Euroleague, gara1: suicido EA7, il Maccabi sbanca il Forum (0-1)

Pazzesco finale dei tempi regolamentari dove Rice mette in piedi una clamorosa rimonta, Langford sbaglia il libero vittoria. Nei supplementari Hickman è perfetto, finisce 99-101
16.04.2014 23:19 di Lorenzo Belli  articolo letto 1572 volte
Euroleague, gara1: suicido EA7, il Maccabi sbanca il Forum (0-1)

L'EA7 mette in scena un folle harakiri negli ultimi 90” dei tempi regolamentari e regala al Maccabi una gara-1 abbondantemente alla sua portata; gli israeliani, smaliziati da anni di sfide a questo livello, sono rimasti tenacemente legati alla partita non lasciando mai scappare l'Olimpia. Hanno aspettato che arrivasse il momento buono per provare a fare qualcosa che portasse l'incontro dalla loro parte, è giunto nelle battute finali quando Hackett e compagni pensavano più a far passare i secondi che a giocare a basket, errore fatale: Rice ha preso per mano i giallo-blu, ha addirittura rischiato di chiuderla nei 40', quindi è toccato a Langford salvare tutto con i tiri liberi della vittoria, ma ha fallito. A 70 decimi dalla sirena finale il tiro libero del numero 23 in canotta bianco-rosso si è fermato sul primo ferro condannando Milano ai supplementari; nonostante l'inerzia contraria l'EA7 è rimasta in vita sino alla fine contro un Hickman in versione Re Mida. Non è bastato l'impegno profuso sul parquet per vincere gara-1, ma quello che si è visto nei primi 38' è una buona base di partenza e la truppa di Banchi non si deve assolutamente scoraggiare; per giocare partite del genere occorre esperienza e lucidità, capire la lezione nel più breve tempo possibile lascerebbe ancora ampi margini per sperare nel final four, ma è un discorso prematuro: venerdì gara-2, e li non si potrà davvero più sbagliare.

IL MATCH:

Le scelte di Banchi per lo starting-five da utilizzare in gara-1 non sorprendono nessuno, alla palla a due fiducia ad Hackett, Langford, Moss con Melli e Samuels sotto le plance; dalla parte opposta nemmeno Blatt regala novità: Hickman in cabina di regia a guidare Smith, Oyahon, Blu e Zizic.

Nel magnifico colpo d'occhio di un Forum che orgogliosamente veste di rosso sottolineando che le “scarpette rosse” sono tornate l'EA7 parte con il piede giusto, canestro dai 6,75 di Moss, ma poi si smarrisce contro la soffocante difesa del Maccabi (5-6); Schortsanitis e Samuels danno vita a un entusiasmante duello nel pitturato, il match si infiamma d'improvviso e i ritmi si alzano vertiginosamente con l'Olimpia che trova due pesantissime triple da parte di Melli (20-15). Le schermaglie finali della prima frazione non variano la sostanza, alla prima sirena è 23-19 per una Milano decisa a non deludere il proprio pubblico ma troppo “leggera” in difesa.

L'esuberanza atletica di Lawal mette in crisi il Maccabi in avvio di secondo parziale (29-23), il centro milanese si prende il lusso di rifilare una stoppata poderosa a “Big Sofo”; i numeri di Ingles e la sostanza di Blu permettono ai giallo-blu di restare in scia (34-31) quando si scollina la metà del secondo periodo. Jerrells prova a innescarsi (39-33) ma è un Lawal devastante lungo tutto il parquet (43-35) a infiammare il Forum; Schortsanitis ha un guizzo d'orgoglio, usa bene la sua mole e fa il vuoto sotto canestro (43-40). Sono di Langford, sin qui in ombra, i punti che mettono i titoli di coda a un bellissimo primo tempo, giocato a viso aperto da ambo le parti e che porta le due compagini a rientrare negli spogliatoi sul 47-42 per l'EA7.

