2’30’’ dalla fine, poi Tarczewski schiaccia a due mani con il fallo e Jerrells segna in contropiede in seguito a una palla recuperata della difesa milanese (15-20): l’Olimpia lotta e il Forum applaude. Il buon momento dell’Armani prosegue con il guizzo di Kuzminskas, Tavares schiaccia nonostante la grande difesa di Gudaitis e Campazzo, infine, infila un’incredibile tripla sulla sirena per il 17-25 al decimo.

IL SECONDO QUARTO – Jerrells apre la frazione con una tripla delle sue, Kuzminskas lo imita e Randolph replica dalla lunga distanza: 23-28. Kuzminskas continua a brillare e sigla un bel canestro il post, Ayon ricuce da sotto, Gudaitis non trema dalla lunetta e Fernandez buca la retina dall’arco per il +6 a 7’ dalla fine. Poi Bertans segna da tre grazie a un bell’assist di Jerrells, ma Randolph risponde con la stessa moneta e Fernandez, dopo un crossover, infila la “bomba” del 30-39 (5’22’’): timeout chiamato da coach Pianigiani. In uscita, Thompkins realizza l’ottava tripla dei Blancos, Tarczewski fa 2/2, Randle scrive 2 nonostante la gran difesa dell’Armani e Jerrells ricuce a -10 dalla lunetta (3’19’’). Carroll converte un and-one grazie a un errore di comunicazione nella difesa biancorossa, Jerrells si alza dalla media a 45’’ dal termine e il punteggio all’intervallo è fermo sul 36-49 per gli ospiti spagnoli.

IL TERZO QUARTO – Il Real vola a +18, massimo vantaggio, grazie alla tripla di Taylor e al canestro di Campazzo. Poi Goudelock accorcia con un improbabile canestro sulla sirena dei 24’’, ma Carroll risponde e la difesa dei Blancos continua a salire di livello. Tarczewski non trema dalla lunetta, Randolph replica e l’Olimpia prova a guadagnare terreno con 2 liberi di Cinciarini e Kuzminskas: 48-62 a 2’36’’ dalla fine. Campazzo firma una tripla importante, Micov si alza dall’arco, Cinciarini fa lo stesso (ma dal palleggio) e Ayon, quasi allo scadere, realizza da sotto senza opposizione da parte della difesa biancorossa: 54-68 al trentesimo.

IL QUARTO QUARTO – Ayon schiaccia in solitaria (ennesimo errore difensivo di Milano), Micov infila la tripla del -13, Campazzo risponde dall’arco e Ayon scrive 2 grazie a un passaggio sotto le gambe inventato da Fernandez. Poi Gudaitis prova ad accorciare con un and-one, ma Fernandez segna da tre (60-78 a 6’30’’ circa dalla fine) e Ayon sigla il +20. Ma l’Armani, a metà frazione, dimostra di non voler mollare e prova la disperata rimonta: Bertans segna e Jerrells infila due triple consecutive che valgono il -13 a 4’17’’ dal termine. Ayon chiude il break dei padroni di casa in uscita dal timeout, Jerrells mette un’altra “bomba” e Bertans accorcia incredibilmente a -9 (2’44’’) dall’arco. Thompkins fa passi ma si fa perdonare con il canestro del +11 Real a 1’30’’ circa dalla fine, quindi Jerrells sbaglia la seconda tripla di fila (senza nemmeno guardare i compagni) e Taylor chiude i giochi da tre: 74-88. La tripla finale di Goudelock è inutile: 77-88 il punteggio al quarantesimo.  

 

QUI la sala stampa di coach Pianigiani

QUI la sala stampa di coach Laso 

EuroLeague, Round 26: AX Armani Exchange Olimpia Milano – Real Madrid 77-88 (17-25, 19-24, 18-19, 23-20)

Milano: Goudelock 11, Micov 10, Pascolo 0, Tarczewski 5, Kuzminskas 11, Cinciarini 7, Cusin 0, Abass n.e., M’Baye 0, Bertans 8, Jerrells 18, Gudaitis 7.

Madrid: Causeur 3, Randle 5, Randolph 9, Fernandez 9, Reyes n.e., Campazzo 14, Ayon 15, Yusta n.e., Carroll 12, Tavares 6, Thompkins 5, Taylor 10.