 

Langford apre le danze con una tripla (50-42), l'intensità delle difese aumenta esponenzialmente e l'EA7 dimostra la sua forza scappando sul +12 (57-45) con la seconda conclusione dai 6,75 di Langford; il Maccabi non demorde e con i voli di Tyus non affonda completamente (62-51), quindi la partita vive una fase di stallo con tanti tiri liberi che però non variano l'inerzia sempre a favore dell'Olimpia (66-54). Negli ultimi giri di lancette il parziale è un 4-4 che ai ragazzi di Banchi va' benissimo dato che al 30' il tabellone recita un 70-58 incoraggiante.

Schortsanitis prova a suonare la carica e Ohayon con un canestro avventuroso mette il -7 (72-65) che obbliga Banchi a fermare per la prima volta il gioco; nel momento più difficile della sua serata l'EA7 si aggrappa alla difesa: chiude ogni varco al Maccabi e sull'asse Hackett-Lawal riprende la giusta fiducia (76-65). Smith cerca di tenere in vita le residue speranze degli ospiti ma un gioco da quattro punti di Moss riporta il +12 (82-70) quando mancano meno di 4' di gioco; Hickman non è mai domo (84-77 -90”), Milano pensa solo a far scorrere il cronometro ma è ancora il folletto già visto nel Belpaese a piazzare la tripla del -4 (84-80 -29”) e far correre qualche brivido sulla schiena degli oltri 12mila del Forum; il Maccabi sceglie il fallo sistematico, Jerrells ne mette uno solo (85-80) poi Melli commette un ingenuo fallo antisportivo che riapre clamorosamente il match: Rice segna i liberi (85-82 -26”), quindi si va' a guadagnare un altro fallo, sempre di Melli, e dalla lunetta si dimostra glaciale (85-84 -21”). Gli israeliani non perdono tempo e mandano immediatamente Hackett in lunetta, il play fa solo 1 / 2 (86-84 -21”). Rice è l'uomo del momento: brucia Jerrells, segna e subisce fallo completando una folle rimonta convertendo il libero aggiuntivo (86-87 -11”).

Ultima azione per l'EA7, Langford si butta in area ma Tyus rispedisce il pallone in tribuna quando mancano 5” alla fine, sempre il 23 milanese a gestire la palla e con una finta induce al fallo Smith con solo 70 decimi sul cronometro: tiri liberi, il primo va' dentro e l'Olimpia vede la vittoria ma il secondo libero muore sul primo ferro. Al 40' è 87-87, tempi supplementari.

Rice inaugura i supplementari e conferma il suo momento di onnipotenza, l'EA7 sbaglia tutto -ancora i liberi con Hackett- ma rimane in partita con un cuore immenso e Samuels impatta a -1'13” (93-93). Rice cerca di vincerla da solo ma è Jerrells a illudere Milano con una tripla (96-95 -41”), Hickman però è incontenibile, segna dalla lunetta, ruba palla a Langford e ritorna in lunetta dove confeziona il 96-99 a -11” dal termine. A nulla serve la disperata ricerca di Milano di variare l'esito di un finale tutto a tinte giallo-blu, il Maccabi si dimostra più smaliziato e sbanca il Forum con il risultato finale di 99-101, grandi rimpianti per l'EA7 ma anche la consapevolezza che la serie è apertissima ma per continuare a sognare i cali di concentrazione devono essere banditi.

 

IL TABELLINO

EA7 MILANO – MACCABI TEL AVIV 99-101 dts

MILANO: Cerella, Melli 9, Fumagalli ne, Hackett 11 (6 assist), Kangur 5, Langford 18, Samuels 17 (7 rimbalzi), Touré ne, Wallace ne, Lawal 14, Moss 10, Jerrells 15. Coach: Banchi

TEL AVIV: Rice 17 (3 assist), Smith 7, Hickman 26 (4 rimbalzi), Ingles 11, Tyus 8, Pnini 4, Zizic, Ohayon 4, Blu 7, Landesberg, Schortsanitis 17. Coach: Blatt